Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 12 di 12
Like Tree6Likes
  • 1 Post By gaddo
  • 3 Post By gaddo
  • 1 Post By gaddo
  • 1 Post By augusto73

Serra riscaldata per le mie Pardalis

Discussione sull'argomento Serra riscaldata per le mie Pardalis contenuta nel forum Outdoor, nella categoria Allestimenti; Ciao, ho da pochi mesi costruito una serra desertica coibentata, termostata, riscaldata e ventilata per tartarughe esotiche. mi sono riferito ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di gaddo
    Località
    roma
    Sesso
    Messaggi
    43
    Discussioni
    6
    Like ricevuti
    33
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    3 Stigmochelys Pardalis 1 Sulcata

    Predefinito Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Ciao, ho da pochi mesi costruito una serra desertica coibentata, termostata, riscaldata e ventilata per tartarughe esotiche.
    mi sono riferito agli studi di Highfield per l'allevamento di tartarughe Sulcata e Pardalis, dopo aver visto che si possono adattare anche a climi rigidi in esterno con pochi accorgimenti e mi sono deciso a provare, sono tartarughe molto rustiche e davvero interessanti da allevare.

    posto qualche foto, da marzo una Pardalis di 12cm sta vivendo qui, e da 1 mese un altro baby Pardalis di 4cm.

    Ho voluto coibentare una struttura in legno di pino trattato garantito 10anni, creando un sandwich di polistirolo e sughero, lo spessore minimo è di 4,5cm, la struttura ha una tenuta termica eccellente che non mi aspettavo ottenendo un ambiente molto asciutto.
    La serra non ha il fondo, e quindi ho usato torba bionda mista a sabbia refrattaria x terrari sopra un letto di ghiaia, il tetto ha una parte in legno ed una finestra in vetro acrilico 2mm apposito per serre senza filtraggi uv.

    un termostato Habistat con timer e dimmer gestisce due riscaldatori in ceramica, la notte garantisco minima di 15° ed il giorno 22°, ma di questo periodo si arriva a 40 col sole, per questo ho aggiunto un termostato a basso costo che gestisce 4 ventole di raffreddamento, e mantengo sui 35°, ma probabilmente dovrò aggiungere un nebulizzatore al tetto presto.

    le tarte ovviamente escono intorno ai 24 gradi, in un recinto con porticina, con il sole sono molto attive e mangianti, la vera prova però sarà in inverno nelle giornate prive di sole, qui ho un microclima molto favorevole perchè mi trovo sul mare e giardino assolato esposto a sud, ma dovrò vedere come si comporteranno a dicembre/gennaio, in realtà temo più l'umidità che il freddo o le eventuali piogge invernali prolungate.

    In questi mesi estivi lascio la grande libera tutto il giorno, perchè il mio giardino è a prova di fuga..
    è fantastico osservare come un'esotica che sceglie cosa mangiare tra le varie erbe e piantine preferisca al mattino le cactacee e la sera il secco; nelle ore calde riposa vicino all'edera, nel tardo pomeriggio si mette a fianco a un vaso che cede calore lentamente e si copre con qualche foglia.


    la struttura misura 180x80cm, di cui 80x80 nella parte coperta, 100x80 nella zona esterna.

    all'interno sotto il tetto ci sono i collegamenti di lampade e termostati, due zone distinte di cui solo una è riscaldata ma ambedue asciutte, con differenza di circa 2 gradi l'una dall'altra. i riscaldatori sono affidati ad un termostato dimmer (quello a sinistra). Ho usato scatole, guarnizioni e nastro gommato per impianti da esterno.


    per il sistema di ventilazione ho usato un termostato economico che gestisce 4 ventole che si attivano sopra i 28°, ed un timer per gestire il ricircolo dell'aria tramite 2 ventole che funzionano ogni ora per 10 minuti.


    Pac-man e Cassiopea nel recinto. è interessante osservare che nelle Pardalis che vivono all'aperto la pigmentazione del carapace sia molto + arancione che il classico giallo chiaro di quelle allevate con lampade.

    Cassiopea al pascolo, sullo sfondo un altro recinto per baby, molto asciutto e drenante ma non riscaldato.
    Alessi0 likes this.

  2. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di kurtino
    Località
    Bologna (provincia)
    Sesso
    Messaggi
    5,457
    Discussioni
    350
    Like ricevuti
    1677
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    THB G. Carbonaria G. Elegans G. Pardalis G. Sulcata Manouria Emys TSS S. Carinatus

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Ciao gaddo, soluzione molto interessante, purtroppo però non riesco a vedere le foto

    Glia altri le vedono?

  3. #3
    Assiduo
    L'avatar di Alessi0
    Località
    Lazio
    Sesso
    Messaggi
    651
    Discussioni
    54
    Like ricevuti
    173
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Tartarughe in possesso

    7 testudo hermanni e 1 sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Davvero interessante!...ma purtroppo neanche io vedo le foto

  4. #4
    Fedelissimo
    L'avatar di cosimo94
    Località
    taranto
    Sesso
    Messaggi
    1,184
    Discussioni
    40
    Like ricevuti
    164
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    hermanni,carbonaria

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Guida inserimento immagini da IMGUR.COM

    comunque garantirei una minima di almeno 18 °C so che le alcune pardalis pardalis sono resistenti al freddo ma comunque dipende dalla zona di provenienza mi sembra un esperimento pericoloso e fatto senza cognizione di causa le pardalis non sono per niente rustiche anzi le malattie alle vie respiratorie cronicizzano facilmente, comunque sono incuriosito da questi metodi alternativi facci sapere...

  5. #5
    Simpatizzante
    L'avatar di gaddo
    Località
    roma
    Sesso
    Messaggi
    43
    Discussioni
    6
    Like ricevuti
    33
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    3 Stigmochelys Pardalis 1 Sulcata

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    provo a reinserirle usando un altro host
    ---->


    la struttura misura 180x80cm, di cui 80x80 nella parte coperta, 100x80 nella zona esterna.


    all'interno sotto il tetto ci sono i collegamenti di lampade e termostati, due zone distinte di cui solo una è riscaldata ma ambedue asciutte, con differenza di circa 2 gradi l'una dall'altra. i riscaldatori sono affidati ad un termostato dimmer (quello a sinistra). Ho usato scatole, guarnizioni e nastro gommato per impianti da esterno.


    per il sistema di ventilazione ho usato un termostato economico che gestisce 4 ventole che si attivano sopra i 28°, ed un timer per gestire il ricircolo dell'aria tramite 2 ventole che funzionano ogni ora per 10 minuti.


    Pac-man e Cassiopea nel recinto. è interessante osservare che nelle Pardalis che vivono all'aperto la pigmentazione del carapace sia molto + arancione che il classico giallo chiaro di quelle allevate con lampade.


    Cassiopea al pascolo, sullo sfondo un altro recinto per baby, molto asciutto e drenante ma non riscaldato.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da cosimo94 Visualizza Messaggio
    Guida inserimento immagini da IMGUR.COM

    comunque garantirei una minima di almeno 18 °C so che le alcune pardalis pardalis sono resistenti al freddo ma comunque dipende dalla zona di provenienza mi sembra un esperimento pericoloso e fatto senza cognizione di causa le pardalis non sono per niente rustiche anzi le malattie alle vie respiratorie cronicizzano facilmente, comunque sono incuriosito da questi metodi alternativi facci sapere...

    Mi sono riferito x l'allevamento delle africane agli studi di Highfield condotti per decenni proprio sulle esotiche africane, non avrei mai rischiato una cosa del genere senza cognizione.
    in realtà i riscaldatori li potrei proprio spegnere la notte...

    si può trovare qualche info su OjaiSulcataProject.org dove si citano i testi dei più famosi erpetologi e le esperienze di allevamento, cose molto interessanti sulle temperature!
    Ultima modifica di gaddo; 27-05-2014 alle 23:14
    cosimo94, Alessi0 and rughis like this.

  6. #6
    Fedelissimo
    L'avatar di cosimo94
    Località
    taranto
    Sesso
    Messaggi
    1,184
    Discussioni
    40
    Like ricevuti
    164
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    hermanni,carbonaria

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Se non sbaglio ne avevamo già parlato parlato sul forum e a quanto ne so solo le pp resistono a temperature basse, comunque quest'inverno la più grande come è stata allevata?

  7. #7
    Simpatizzante
    L'avatar di gaddo
    Località
    roma
    Sesso
    Messaggi
    43
    Discussioni
    6
    Like ricevuti
    33
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    3 Stigmochelys Pardalis 1 Sulcata

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    La grande veniva da terrario indoor di un negozio di rettili, da metà marzo vive nella mia serra, posso dire che ha acquistato un colore più arancione, è molto vivace, sceglie cosa mangiare, non la bagno mai nè offro vegetali umidi, semplicemente sceglie cosa fare e cosa mangiare...
    la temp non è mai scesa sotto i 15°, ovvio che anche io ho paura e la tengo sotto controllo, ma da quanto ho letto nel loro areale le temperature del terreno arrivano anche a 0° durante la notte sia nelle steppe desertiche che sul kilimangiaro dove vivono alcuni ceppi anche sopra i 1000mt,
    loro temono piuttosto l'umidità e l'assenza di sole, il freddo è un aiuto per il loro metabolismo perchè non è sbagliato che facciano alcune ore di bruma.

    ho fatto questa scelta di allevamento perchè vivo in una zona dal microclima propizio con molte ore di sole e nuvole che vanno via in fretta stando sul mare, è un impegno ma aspetterò l'autunno pronto a eventuali interventi per salvaguardarle!

    per ora è uno spasso osservarle attivissime in esterno!
    Alessi0 likes this.

  8. #8
    Assiduo
    L'avatar di augusto73
    Località
    emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    732
    Discussioni
    41
    Like ricevuti
    141
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Tartarughe in possesso

    geochelone pardalis babcoki,elegans indiana,testudo kleinmanni

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Molto bello il tuo sistema,io ho un maschio di 3 anni e posso confermarti che sono resistenti e rustiche,oltre al fatto di riconoscere il padrone ed andargli incontro per ricevere il cibo,mai avuto alcun problema con questa specie,ma come ti hanno detto,stelle sempre dietro non si sa mai.
    gaddo likes this.

  9. #9
    Simpatizzante
    L'avatar di gaddo
    Località
    roma
    Sesso
    Messaggi
    43
    Discussioni
    6
    Like ricevuti
    33
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    3 Stigmochelys Pardalis 1 Sulcata

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Citazione Originariamente Scritto da augusto73 Visualizza Messaggio
    Molto bello il tuo sistema,io ho un maschio di 3 anni e posso confermarti che sono resistenti e rustiche,oltre al fatto di riconoscere il padrone ed andargli incontro per ricevere il cibo,mai avuto alcun problema con questa specie,ma come ti hanno detto,stelle sempre dietro non si sa mai.
    grazie Augusto!
    vedo che hai le elegans e le kleinmanni e ti faccio molti complimenti x la scelta davvero raffinata!

    La pardalis è una tartaruga forte, è elegante quando cammina sulle unghie, si aiuta con le zampe anteriori per strappare le erbacce dal terreno, sceglie il pieno sole per mangiare e il mezzo sole per riposare, e questi sono comportamenti che non possiamo osservare in terrario al chiuso dove si offre cibo e lo spazio è limitato..
    vivo da solo e posso lasciare la mia grande libera e lo sto facendo ogni giorno fino alla sera, il giardino è di 80mq, pieno sole con molte aiuole, tantissime piante ed erbe gradite alle tarta, non dò veleni e lo tengo pulito, sto innaffiando poco per rimanere piu asciutto..lei è precisa come un orologio, ha territorializzato talmente bene che so dove trovarla nei diversi momenti della giornata, quando non è in pieno sole a mangiare come un dinosauro ovviamente.. ho solo paura a lasciarla la notte fuori dal recinto perchè potrebbero passare dei ratti, sono al mare in pineta e ci sono anche i rapaci notturni, bellissimi quando volano nel cielo nero ma la tarta non me la rischio..

    ti posso chiedere misure e peso del tuo maschio di 3 anni?
    non è giovane per stabilirne il sesso?
    la mia grande pesa circa 250gr x 11cm, molto bombata piastrone completamente piatto, mi piace pensare sia una femmina ma è presto..

  10. #10
    Nuovo iscritto
    L'avatar di vincenzolec
    Località
    campani
    Sesso
    Messaggi
    3
    Discussioni
    0
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    THH, THB, horsfield

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Perdonatemi se resuscito questo post, ma cercavo su google "serre per pardalis" e mi è saltato all'occhio questa discussione che trovo estremamente interessante in quanto pensavo di fare una cosa del genere anche io. siccome leggo che ne discutevate a giugno mi chiedevo come stesse procedendo l'osservazione.

  11. #11
    Simpatizzante
    L'avatar di gaddo
    Località
    roma
    Sesso
    Messaggi
    43
    Discussioni
    6
    Like ricevuti
    33
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    3 Stigmochelys Pardalis 1 Sulcata

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzolec Visualizza Messaggio
    Perdonatemi se resuscito questo post, ma cercavo su google "serre per pardalis" e mi è saltato all'occhio questa discussione che trovo estremamente interessante in quanto pensavo di fare una cosa del genere anche io. siccome leggo che ne discutevate a giugno mi chiedevo come stesse procedendo l'osservazione.
    La pardalis in esterno sta bene, non ha mai avuto raffreddori nè problemi respiratori, da quanto osservo nei mesi di novembre e dicembre ha abbassato il suo metabolismo sicuramente si muove meno e mangia meno, nelle belle giornate prende 30/45 minuti di sole prima di attivarsi e mangiare, pascola normalmente e sceglie cosa mangiare; invece in giornate senza sole si rintana a volte nella stalla riscaldata, altre volte in esterno sotto il rosmarino.
    a volte è rimasta anche 3 giorni senza uscire nè alimentarsi perchè non c'era il sole, ma da quello che ho letto sull'allevamento in esterno è normale.
    io sto attento che abbia sempre zone asciutte nel recinto e nella stalla, ho paura dell'umidità, sto facendo questa prova in un giardino dove ci sono molte ore di sole, ed ho temperature controllate dentro la stalla che non vanno mai sotto i 18gradi, ho usato terriccio e sabbia appositi e metto erba secca, uso due riscaldatori in ceramica controllati da un termostato digitale a dimmer habistat che stanno funzionando bene, ma l'ho vista dormire fuori con 7-8 gradi.
    bisognerà vedere nei prossimi 2/3 mesi se non avrà problemi e continuerà ad alimentarsi regolarmente nelle ore di sole, vorrei provare a introdurre più esemplari dalla prossima primavera.

  12. #12
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,835
    Discussioni
    1199
    Like ricevuti
    6438
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Serra riscaldata per le mie Pardalis

    Caspita, ma sicuro che in questo modo non si becca una polmonite?
    Cosa dicono in sintesi questi studi di Highfield a cui stai facendo riferimento?

    Qui in Italia non so se ci sono altri che applicano questo metodo sulle sulcata e sulle pardalis, io non ne conosco.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •