Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
  • Testudo marginata

    Area di distribuzione
    Testudo marginata è originaria della Grecia ed è diffusa anche in alcune isole dell' Egeo, Albania Sud Occidentale e Italia (Sardegna e Toscana) dove è stata introdotta in epoca preromana.

    Classificazione
    Regno: Animalia
    Phylum: Chordata
    Classe: Reptilia
    Ordine: Testudines
    Sottordine: Cryptodira
    Superfamiglia: Testudinoidea
    Famiglia: Testudinidae
    Genere: Testudo
    Specie: Testudo marginata

    Caratteristiche fisiche
    E' la tartaruga di più grandi dimensioni tra il genere Testudo, può raggiungere in casi eccezionali i 40/45 cm. di piastrone, con un peso di 12-13 kg., di norma però non supera i 35 cm. Gli esemplari presenti nel Peloponneso sono di taglia ridotta (circa 25 cm.), da non confondersi però con le T. m. weissingeri, ancora più piccole, che occupano una porzione di territorio molto limitato, e precisamente sul versante esposto ad Occidente dei monti Taygetos, nella parte centrale del Peloponneso.
    Le caratteristiche principali della T. marginata sono: l'ampia svasatura a forma di ventaglio del margine posteriore del carapace, e le macchie nere a forma di triangolo rovesciato presenti nel piastrone. In alcuni esemplari sono presenti dei piccoli tubercoli nella parte posteriore delle cosce (simili a quelli della T. graeca). La colorazione del carapace degli esemplari giovani è di norma tendente al castano chiaro o giallo nella parte centrale degli scuti, e nero nella loro parte marginale. Crescendo assumono una colorazione omogenea che può essere bruna o grigio-nera.
    Nelle foto seguenti nell'ordine: T.m. Peloponneso; T.m. Grecia; T.m. Sardegna. E' evidente che il carapace delle T.m. Peloponneso e Grecia è molto più tondeggiante rispetto a quello delle T.m. Sardegna



    Dimorfismo sessuale
    Il sesso in questa specie è determinabile con certezza non prima dei 4-5 anni.
    Il maschio adulto ha il piastrone leggermente concavo, la coda più grossa con l'apertura cloacale spostata verso la punta, inoltre il ventaglio posteriore è molto più accentuato rispetto a quello della femmina. La testa del maschio poi è sempre visibilmente più grossa e larga.
    Nelle foto sotto coppia di T.m. ceppo Peloponneso Sud-Orientale.


    Alimentazione
    Testudo marginata è strettamente vegetariana, richiede una dieta ricca di fibre e calcio, che ricava dalle erbe selvatiche come il tarassaco (foglie e fiori), piantaggine, malva, sonchus, germogli di gramigna, trifoglio bianco, campanella bianca (foglie e fiori), e tante altre erbe campestri e verdure (preferibilmente di stagione) come radicchio, cicoria, indivia scarola. La frutta non deve superare il 5% della dieta e sconsiglio assolutamente di fornire cibo di origine animale.

    Allevamento
    Questa specie va allevata tutto l'anno all'aperto in ampio recinto soleggiato, con zone d'ombra ricavate da bassi cespugli e rifugi costituiti da casette in legno posizionate in zone rialzate, per prevenire il pericolo di ristagni di acqua in caso di forti pioggie, e con l'apertura rivolta a Sud-Est. A mio avviso indispensabile una collinetta per le deposizioni e una bassa e larga vaschetta con l'acqua sempre pulita, che permetta alle tartarughe di bere ed eventualmente bagnarsi.
    Se allevata in Nord Italia, Testudo marginata entra in letargo di solito da Novembre per poi risvegliarsi verso la fine di Marzo, mentre al Sud Italia e sulle Isole il letargo avviene da fine Novembre ai primi giorni di Marzo.


    Accoppiamento e riproduzione
    In cattività questa specie raggiunge la maturità sessuale a circa 7 anni il maschio, e a 9-10 anni la femmina, mentre in natura un paio di anni più tardi.
    Al risveglio dal letargo, il maschio inizia subito (tralasciando quasi di nutrirsi) l'opera di corteggiamento in modo abbastanza aggressivo, mordendo le zampe e colpendo il carapace della femmina, con il proprio. Quando la femmina decide di concedersi, avviene la copula, durante la quale il maschio emette suoni acuti e striduli.
    Le prime deposizioni avvengono verso metà - fine Maggio, per ripetersi durante la stagione per 2 o 3 volte, raramente 4, a intervalli di circa 21 giorni, salvo particolari condizioni climatiche avverse (grande siccità) che rallentano il normale ciclo. Di norma vengono deposte da 8 a 12 uova, ma non sono rari casi in cui esemplari di grosse dimensioni riescano a produrne anche 16-18 .
    Le T. marginata ceppo del Peloponneso non superano le 8 uova per deposizione, anzi sono molto più comuni "covate" da 5-6 uova.



    Cura dei piccoli
    Le uova se incubate a 30-31 gradi ed una umidità dell'80% si schiuderanno dopo circa 60 giorni. I cuccioli alla nascita pesano da 12 a 15 grammi e misurano circa 3 cm.
    Il loro recinto è consigliabile che sia diviso in due zone: una secca e arida e una umida con ciuffi di erba (vedi foto). Io personalmente uso tagliare tutte le verdure e le varie erbe a pezzetti e una volta ogni 10 giorni aggiungo al cibo un integratore multivitaminico con sali minerali.

    Legislazione
    E' inclusa in appendice 2 CITES e in allegato A del reg. CE 338/97
    rughis, Gekos, maura72 and 10 others like this.