Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 2 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 120
Like Tree35Likes

Baby sternotherus indoor setup

Discussione sull'argomento Baby sternotherus indoor setup contenuta nel forum Indoor, nella categoria Allestimenti; ciao fangs. anzitutto complimenti per la dedizione, non hai badato a spese e pari molto attento alle tartarughe. per quanto ...

  1. #16
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    ciao fangs.
    anzitutto complimenti per la dedizione, non hai badato a spese e pari molto attento alle tartarughe.
    per quanto riguarda la vasca, secondo me c'è qualcosina da aggiustare.
    per prima cosa, l'acqua è veramente molto bassa, a causa della presenza della roccia di resina: io porterei l'acqua a 5 cm dal vetro anteriore, e posizionerei un sughero o una piattaforma commerciale a calamite sul vetro posteriore, questo consentirà di alzare l'acqua e aumentarne il volume.
    substrato: anche se un substrato non è strettamente necessario, una vasca col fondo nudo a me personalmente fa un po' tristezza, inoltre le sternotherus amano un fondo morbido - che si può ottenere con sabbia di fiume (sabbia silicea per edilizia finissima) - per infossarsi.
    filtri: già un pratiko 400 mper quella vasca è mostruosamente sproporzionato, 2 filtri diventano realmente eccessivi, creando un movimento d'acqua abnorme specie per tartarughe di piccola taglia. Se tu possedessi una tartaruga di torrente, tipo le megacephalum, capirei la volontà di creare uno tsunami in vasca per simulare le turbolenze di un torrente di montagna, ma con delle piccole sternotherus tenere 2 pratiko 400 con 40 litri d'acqua lo trovo realmente smodato. ti suggerisco di toglierne uno dei due e di togliere anche il filtrino interno, ti verranno buoni quando creerai una seconda vasca per le Odoratus, per il momento un solo pratiko 400 basta e avanza, verifica che non crei troppa corrente e cerca di ridurre la turbolenza montando una spray bar con gli ugelli direzioonati contro il vetro, oppure usa sassi, legni o altri ostacoli per tentare di smorzare e rompere il getto di mandata del filtro.
    arredi: a parte la roccia in resina e il livello d'acqua, di cui ti ho già dato il mio parere, non hai valutato la possibilità di usare piante vere anzichè piante artificiali? potresti provare con la classica egeria/elodea lasciata galleggiare nella vasca, oppure piante da paludario coltivate tipo "idroponica" come pothos, spatifillo e singonio.

  2. #17
    Contributor Mod
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    1,313
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    501
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    1.4.0Trachemys Scripta Scripta 1.3.0Graptemys Pseudogeographica Kohnii 1.2.1Clemmys Guttata 1.3.0Kinosternon Scorpioides Cruentatum

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Ciao Fangs,
    finalmente qualche foto! ho fatto fatica a leggere tutto ma credo di aver capito il tuo ragionamento
    Non allevo sternoterus ma mi sento di dare la mia opinione riguardo al tuo setup, aspettando che rispondano i più esperti della specie.

    Si vede che ti dedichi molto tempo e impegno ai tuoi animali ma a mio parere stai esagerando da una parte e peccando dall'altra... mi spiego meglio..

    - filtro interno ed uno esterno mi sembrano esagerati...hai un ossessione per il filtraggio
    quel filtro esterno debitamente potenziato è più che sufficiente.. all'interno lascerei un solo strato di spugna azzurra come filtraggio meccanico e il resto lo riempirei di cannolicchi in vetro sinterizzato per filtraggio biologico dirigendo il flusso sulla superficie per creare un pò di movimento.

    -nonostante quello che a volte si legge sulle sterno sono ottime nuotatrici anche da baby (io stesso ho visto con stupore come delle minuscole baby odoratus nuotano tranquillamente in una colonna d'acqua di mezzo vetro senza appigli in una vascone di un negozio)
    alzerei l'acqua fino a pochi centimetri dal bordo anteriore della vasca... eliminerei quella zona emersa ingombrante (e il filtro interno) per avere molto più spazio per il nuoto con un pezzetto di corteccia galleggiante

    - le piante finte si sporcano molto...io come appigli (che comunque male non fanno) metterei giusto una radice che arriva in superficie o piante vere...tipo dell'egeria densa...
    so che apprezzano nascondigli sul fondo come piccole caverne o mezzi vasi di coccio come ti ha scritto Gibo..

    -manca la spot! il calore è l'attivatore che permette il processo di sintetizzazione della vitamina D3! La uvb per una odoratus è quasi ininfluente in quanto la traggono direttamente dall'alimentazione, tanto che anche allevatori rinomati le allevano senza uvb.. una lampada a vapori di mercurio è il top dell'illuminazione artificiale ma forse un pò sprecato..

    -Riscaldatore: a volte è utile per tenerle un pochino più attivi gli animali nei mesi invernali percepiscono il cambio di stagione e tendono a rallentare e mangiare di meno (e non c'è niente di male in questo, sia chiaro)
    se in casa hai una temperatura costante di 18/20 gradi secondo me puoi spegnerlo.. So che Le sterno di Gibo mangiano e sono attive anche con meno di 15 gradi in vasca!

    Son d'accordo a separare odoratus da carinatus... son da evitare i minestroni di specie... ma se non hai intenzione di aumentare numero di animali io credo che la convivenza sia possibile in un unico allestimento più grande.. così potresti evitare di raddoppiare vasca, lampade filtri

  3. #18
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    ciao fangs.
    anzitutto complimenti per la dedizione, non hai badato a spese e pari molto attento alle tartarughe.
    per quanto riguarda la vasca, secondo me c'è qualcosina da aggiustare.
    per prima cosa, l'acqua è veramente molto bassa, a causa della presenza della roccia di resina: io porterei l'acqua a 5 cm dal vetro anteriore, e posizionerei un sughero o una piattaforma commerciale a calamite sul vetro posteriore, questo consentirà di alzare l'acqua e aumentarne il volume.
    substrato: anche se un substrato non è strettamente necessario, una vasca col fondo nudo a me personalmente fa un po' tristezza, inoltre le sternotherus amano un fondo morbido - che si può ottenere con sabbia di fiume (sabbia silicea per edilizia finissima) - per infossarsi.
    filtri: già un pratiko 400 mper quella vasca è mostruosamente sproporzionato, 2 filtri diventano realmente eccessivi, creando un movimento d'acqua abnorme specie per tartarughe di piccola taglia. Se tu possedessi una tartaruga di torrente, tipo le megacephalum, capirei la volontà di creare uno tsunami in vasca per simulare le turbolenze di un torrente di montagna, ma con delle piccole sternotherus tenere 2 pratiko 400 con 40 litri d'acqua lo trovo realmente smodato. ti suggerisco di toglierne uno dei due e di togliere anche il filtrino interno, ti verranno buoni quando creerai una seconda vasca per le Odoratus, per il momento un solo pratiko 400 basta e avanza, verifica che non crei troppa corrente e cerca di ridurre la turbolenza montando una spray bar con gli ugelli direzioonati contro il vetro, oppure usa sassi, legni o altri ostacoli per tentare di smorzare e rompere il getto di mandata del filtro.
    arredi: a parte la roccia in resina e il livello d'acqua, di cui ti ho già dato il mio parere, non hai valutato la possibilità di usare piante vere anzichè piante artificiali? potresti provare con la classica egeria/elodea lasciata galleggiare nella vasca, oppure piante da paludario coltivate tipo "idroponica" come pothos, spatifillo e singonio.
    Ciao gibo,
    grazie per i consigli e per il tuo interessamento, ti rispondo alle varie domane/proposte da te fatte:

    1) Il livello dell’acqua è alto più o meno 6-7 cm (la foto è stata scattata quando il livello era tenuto più basso)

    2) Avevo messo una piattaforma tempo fa, l’ho tolta perché le tarta si mettevano sotto, il più delle volte però rimanevano incastrate a causa del livello basso dell’acqua.

    3) Preferisco il fondo “nudo” senza substrato, più facile da pulire anche se esteticamente brutto. Ma il fondo nudo è più funzionale con il sistema di filtraggio da me utilizzato. (utilizzare la potenza di uscita del flusso per spingere i rifiuti direttamente nella griglia di aspirazione. I rifiuti essendo pesanti, stazionano sul fondo, se utilizzo un substrato come la sabbia finirei con spingerla all’interno del filtro.)

    4) Appartengo ad una filosofia di pensiero diversa: preferisco averne due, mostruosamente sovradimensionati. Questo mi permette di prolungarne la manutenzione. La prima manutenzione fatta è stata ad Ottobre (ben 5 mesi d’avvio) e devo dire che non ho avuto nessuna sorpresa! Sto testando vari e diversi setup di filtraggio per prolungare la manutenzione a 6-7 mesi prima di aprire e controllare il filtro.

    5) Il filtro interno ha solo l’utilità di smuovere e rompere la patina oleosa che si andrebbe a formarsi sul livello dell’acqua, senza contare che in questo modo mi ossigena anche. Come detto nel punto 3 gli ugelli di uscita dei filtri sono a livello del fondo e posizionati in direzione della griglia di aspirazione. Senza il filtro esterno non c’è nulla che mi smuova e mi ossigeni l’acqua.
    * La mente di una persona allargata da nuove idee, non riacquista più la dimensione originale.

  4. #19
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    1) l'acqua è opportuno alzarla: le sternotherus sono tartarughe buone nuotatrici, e con qualche appiglio non hanno nessun problema a sostare in acqua alta, un livello d'acqua basso non serve a nulla e riduce i litri.

    2) molto meglio la piattaforma della roccia, alzando l'acqua non avrai problemi.

    3) capisco, ma piuttosto che tenere il fondo nudo, userei ghiaione a grana grossolana, che non è a rischio ingestione e non può essere aspirato dal filtro.

    4) qui non si tratta di "scuola di pensiero", si tratta del fatto che queste specie di tartarughe predilogono acque ferme o a lento scorrimento, e metterle in una vasca con uno tsunami generato da un filtro con capacità 20 o 50x il volume netto della vasca è, oltre che eccessivo, stressante per gli animali che si troveranno sempre in condizioni di corrente eccessiva, faticando a nuotare e muoversi e trovandosi in una situazione stressante, che non ha senso per queste specie (ripeto, diverso se allevassi delle p. mergacephalum che vivono in torrenti montani, ma non è il caso delle sternotherus!). Solitamente si consigliano filtri con capacità da 2x a 3x il volume netto della vasca, personalmente (specie in inverno abbassando i livelli d'acqua per il letargo) sono arrivato anche a 5x o più, ma sono già situazioni nelle quali il flusso d'acqua comincia ad essere un po' truoppo turbolento per queste specie... e si finisce per creare stress. Si può ridurre la corrente e creare un flusso più soffuso usando una spraybar lunga e direzionata contro un vetro, in modo che l'acqua coli dal vetro su una lunghezza ampia.

    5) con un pratico 400 e 40 litri d'acqua (diventassero anche un centinaio alzando il livello al max) un filtro interno ti ruba solo volume in vasca, a mio parere.

    ovviamente poi ognuno fa come crede, i miei sono solo consigli essendo già passato da molti allestimenti e avendo capito diverse cose da errori e dall'osservazione del comportamento degli animali nel corso degli anni.

  5. #20
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    Ciao Fangs,
    finalmente qualche foto! ho fatto fatica a leggere tutto ma credo di aver capito il tuo ragionamento
    Non allevo sternoterus ma mi sento di dare la mia opinione riguardo al tuo setup, aspettando che rispondano i più esperti della specie.

    Si vede che ti dedichi molto tempo e impegno ai tuoi animali ma a mio parere stai esagerando da una parte e peccando dall'altra... mi spiego meglio..

    - filtro interno ed uno esterno mi sembrano esagerati...hai un ossessione per il filtraggio
    quel filtro esterno debitamente potenziato è più che sufficiente.. all'interno lascerei un solo strato di spugna azzurra come filtraggio meccanico e il resto lo riempirei di cannolicchi in vetro sinterizzato per filtraggio biologico dirigendo il flusso sulla superficie per creare un pò di movimento.

    -nonostante quello che a volte si legge sulle sterno sono ottime nuotatrici anche da baby (io stesso ho visto con stupore come delle minuscole baby odoratus nuotano tranquillamente in una colonna d'acqua di mezzo vetro senza appigli in una vascone di un negozio)
    alzerei l'acqua fino a pochi centimetri dal bordo anteriore della vasca... eliminerei quella zona emersa ingombrante (e il filtro interno) per avere molto più spazio per il nuoto con un pezzetto di corteccia galleggiante

    - le piante finte si sporcano molto...io come appigli (che comunque male non fanno) metterei giusto una radice che arriva in superficie o piante vere...tipo dell'egeria densa...
    so che apprezzano nascondigli sul fondo come piccole caverne o mezzi vasi di coccio come ti ha scritto Gibo..

    -manca la spot! il calore è l'attivatore che permette il processo di sintetizzazione della vitamina D3! La uvb per una odoratus è quasi ininfluente in quanto la traggono direttamente dall'alimentazione, tanto che anche allevatori rinomati le allevano senza uvb.. una lampada a vapori di mercurio è il top dell'illuminazione artificiale ma forse un pò sprecato..

    -Riscaldatore: a volte è utile per tenerle un pochino più attivi gli animali nei mesi invernali percepiscono il cambio di stagione e tendono a rallentare e mangiare di meno (e non c'è niente di male in questo, sia chiaro)
    se in casa hai una temperatura costante di 18/20 gradi secondo me puoi spegnerlo.. So che Le sterno di Gibo mangiano e sono attive anche con meno di 15 gradi in vasca!

    Son d'accordo a separare odoratus da carinatus... son da evitare i minestroni di specie... ma se non hai intenzione di aumentare numero di animali io credo che la convivenza sia possibile in un unico allestimento più grande.. così potresti evitare di raddoppiare vasca, lampade filtri
    1) Il flusso del Fluval 406 è sprecato sulla superficie, avrei poca possibilitÃ# di indirizzare i rifiuti verso le griglieÂ…la filtrazione meccanica è importante! I rifiuti sono solidi (escrementi, avanzi di ciboÂ…) e non devono entrare in contatto con i cannolicchi! Avere più materiale meccanico mi aiuta a fermare i rifiuti prima dello scompartimento dei cannolicchi. Dove si depositano i rifiuti, si formano colonie di batteri della decomposizione. I cannolicchi non devono entrare in contatto con i rifiuti e/o viceversa per garantire la sopravvivenza dei batteri nitrificanti i queli verrebbero letteralmente “soffocati” da quelli decomposti che sono molto più veloci nella formazione, colonizzazione e crescita. Avere più strati di materiale meccanico mi aiuta!

    2) Il livello dellÂ’acqua che vedi nella foto non è veritieroÂ…perché quando lÂ’ho scattata non avevo ancora aggiunto lÂ’acqua precedentemente evaporata. Ho visto con i miei occhi le sterno nuotareÂ… non hanno lÂ’eleganza delle trachemisÂ… sono al quanto buffe e mi faccio un sacco di risate a guardarle, ma se la cavano egregiamente! A dir la veritÃ# non vedo lÂ’ora di alzare ancora il livello dellÂ’acqua!

    3) Le piante finte le utilizzano per dormirci…lo so..sporcano! Le lavo ogni settimana, ma ho più paura delle piante vive che delle finte…ho paura delle alghe e dell’eventuale formazione!

    4) Tocchiamo un altro tastoÂ… sto cercando di acquaistare la Vapori di mercurio!! (consigli su Solar Raptor o Exo Terra Solar Glo?)

    5) La temperatura è fissa a 26°… esternamente ci sono 20-22°! La temperatura a 26° mantiene attivo il sistema immunitario, le incoraggia a mangiare e aiuta meglio la loro digestione!

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    1) l'acqua è opportuno alzarla: le sternotherus sono tartarughe buone nuotatrici, e con qualche appiglio non hanno nessun problema a sostare in acqua alta, un livello d'acqua basso non serve a nulla e riduce i litri.

    2) molto meglio la piattaforma della roccia, alzando l'acqua non avrai problemi.

    3) capisco, ma piuttosto che tenere il fondo nudo, userei ghiaione a grana grossolana, che non è a rischio ingestione e non può essere aspirato dal filtro.

    4) qui non si tratta di "scuola di pensiero", si tratta del fatto che queste specie di tartarughe predilogono acque ferme o a lento scorrimento, e metterle in una vasca con uno tsunami generato da un filtro con capacità 20 o 50x il volume netto della vasca è, oltre che eccessivo, stressante per gli animali che si troveranno sempre in condizioni di corrente eccessiva, faticando a nuotare e muoversi e trovandosi in una situazione stressante, che non ha senso per queste specie (ripeto, diverso se allevassi delle p. mergacephalum che vivono in torrenti montani, ma non è il caso delle sternotherus!). Solitamente si consigliano filtri con capacità da 2x a 3x il volume netto della vasca, personalmente (specie in inverno abbassando i livelli d'acqua per il letargo) sono arrivato anche a 5x o più, ma sono già situazioni nelle quali il flusso d'acqua comincia ad essere un po' truoppo turbolento per queste specie... e si finisce per creare stress. Si può ridurre la corrente e creare un flusso più soffuso usando una spraybar lunga e direzionata contro un vetro, in modo che l'acqua coli dal vetro su una lunghezza ampia.

    5) con un pratico 400 e 40 litri d'acqua (diventassero anche un centinaio alzando il livello al max) un filtro interno ti ruba solo volume in vasca, a mio parere.

    ovviamente poi ognuno fa come crede, i miei sono solo consigli essendo già passato da molti allestimenti e avendo capito diverse cose da errori e dall'osservazione del comportamento degli animali nel corso degli anni.
    Concordo il tutto tranne il punto 4.

    Non ho nessun tsunami in vasca... il flusso del 406 è regolabile, è posizionato al poca cosa più del minimo, le sterno ci nuotano anche nel flusso senza problemi. Lo spengo al momento del pasto e lo accendo nuovamente quando hanno finito!
    * La mente di una persona allargata da nuove idee, non riacquista più la dimensione originale.

  6. #21
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Citazione Originariamente Scritto da FANGS Visualizza Messaggio
    Non ho nessun tsunami in vasca... il flusso del 406 è regolabile, è posizionato al poca cosa più del minimo, le sterno ci nuotano anche nel flusso senza problemi. Lo spengo al momento del pasto e lo accendo nuovamente quando hanno finito!
    ho guardato i dati del filtro, fa 1450 litri/ora di portata, l'unica spiegazione al fatto che tu non abbia una corrente fortissima in vasca è che tu abbia chiuso parzialmente i rubinetti, non so se la cosa faccia bene al filtro nel lungo periodo ma lascio la parola a Leonida su questo.
    fatto sta che secondo me uno solo di questi filtri per la vasca è già esagerato... terrei il secondo spento in attesa di prendere in futuro una seconda vasca...
    poi ripeto, i miei sono consigli, poi sei liberissimo di fare i tuoi esperimenti.
    ciao
    CARLINOO likes this.

  7. #22
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    ho guardato i dati del filtro, fa 1450 litri/ora di portata, l'unica spiegazione al fatto che tu non abbia una corrente fortissima in vasca è che tu abbia chiuso parzialmente i rubinetti, non so se la cosa faccia bene al filtro nel lungo periodo ma lascio la parola a Leonida su questo.
    fatto sta che secondo me uno solo di questi filtri per la vasca è già esagerato... terrei il secondo spento in attesa di prendere in futuro una seconda vasca...
    poi ripeto, i miei sono consigli, poi sei liberissimo di fare i tuoi esperimenti.
    ciao
    L’avevo spiegato...1450lh sono la portata a vuoto, ossia senza nessu media filtrante installato all’interno del filtro! La portata scende ulteriormente quando si installano i media...credo che si aggiri intorno ai 1200LH!! Le aziende produttrici pubblicizzano i dati della portata di un filtro SEMPRE con calcolo a “vuoto”!!
    Il flusso è regolabile sul Fluval406 (così come sul Pratiko) in questo modo non si crea nessun handicap al filtro, anzi ci sono benefici solo sui cannolicchi, in quanto la bassa pressione dell’acqua in arrivò permette che la stessa si “rompa” a contatto con i cannolicchi stessi creando “vuoti d’aria” tra i cannolicchi e il flusso! Questo vuoti sono benefici per i batteri in quanto danno loro una piccola quantità di ossigeno necessaria alla loro crescita! Ricordo che il flusso dell’acqua stessa ha un valore importante durante la maturazione del filtro stessa!! Un flusso troppo potente rallenta la crescita dei batteri in quanto l’ossigeno presente viene meno!

  8. #23
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    di filtri esterni ne ho e ne ho avuti diversi... per me un filtro come il jbl e901 (portata dichiarata 900 l/h per acquari fino a 300 litri) risulta più che adeguato su una vasca da 100x40 con 25/30 cm di acqua (che poi al netto di arredi e substrato faranno 100 litri netti), e francamente i primi mesi a filtro vergine la corrente in vasca era davvero notevole.
    continuo a pensare che un filtro da 1400 l/h (per quanto dichiarati tanto quanto i 900 del jbl) per 40 litri siano davvero tanto, e che un filtro non solo basti, ma avanzi e anche tanto.
    comunque se ti trovi bene, la corrente in vasca non è troppa e le tartarughe non mostrano segni di stress... allora va bene.
    resta il consiglio di alzare l'acqua che così è davvero molto bassa.
    CARLINOO and jonname84 like this.

  9. #24
    Contributor Mod
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    1,313
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    501
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    1.4.0Trachemys Scripta Scripta 1.3.0Graptemys Pseudogeographica Kohnii 1.2.1Clemmys Guttata 1.3.0Kinosternon Scorpioides Cruentatum

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Io ho una pompa con portata di 1200lt/h in un laghetto da 1000 litri tu in una vasca da 40... Il filtraggio é importante ma stiamo parlando di tartarughe molto resistenti che se ne infischiano di acqua perfetta! non come pesci tropicali particolarmente sensibili a temperature, certi valori dell'acqua e ph.. Senza offesa alcuna ma secondo me sei un pelo esagerato sul discorso filtraggio per questo anche io Son d'accordo con Gibo che il filtro interno è sicuramente superfluo

    Come ogni settimana dedichi tempo a pulire le piante finte puoi sifonare il fondo eliminando gli escrementi piu grossolani.. Per esempio

    Non ho mai avuto lampade ai vapori di mercurio ma sono sicuro che sono entrambe marche conosciute e valide perché su questo forum si nominano spesso

  10. #25
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    di filtri esterni ne ho e ne ho avuti diversi... per me un filtro come il jbl e901 (portata dichiarata 900 l/h per acquari fino a 300 litri) risulta più che adeguato su una vasca da 100x40 con 25/30 cm di acqua (che poi al netto di arredi e substrato faranno 100 litri netti), e francamente i primi mesi a filtro vergine la corrente in vasca era davvero notevole.
    continuo a pensare che un filtro da 1400 l/h (per quanto dichiarati tanto quanto i 900 del jbl) per 40 litri siano davvero tanto, e che un filtro non solo basti, ma avanzi e anche tanto.
    comunque se ti trovi bene, la corrente in vasca non è troppa e le tartarughe non mostrano segni di stress... allora va bene.
    resta il consiglio di alzare l'acqua che così è davvero molto bassa.
    Credetemi...so benissimo che un Fluval406/Pratiko400 sono troppo sovradimensionati per 42 litri...

    La mia priorità è acqua cristallina e soprattutto che non puzzi, (altrimenti mia moglie caccia di casa prima me e poi le tartarughe )
    In più, ho basato l'acquisto pensando anche al futuro, ossia per l'allestimento della nuova vasca.

    La differenza tra un filtro da 400lt e uno da 100lt sta principalmente della potenza della pompa, e sulla superficie di filtraggio dei materiali (che per ovvie ragioni avranno sempre una superficie più ampia su un filtro più grosso.

    Sfrutto la superficie filtrante del 406 in pieno, ma con un rateo di potenza-mandata d'acqua inferiore rispetto alla piena portata del Fluval406!
    Questo proprio per evitare di arreccare danno/stress alle tartarughe. In parole povere, ampia superficie di filtraggio con una potenza inferiore è come utilizzare un filtro da 100 litri ma con una superficie dedicata alla filtrazione più ampia, che si traduce in una migliore e accurata filtrazione meccanico-biologica e un rateo di manutenzione inferiore!

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    Io ho una pompa con portata di 1200lt/h in un laghetto da 1000 litri tu in una vasca da 40... Il filtraggio é importante ma stiamo parlando di tartarughe molto resistenti che se ne infischiano di acqua perfetta! non come pesci tropicali particolarmente sensibili a temperature, certi valori dell'acqua e ph.. Senza offesa alcuna ma secondo me sei un pelo esagerato sul discorso filtraggio per questo anche io Son d'accordo con Gibo che il filtro interno è sicuramente superfluo

    Come ogni settimana dedichi tempo a pulire le piante finte puoi sifonare il fondo eliminando gli escrementi piu grossolani.. Per esempio

    Non ho mai avuto lampade ai vapori di mercurio ma sono sicuro che sono entrambe marche conosciute e valide perché su questo forum si nominano spesso
    Sifono il fondo ogni settimana quando pulisco le piante, più che il fondo, smuovo i ciottoli e aspiro le porcherie che si sono insidiate sotto!

    LA lampada ai vapori di mercurio è una valida alternativa al semplice fatto di avere 2 portalampada, e quando una vasca per tartarughe fa parte dell'arredo di una stanza, meno porcherie ci sono e meglio è (ciabatte,prese,tubi,fili ecc..)

    Unico problema con la vapori di mercurio sarebbe l'altezza per la perfetta irradiazione, seguendo le schede della exo terra (parliamo della lampada solar glo) dovrei posizionarla a ben 90 cm di altezza/distanza dalla zona emersa, questo mi implica all'acquisto (o alla creazione di un supporto) che mi mantenga la lampada in sospensione a 80-90cm!!
    * La mente di una persona allargata da nuove idee, non riacquista più la dimensione originale.

  11. #26
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    le piante artificiali non sono indispensabili, se in vasca hai quella roccia finta, o al suo posto metti una piattaforma in resina (turtle bank) e in vasca un legno in resina (mi pare di capire che non vuoi tannino in acqua anche se benefico), le tartarughe non avranno problemi: le sternotherus sono tutt'altro che scarse nuotatrici, io la mia prima baby (era microscopica) l'ho messa subito in un laghetto in giardino realizzato con un mastellone rettangolare interrato, l'acqua era alta 35 cm e c'era un unico tronco, lei stava benissimo in acqua fonda e quando voleva si arrampicava lungo il tronco.
    ho visto anche baby sternotherus tenute in acquari di pesci tropicali, con acqua profonda 40 / 50 cm e nessun appiglio, non consiglierei di farlo ma le tartarughe ci stavano da mesi senza grossi problemi.

    per le lampade, se ne vuoi una sola, la lampada giusta è la "Solar Raptor 35W Flood", che puo' essere appesa ad un portalampada con braccio, e che deve stare a 25 / 35 cm dalla zona emersa (non so quale lampada debba stare a 80 / 90 cm senza che i raggi UVB perdano efficiacia).
    Se vuoi saperne di più puoi dare un occhio a questo post:
    Informazioni su solar raptor
    o cercare il post sull'allestimento della vasca di "andrea13"

  12. #27
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Quella da tenere a 80-90cm di altezza è la Solar Glo della linea Exo-terra, sempre ovviamente seguendo la loro linea guida... Exo Terra : Solar Glo / Lampada come il sole

    Sinceramente volevo optare per questa solo perchè è l'unica che ho trovato disponibile in Italia sulla baya.
    * La mente di una persona allargata da nuove idee, non riacquista più la dimensione originale.

  13. #28
    Contributor Mod
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    1,313
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    501
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    1.4.0Trachemys Scripta Scripta 1.3.0Graptemys Pseudogeographica Kohnii 1.2.1Clemmys Guttata 1.3.0Kinosternon Scorpioides Cruentatum

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Redbug | SolarRaptor - 35w Flood

    il nostro sponsor redbug

  14. #29
    Appassionato
    L'avatar di FANGS
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    217
    Discussioni
    7
    Like ricevuti
    35
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus Odoratus Sternotherus Carinatus

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    Grazie del link Lampe14,

    sai dirmi a che altezza dev'essere posizionata per una corretta emissione?
    * La mente di una persona allargata da nuove idee, non riacquista più la dimensione originale.

  15. #30
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,338
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2931
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Baby sternotherus indoor setup

    sono sincero, quello schema non mi torna, se vuoi scaldare la zona emersa a 30 / 33 gradi (se la piattaforma non è calda le sternotherus non ci salgono) la lampada dovrebbe stare a 20 / 30 cm ed erogherebbe 5 "pallini", inoltre mi risulta che la tecnologia delle Solar Raptor abbia superato queste lampade tutto in uno con attacco standard e27.
    La Solar Raptor la trovi su Redbug o altri negozi online, trovi anche l'accenditore (ballast) originale (oppure nei negozi di elettronica trovi i compatibili generici philps e osram), trovi anche il braccio e il portalampada exoterra.

    Citazione Originariamente Scritto da FANGS Visualizza Messaggio
    Grazie del link Lampe14,

    sai dirmi a che altezza dev'essere posizionata per una corretta emissione?
    trovi la risposta nel link sopra

Pagina 2 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •