Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 16 a 22 di 22

Validità di un cites straniero in italia

Discussione sull'argomento Validità di un cites straniero in italia contenuta nel forum Legislazione, nella categoria Leggi e Normative; Originariamente Scritto da fbolzicco cosa non ti è chiaro? se gli animali sono chippati il cites è definitivo, in questo ...

  1. #16
    Nuovo iscritto
    L'avatar di tartarugabici
    Località
    sicilia
    Sesso
    Messaggi
    4
    Discussioni
    2
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Tartarughe in possesso

    nessuna
    Altri rettili in possesso

    nessuno

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Citazione Originariamente Scritto da fbolzicco Visualizza Messaggio
    cosa non ti è chiaro?
    se gli animali sono chippati il cites è definitivo, in questo caso non hai nessuna limitazione.
    nell'ultimo anno si sono cominciati ad usare anche in mini-microchip, che permettono di essere inoculati anche ad esemplari più piccoli di 10 cm, testudo di un anno possono già essere marcate con questo sistema.

    Ti ringrazio per la specifica del chip. A cosa serve (ma, è obbligatorio?)recarsi presso il CITES ? Forse a registrare in un database le nuove arrivate(dall'estero).Cordiali saluti e Auguri di Buon Natale!

  2. #17
    Contributor Mod
    L'avatar di fbolzicco
    Località
    Portogruaro VE/ Los Angeles CA
    Sesso
    Messaggi
    5,154
    Discussioni
    325
    Like ricevuti
    1368
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni boettgeri

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Citazione Originariamente Scritto da tartarugabici Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio per la specifica del chip. A cosa serve (ma, è obbligatorio?)recarsi presso il CITES ? Forse a registrare in un database le nuove arrivate(dall'estero).Cordiali saluti e Auguri di Buon Natale!
    se l'animale è chippato non devi fare nulla tranne che goderti la nuova adozione.
    buon Natale anche a te

  3. #18
    Simpatizzante
    L'avatar di chewan
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Tartarughe in possesso

    sulcate,pardalis,carbonarie

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Per non aprire un'altro topic,ho acquistato in Germania delle marginate 2011,con regolare cites, non chippate(la Germania prevede il chip ad animali superiori ai 500 grammi),cosa devo fare per essere in regola? non vendo, non cedo.

  4. #19
    Contributor
    L'avatar di turtlej
    Località
    Emilia Romagna
    Sesso
    Messaggi
    3,686
    Discussioni
    170
    Like ricevuti
    1269
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni boettgeri, Testudo Marginata, Terrapene carolina carolina, Terrapene carolina triunguis, Terrapene carolina major, Cuora flavomarginata, Rhinoclemmys pulcherrima manni, Chelonoidis carbonaria, Geochelone elegans, Astrochelys radiata, Emys orbicularis, Clemmys guttata, Trachemys scripta elegans, Trachemys scripta scripta, Pseudemys nelsoni, Mauremys reevesii, Chelodina siebenrocki
    Altri rettili in possesso

    Lampropeltis

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Ciao Luigi
    un mesetto prima della scadenza del CITES, fai inserire il minimicrochip da un veterinario, fai compilare l'apposito modulo e attaccaci uno dei codici a barre del chip, fai il pagamento dei 15,49 euro (vado a memoria) e fatti una copia del CITES tedesco.
    Porta a mano (o spedisci) il CITES originale, una ricevuta del bollettino postale, e il foglio comprovante l'inserimento del microchip.
    Dopo una quindicina di giorni riceverai il nuovo CITES definitivo italiano, dopodichè non dovrai più fare nulla.
    Per essere l'immacolato componente di un gregge bisogna innanzitutto essere una pecora.
    (Albert Einstein)

  5. #20
    Simpatizzante
    L'avatar di chewan
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Tartarughe in possesso

    sulcate,pardalis,carbonarie

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Grazie 1000

  6. #21
    Nuovo iscritto
    L'avatar di riccardocama96
    Località
    Lainate
    Sesso
    Messaggi
    3
    Discussioni
    0
    Data Registrazione
    May 2017
    Tartarughe in possesso

    TESTUDO HORSFIELDII

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Buongiorno,
    Avevo intenzione di comprare un thh con cites C e microchip.
    Al momento dell'acquisto, ho notato che il cites giallo era scritto tutto in croato, anche il timbro sul cites era della croazia.
    Non ho concluso nulla poiché non ero molto convinto essendo la mia prima tartaruga in allegato A.
    Chiedo a voi maggiori chiarimenti, non ho dato un'occhiata dettagliata al cites,so che in alto a sinistra c'erano i dati dell'allevatore, non di chi me la stava vendendo. Quando ho chiesto se aveva il Chip, mi è stato risposto di si, non ho fatto caso sul cites se era riportato o meno.
    Resto in attesa di una vostra risposta,
    grazie in anticipo,
    Riccardo.

  7. #22
    Fedelissimo
    L'avatar di CARLINOO
    Località
    COMO
    Sesso
    Messaggi
    3,861
    Discussioni
    17
    Like ricevuti
    1595
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni

    Predefinito Re: Validità di un cites straniero in italia

    Se la fonte ( obbligatoria sul documento ) era C è normale che ci sia il nome dell'allevatore e non del venditore, perchè gli animali con questa fonte sono completamente esenti da qualsiasi comunicazione alle autorità preposte, sia per vendite che per spostamenti, al contrario delle altre fonti. Allo stesso modo è sempre obbligatorio il numero del microchip, che rimane l'unico strumento per identificare una tartaruga ed associarla al documento. Il fatto che sia scritto in altra lingua non ha importanza ( i Cites italiani sono scritti nella nostra lingua ma sono validi in tutta l'Europa ) ed il controllo più importante è la verifica con apposito lettore del numero di microchip.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •