Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
  • Tre semplici modi per fare maturare il filtro


    Per un ottimo filtraggio del vostro acquario bisognerà provvedere alla maturazione del filtro (solo filtri aventi cannolicchi, figura sottostante), per portare alla formazione della flora batterica nei cannolicchi, la quale eliminerà dall'acqua ammonio e ammoniaca (derivati dalle sostanze organiche come cibo e feci), trasformandoli prima in nitriti e poi in nitrati.
    Bisogna sottolineare che l'ammoniaca e l'ammonio per la tartaruga sono nocivi, quindi è indispensabile riuscire ad eliminarli quasi completamente, ovviamente con un buon filtro ben maturato e tenuto sempre ben pulito.


    Per far maturare il filtro ci sono principalmente tre modi:

    1) Maturazione del filtro con le tartarughe all'interno dell'acquario: In questo modo andremo a far partire il filtro con già tutto il setup dell'acquario e gli animali inseriti al suo interno. I pochi batteri presenti nei cannolicchi non riusciranno ad assimilare e convertire l'enorme quantità di materiale organico filtrato, quindi bisognerà provvedere ad un cambio parziale con dell'acqua declorata per aiutare il filtro e quindi non farlo collassare. La percentuale d'acqua e la frequenza con cui andremo a cambiarla è in funzione alla quantità e alle dimensioni degli animali inseriti nell'acquario. Questo parametro è indicativo, si consiglia comunque di non superare mai il 10% del litraggio totale dell'acquario. Per una maturazione completa bisognerà aspettare circa 30gg di funzionamento. Questo tipo di maturazione è sconsigliata se le tartarughe sono adulte o se l'acquario è affollato, in quanto può portare l'acqua a puzzare ed a ingiallirsi. Comunque, anche in questi casi, bisogna procedere con la maturazione precedentemente descritta, senza cambiare altra acqua in quanto morirebbero tutte le colonie batteriche già formate;

    2) Maturazione del filtro con l'acqua "sporca" dell'acquario: In questo modo andremo a far partire il filtro con già tutto il setup dell'acquario ma senza animali nel suo interno. Bisognerà solo provvedere a rabboccare l'acqua evaporata possibilmente con dell'acqua sempre "sporca" altrimenti utilizzare dell'acqua declorata. Per una maturazione completa bisognerà aspettare circa 20/30gg di funzionamento. Questo tipo di maturazione è il più valido, ovviamente se si ha la possibilità di altri alloggiamenti per le tartarughe nel periodo di maturazione;

    3) Maturazione del filtro con attivatori batterici: In questo modo andremo a far partire il filtro con già tutto il setup dell'acquario, aggiungendo all'acqua una quatità di attivatore batterico indicato dal fornitore in modo da portare alla formazione delle colonie batteriche.
    Dopo già 3/4 giorni si potranno inserire gli animali nell'acquario. Questo tipo di maturazione è il più veloce, però non porta alla completa maturazione delle colonie batteriche all'interno del filtro. Questo tipo di maturazione è sconsigliata se le tartarughe sono adulte o se l'acquario è affollato in quanto può portare al collasso del filtro.

    Alla fine del periodo di maturazione è bene fare il test dei nitriti e dei nitrati per controllare se i valori dell'acqua sono dentro la norma. Il valore dei nitriti deve essere compreso tra 0 e 0,3 mg/l, mentre per i nitrati il valore deve essere compreso tra 0 e 12.5 mg/l. Se i valori nel test non sono compresi in questi range si consiglia di prolungare la maturazione del filtro per altri 8/10gg e poi riprovare a fare il test.

    Una volta che il filtro è maturo e avete inserito le tartarughe nell'acquario bisognerà fare dei cambi parziali dell'acqua circa ogni 7gg del 10% del litraggio totale della vasca, con dell'acqua declorata e sifonare il fondale per aspirare i residui organici presenti nel fondale, aiutando cosi il filtro nella sua fase di filtraggio.

    Per un filtraggio ottimale dell'acquario si consiglia l'utilizzo di un filtro esterno, in quanto è molto più potente, più semplice da pulire e non ruba spazio all'interno dell'acquario rispetto ai filtri da inserire direttamente della vasca.


    N.B.: Gli avanzi di cibo ed escrementi presenti in acqua vengono trasformati in ammonio e ammoniaca dai microrganismi presenti nell'acqua.
    L'ammonio e ammoniaca vengono trasformati in nitriti che a loro volta vengono trasformati in nitrati. I nitrati non vengono più rielaborati e si accumulano nell'acquario e l'unico modo per asportarli è l'evaporazione dell'acqua o dei cambi parziali.
    Quindi la presenza di nitrati sul test indica che il filtro sta lavorando bene, mentre la presenza di un'elevata quantità di ammonio e ammoniaca o nitriti indica che il filtro ha dei problemi o non è completamente maturo.
    Alessi0 and Solenoide like this.