Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 3 di 3

Sistemazione letargo in laghetto

Discussione sull'argomento Sistemazione letargo in laghetto contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; Ciao a tutti, scrivo da Torino e si sa le temperature in inverno non sono caldissime e possono essere anche ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di FILIPPOTARTA
    Località
    SCALENGHE
    Sesso
    Messaggi
    11
    Discussioni
    8
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Tartarughe in possesso

    cinque tartarughe acquatiche
    Altri rettili in possesso

    no

    Predefinito Sistemazione letargo in laghetto

    Ciao a tutti, scrivo da Torino e si sa le temperature in inverno non sono caldissime e possono essere anche molto fredde, io ho un laghetto esterno di circa 1000 litri, per il letargo non intendo muoverle dal laghetto però secondo me l'acqua rischia di gelare essendo profondo circa 70 cm, ho pensato di fare una specie di 'serra' come quelle per l'orto, in modo da coprire interamente il laghetto con questo nilon trasparente in modo che l'acqua non geli e non mi faccia morire le mie tartarughe..voi cosa mi consigliate, ormai non manca molto e voglio organizzarmi bene per non partire in ritardo e rischiare che gelino. Intendo lasciarle fuori, non posso far fare il letargo controllato!!!
    Fatemi sapere vi ringrazio

  2. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    1,632
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    608
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    1.4.0Trachemys Scripta Scripta 1.3.0Graptemys Pseudogeographica Kohnii 1.2.1Clemmys Guttata 1.3.0Kinosternon Scorpioides Cruentatum 1.1.0Claudius Angustatus

    Predefinito Re: Sistemazione letargo in laghetto

    Ciao
    il problema non è solamente l'ipotermia, un laghetto adeguato per un letargo deve rispettare alcune ma fondamentali caratteristiche:

    deve inanzitutto essere profondo almeno un metro con un abbondante strato di fanghiglia/sabbia.
    deve essere ampio almeno un 3x3 con delle sponde a scalini di 15/20 cm facili da scalare per tornare in superficie a respirare qualora ne sentino la necessità
    devono esser presenti appigli in abbondanza come legni e vasi di piante acquatiche ben posizionati e in quantità adeguata da essere di aiuto per la risalita e non d intralcio.

    anche rispettando tutte queste regole (per scongiurare l'annegamento) comunque rimane un margine di rischio...
    se la tarta dovesse avere un problema di salute non te ne accorgeresti perchè in un laghetto così grande sarebbe difficile recuperarla per controllarla periodicamente...cosa invece facilissima durante il letargo controllato

    il mio consiglio è di abbandonare l'idea del letargo all'aperto e di trovare un capanno per gli attrezzi, garage,sottotetto, cantina
    se non hai un luogo adatto potrebbero averlo un amico o un parente dove sistemare le tarta per 4/5mesi del letargo e avere l'accesso 1 volta al mese per il controllo e rabboccando l'acqua evaporata
    Ultima modifica di Lampe14; 28-08-2020 alle 09:23

  3. #3
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,748
    Discussioni
    96
    Like ricevuti
    3233
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Sistemazione letargo in laghetto

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    Ciao
    il problema non è solamente l'ipotermia, un laghetto adeguato per un letargo deve rispettare alcune ma fondamentali caratteristiche:

    deve inanzitutto essere profondo almeno un metro con un abbondante strato di fanghiglia/sabbia.
    deve essere ampio almeno un 3x3 con delle sponde a scalini di 15/20 cm facili da scalare per tornare in superficie a respisre qualora ne sentino la necessità
    devono esser presenti appigli in abbondanza come legni e vasi di piante acquatiche ben posionati e in quantità adeguata da essere di aiuto per la risalita e non d intralcio.

    anche rispettando tutte queste regole (per scongiurare l'annegamento) comunque rimane un margine di rischio...
    se la tarta dovesse avere un problema di salute non te ne accorgeresti perchè in un laghetto così grande sarebbe difficile recuperarla per controllarla periodicamente...cosa invece facilissima durante il letargo controllato

    il mio consiglio è di abbandonare l'idea del letargo all'aperto e di trovare un capanno per gli attrezzi, garage,sottotetto, cantina
    se non hai un luogo adatto potrebbero averlo un amico o un parente dove sistemare le tarta per 4/5mesi del letargo e avere l'accesso 1 volta al mese per il controllo e rabboccando l'acqua evaporata
    quoto al 100%

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •