Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 32

Acquaterrario - Errori a catena

Discussione sull'argomento Acquaterrario - Errori a catena contenuta nel forum Indoor, nella categoria Allestimenti; Originariamente Scritto da pierpi ciao serena/lucia (?) se non sono trachemys non devi fare nessuna denuncia Cavolo..sono pessima.. delle cose ...

  1. #16
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da pierpi Visualizza Messaggio
    ciao serena/lucia (?)
    se non sono trachemys non devi fare nessuna denuncia
    Cavolo..sono pessima.. delle cose che imparo metà le imparo sbagliate.. Probabilmente a breve scoprirò che ho tre tartarughe di terra

    Citazione Originariamente Scritto da pierpi Visualizza Messaggio
    le vedresti dall'alto così come le vedresti in natura. non essere egoista,
    già queste bestioline le costringiamo a vivere in galera, che sia almeno una galera che riproduca in piccola parte il loro ambiente naturale e per il quale si sono evolute in milioni di anni.
    sono molto timide perchè non hanno strumenti di difesa e devono avere un rifugio dove sentirsi protette.
    Ok..mi hai ufficialmente convinto

    Hai per caso delle piante da indicarmi? Non ho messo niente sul fondo ma questo punto servirebbe?

    P.S. Ma la tua vasca da 500 litri era un mastello? E quante tarta ci stavano? E lo tenevi fuori?
    P.P.S. Serena!

  2. #17
    Assiduo
    L'avatar di pierpi
    Località
    sanzaccaria - ravenna emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    727
    Discussioni
    46
    Like ricevuti
    146
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    testudo hermanni 1 , geochelone carbonaria 1 2 sternotherus odoratus , 1 graptemis pseudogeographica

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    un tralcio di potos, radici in acqua e tutto il resto fuori, facendo attenzione di non creargli appigli per salire. o quasiai altra pianta che cresca bene in acqua coltura.
    in un garden sapranno consigliarti.
    no, un ex acquario per piante d'acqua, 150 x 70 x h50. più zona asciutta ,
    lo tengo nel portico, che all'occorrenza chiudo, e attraverso un passaggio potevano uscire a fare basking.
    ci tenevo 4 Tss, quelle che adesso ho nel laghetto

  3. #18
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Ok..procedo con le modifiche..

    Certo che vedere le dimensioni delle vasche che servirebbero mi fa pensare che sto inanellando una serie di acquisti sbagliati..

    Ancora grazie

  4. #19
    Assiduo
    L'avatar di pierpi
    Località
    sanzaccaria - ravenna emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    727
    Discussioni
    46
    Like ricevuti
    146
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    testudo hermanni 1 , geochelone carbonaria 1 2 sternotherus odoratus , 1 graptemis pseudogeographica

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    none, ti serviranno per le prossime

    bruta roba la tartarughite

  5. #20
    Contributor Mod
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    1,281
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    495
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    1.4.0Trachemys Scripta 1.2.0Graptemys Pseudogeographica 0.0.4Clemmys Guttata 1.1.0Kinosternon Scorpioides Cruentatum

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    Ciao e benvenuta

    sei sicura siano trachemys scripta? dovrebbero essere fuori commercio ormai da anni..
    metti una foto delle tarta e per scrupolo anche dell'allestimento attuale

    Tartarugando - Guida all'inserimento immagini tramite IMGUR.COM
    Tartarugando - Guida all'inserimento immagini tramite Tapatalk


    io ti sconsigliere di lasciare la vasca in zona notte, il filtro può essere fastidioso... soprattutto l'eden che è un buon filtro ed economico ma non certo tra i più silenziosi

    per tre presunte trachemys la vasca è già stretta, potresti rimediare subito sostituendo la vasca attuale con una samla ikea da 130 litri..
    resistente pratica ed economica.. e per questa stagione andrà bene
    per 3 esemplari adulti servirà un volume acquatico di 200/250 litri a testa quindi una vasca che tenga dai 600 agli 800 litri

    Per questi animali l'allevamento all'aperto è l'ideale visto anche le dimensioni della vasca che dovrai dargli nel breve futuro..
    ma altrettanto lo è l'esposizione.. se lo spazio all'aperto che hai è sempre esposto al sole diretto rischi surriscaldamento dell'acqua a meno di ombreggiare la vasca con qualche stratagemma
    se hai invece un terrazzo/ giardino esposto alla luce diretta solo al mattino e poi ombra il resto della giornata è l'ideale
    mi auto cito..
    come pensavo non si tratta di trachemys ma di mauremys Sinensis, in libera vendita

    queste tartarughe diventano enormi, possono superare i 30cm di carapace

    questa è una femmina adulta :



    impensabile allevarle indoor in acquario figuriamoci 3
    ora sono ancora giovani e una samla ikea può bastare ma ,sperando non ci siano sessi opposti, andranno allevate in un grosso mastello (esistono anche quelli da 1000litri) oppure dovrai separare l'eventuale maschio dalle femmine in una seconda vasca (i maschi arrivati alla maturità sessuale possono arrivare a ferire gravemente le femmine per costringerle a continui accoppiamenti)

    Se, come dicevo sopra, hai spazio idoneo all'esterno molto bene
    altrimenti mettere il mastello all'interno del capannone mi sembra l'unica strada percorribile ma andrà aggiunta lampada specifica come Solar raptor Flood 35W

    Filtro esterno sovradimensionato del doppio rispetto i litri netti in vasca (sono specie dalla cute delicata quindi un buon filtraggio è indispensabile)
    Zona emersa con un grosso pezzo di corteccia di sughero, in caso di femmine secchio di sabbia per deposizione uova

    lascerei perdere piante da acquario o piante con radice libera in acqua..verrebbero rotte e divorate
    io mi concentrerei su piante palustri in vaso e protette da rete plastificata per non farle mangiare dalle tarta... ma indoor non è facile che reggano

    - - - Aggiornato - - -

    Non aver paura a fare modifiche di allestimento o alimentazione.
    prima lo fai prima staranno più a loro agio

    è assolutamente necessaria una fonte di calore che fornisca almeno 30/35 gradi sulla zona emersa per termoregolarsi e asciugarsi completamente
    il riscaldatore dell'acqua è inutile in questa stagione e anche in inverno se la vasca è in un locale ben riscaldato

    scheda alimentazione acquatiche:
    http://www.tartarugando.it/content/2...cquatiche.html

    - - - Aggiornato - - -

    mi pare di capire che se vuoi trasferirle in ufficio io ti consiglierei

    - una samla ikea 130 litri come vasca
    - una zona emersa galleggiante come si deve come un pezzo di sughero
    - la solar raptor puntata sopra al sughero
    - il filtro esterno che già hai

    così completerai un all'estimento valido almeno fino alla prossima primavera (a occhio e croce sembrano ancora piccoline)

  6. #21
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    mi auto cito..
    come pensavo non si tratta di trachemys ma di mauremys Sinensis, in libera vendita

    queste tartarughe diventano enormi, possono superare i 30cm di carapace

    questa è una femmina adulta :



    impensabile allevarle indoor in acquario figuriamoci 3
    ora sono ancora giovani e una samla ikea può bastare ma ,sperando non ci siano sessi opposti, andranno allevate in un grosso mastello (esistono anche quelli da 1000litri) oppure dovrai separare l'eventuale maschio dalle femmine in una seconda vasca (i maschi arrivati alla maturità sessuale possono arrivare a ferire gravemente le femmine per costringerle a continui accoppiamenti)

    mi pare di capire che se vuoi trasferirle in ufficio io ti consiglierei

    - una samla ikea 130 litri come vasca
    - una zona emersa galleggiante come si deve come un pezzo di sughero
    - la solar raptor puntata sopra al sughero
    - il filtro esterno che già hai

    così completerai un all'estimento valido almeno fino alla prossima primavera (a occhio e croce sembrano ancora piccoline)
    - - -
    Grazie Lampe.. non nascondo che la foto mi ha davvero sconcertato..

    Al momento non so davvero cosa fare..e sono in stallo.. Nel frattempo però le tartarughe crescono tanto che una è riuscita a buttarsi fuori dall'acquario e ha fatto un volo di più di un metro..per fortuna senza conseguenze. Davvero non capisco come abbia potuto fare..l'ipotesi più probabile (pur sempre fantascientifica) è che si sia arrampicata sui tubi del filtro o al gancio a molla che tiene la lampada UVB.

    Purtroppo la la SAMLA in ufficio non va bene.. vengono infatti clienti (pochi ma molto facoltosi) e una acquario minimal snob potrebbe passare.. ma quello di plastica purtroppo no..

    Se non ho capito male le tartarughe sono asessuate fino ai primi 5 anni..quindi potrebbero vivere insieme almeno per altri 4.. giusto?

    Ipotizzando di ricominciare tutto da capo, di portarle a lavoro dentro al capannone (ma non in ufficio) e di fare un'acquisto che vada bene per i prossimi 5 anni quale volume d'acqua sarebbe accettabile per farle vivere comodamente?
    E cosa sarebbe consigliato per riscaldare così tanta acqua?
    Trascorsi i 5 anni potrei pensare di far costruire una vasca fuori o qualcosa di simile anche in base al sesso delle 3..

    Grazie..spero di essere stata chiara nonostante la confusione in testa!

  7. #22
    Assiduo
    L'avatar di pierpi
    Località
    sanzaccaria - ravenna emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    727
    Discussioni
    46
    Like ricevuti
    146
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    testudo hermanni 1 , geochelone carbonaria 1 2 sternotherus odoratus , 1 graptemis pseudogeographica

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    struttura esterna in legno, vasca in vetro, fondale in polistirolo scolpito

    https://imgur.com/8RMmws9

    ammemipiacefarepastrocchi

  8. #23
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,198
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2900
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Quoto Lampe.
    IL riscaldatore non serve, si tratta di una specie rustica che vive a climi continentali e fa letargo anche sotto il ghiaccio.
    Come soluzione temporanea ti consiglierei una cassapallet da 600 litri, messa all'aperto in una zona semi-ombreggiata (sole diretto solo al mattino per evitare surriscaldamento), grossa zona emersa ben fissata (es. asse di legno ben bloccata alla vasca) e filtro esterno oppure un grosso vaso di falso papiro o iris pseudacorus circondato da retina per proteggere la pianta dalle tartarughe.

  9. #24
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    Quoto Lampe.
    IL riscaldatore non serve, si tratta di una specie rustica che vive a climi continentali e fa letargo anche sotto il ghiaccio.
    Come soluzione temporanea ti consiglierei una cassapallet da 600 litri, messa all'aperto in una zona semi-ombreggiata (sole diretto solo al mattino per evitare surriscaldamento), grossa zona emersa ben fissata (es. asse di legno ben bloccata alla vasca) e filtro esterno oppure un grosso vaso di falso papiro o iris pseudacorus circondato da retina per proteggere la pianta dalle tartarughe.

    Grazie per le osservazioni.
    Una soluzione come proponi quanto potrebbe durare?
    E andrebbe bene anche d'inverno? Abito a Pisa.. dove le temperature abbastanza miti (raramente nevica) ma oscillano comunque tra il 5° e i 13° nei mesi più freddi. Sono un poco scettica perchè l'anno scorso le tre tartarughe, che vivevano senza riscaldatore (comunque in casa - temperatura tra il 18 e i 22 °C) , verso ottobre diventarono abuliche e ritornarono vitali sono con l'inserimento del riscaldatore.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da pierpi Visualizza Messaggio
    struttura esterna in legno, vasca in vetro, fondale in polistirolo scolpito

    https://imgur.com/8RMmws9

    ammemipiacefarepastrocchi
    Sbaglio o questa versione sarebbe assai dolorosa economicamente?

  10. #25
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,198
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2900
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da Serelu Visualizza Messaggio
    Grazie per le osservazioni.
    Una soluzione come proponi quanto potrebbe durare?
    E andrebbe bene anche d'inverno? Abito a Pisa.. dove le temperature abbastanza miti (raramente nevica) ma oscillano comunque tra il 5° e i 13° nei mesi più freddi. Sono un poco scettica perchè l'anno scorso le tre tartarughe, che vivevano senza riscaldatore (comunque in casa - temperatura tra il 18 e i 22 °C) , verso ottobre diventarono abuliche e ritornarono vitali sono con l'inserimento del riscaldatore.
    se riesci a prendere un mastellone agricolo / enologico tondo da 1000 litri, può essere una soluzione definitiva.
    Oltre alla zona emersa, serviranno dei fori di troppo pieno e magari un coperchio in rete elettrosaldata bloccata alla vasca per evitare evasioni.
    Se le temperature sul fondo della vasca non scendono sotto i +3 / +4 gradi, puoi lasciare le tartarughe nella vasca anche per tutto l'inverno, avendo l'accortezza di abbassare il livello d'acqua e arrestare il filtro; volendo potresti applicare attorno alla vasca del materiale isolante (polistirene, lana di roccia, legno) in modo da creare isolamento termico sia per l'estate (surriscaldamento) sia per l'inverno.
    In alternativa puoi ripescare le tartarughe ai primi feddi intensi (normalmente a inizio dicembre), metterle in una vaschetta con poca acqua dentro un locale chiuso non riscaldato (un garage, un magazzino, un sottotetto, una cantina, un box attrezzi, ecc.) e lasciarle fino al cessare del freddo intenso: le taratrughe faranno letargo ferme in poca acqua.


    Citazione Originariamente Scritto da Serelu Visualizza Messaggio
    Sbaglio o questa versione sarebbe assai dolorosa economicamente?
    per 3 M. sinensis adulte, la soluzione dell'immagine (acquaterrario in vetro indoor con lampade) dovrebbe avere dimensioni colossali con costi di realizzazione (e consumi elettrici) esorbitanti, e un minore benessere delle taratrughe, che sono una specie rustica e che necessita di molta esposizione solare, e che quindi andrebbe allevata all'aperto, dove un grande mastellone costituisce una soluzione di semplice realizzazione, duratura (questi vasconi sono sostanzialmente eterni) e ideale per gli animali, che godranno della luce solare e del naturale avvicendamento delle stagioni, come in natura.
    Ultima modifica di gibo; 20-08-2019 alle 22:07

  11. #26
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    La situazione mi sta scappando di mano..
    Sono dovuta correre a casa perchè una tartaruga era nuovamente riuscita a uscire e non si trovava.. Sono riuscita a scovarla sotto un armadio dopo quasi due ore di ricerche e, presa dall'esasperazione, ho messo le tre tartarughe nella vasca del bagno..
    Poi sono passata da Ikea e ho comprato una Samla temporanea.. L'ho riempita d'acqua e tra un paio di giorni porterò tartarughe, filtro, riscaldatore e luci.
    Questa soluzione mi servirà giusto per allestire il mastello

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    se riesci a prendere un mastellone agricolo / enologico tondo da 1000 litri, può essere una soluzione definitiva.
    Oltre alla zona emersa, serviranno dei fori di troppo pieno e magari un coperchio in rete elettrosaldata bloccata alla vasca per evitare evasioni.
    Se le temperature sul fondo della vasca non scendono sotto i +3 / +4 gradi, puoi lasciare le tartarughe nella vasca anche per tutto l'inverno, avendo l'accortezza di abbassare il livello d'acqua e arrestare il filtro; volendo potresti applicare attorno alla vasca del materiale isolante (polistirene, lana di roccia, legno) in modo da creare isolamento termico sia per l'estate (surriscaldamento) sia per l'inverno.
    Cerco di seguire quanto consigliato:
    vorrei acquistare questo https://www.manomano.it/p/mastellone...del_id=2077939
    Sul fondo dovrei mettere sassi e qualcosa tipo mattoni per permettere anfratti?


    Lo metterei in questa posizione in modo che avrebbero del sole diretto nelle ore centrali del giorno e un ambiente luminoso per il resto della giornata:
    .
    Potrei inoltre mettere una lampada con il timer

    Lo riempirò d'acqua e inserirò le piante suggerite (falso papiro o iris pseudacorus): in questo caso serve comunque il filtro? Avete un modello da suggerirmi?
    Dopo quanto dovrebbe entrare in funzione il mastello così da poterci mettere le tarta?

    Per quanto riguarda il riscaldamento la temperatura invernale sarà tra gli 0° e i 15°..
    Sicuramente inserirò l'isolante come mi hai detto..però continuo a temere per le basse temperatura. Perdona l'insistenza: le scheda de che leggo di questa tipologia consigliano tutte il riscaldatore e io penserei a qualcosa tipo l'Eheim jager
    ThermoControl-e 300w (per acquari da 600 a 1000 litri)
    Sbaglio?

    Grazie assai!!




  12. #27
    Assiduo
    L'avatar di pierpi
    Località
    sanzaccaria - ravenna emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    727
    Discussioni
    46
    Like ricevuti
    146
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    testudo hermanni 1 , geochelone carbonaria 1 2 sternotherus odoratus , 1 graptemis pseudogeographica

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    io la penso così, ma sono un neofita.
    le acquatiche possono essere buone nuotatrici, ma vivono in acquitrini, paludi e comunque in acque basse, si inabissano solo per il letargo.
    o sbaglio ?
    per questioni di spazio le alleviamo in mastelloni che più di tanto non possono essere grandi, le più fortunate hanno il laghetto.avendo spazio penso preferiscano larghezza e lunghezza alla profondità.
    il mastellone postato da serelu è si di mille litri ma la larghezza sarà solo di meno di 140 cm., due pagaiate ed è già arrivata, fine della nuotata.
    una vasca diciamo 150 x 70 x 50 in vetro da 10 o 12 mm. non ha un costo esagerato, chiedi ad un vetraio un preventivo.


    per la posizione farei il contrario, ombra nelle ore più calde e sole al primo mattino.
    per far maturare bene il filtro ci vuole quasi un mesetto durante il quale metterai prima un pesciolino, poi due, poi le piante e infine le tarte.
    se le tieni all'aperto e le ricoveri per il letargo a che ti servono riscaldatore e lampade ?

  13. #28
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    6,198
    Discussioni
    88
    Like ricevuti
    2900
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Testudo, Trachemys, Pleurodeles, Bufo alvarius

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    secondo me la vasca che hai postato diametro 140 h 90 per 1000 litri è una buona soluzione, economica e duratura, potendo investire qualcosa in più, esiste anche il modello da 1500 litri, considerando che queste tartarughe vivono svariati decenni, secondo me potrebbe valere la pena investire qualche euro in più per la vasca:
    https://www.inferramenta.it/catalogo...sto-uva607527L

    dovrai predisporre una zona emersa, inizialmente puoi prendere un grosso pezzo di corteccia grezzo di sughero, puoi dovrai fissare un'ampia asse di legno che sopporti il peso di più Mauremys sisnensis adulte, parliamo di qualche kg di peso.

    Come filtro, puoi prendere un filtro per laghetto a pressione completo di pompa e tubi in kit; con un modello a pressione non hai il problema del posizionamento del filtro, che può essere messo dove preferisci (es. posato a terra accanto alla vasca).
    Anche con una grossa pianta centrale protetta da rete (per evitare distruzione dalle tartarughe), secondo me con più M. sinensis avrai un carico organico elevato, personalmente monterei un filtro per laghetto con lampada UVC (evito di proporti soluzioni artigianali fai-da-te a meno che tu non abbia buone capacità nel bricolage).

    Come posizionamento per la vasca, io ti consiglio di metterla all'aperto, messa a nord-est, in modo che prenda sole al mattino e poi vada in ombra.
    Nessuna lampada.
    Potrai praticare col trapano dei fori di troppo pieno da 18 / 20 mm, posti a 20 cm dal colmo dell vasca, il bordo libero impedirà la fuga finchè le tartarughe sono piccole, quando cresceranno potrebbero essere in grado, dalla zona emersa, di scavalcare un bordo di 20 cm, pertanto potrai (in futuro) applicare un coperchio alla vasca fatto con rete (quella elettrosaldata per il cemento armato oppure la rete da recinzione reperibile nei brico creando una cornice rigida) fissata alla vasca (con fascette o altro).

    Personalmente ti sconsiglio a priori il vetro: costoso, pesante, difficile e fragile da spostare, a rischio di esplosione col gelo, le siliconature nel tempo si seccano possono cedere e necessitare manutenzione o smontaggio e reincollaggio.

  14. #29
    Assiduo
    L'avatar di pierpi
    Località
    sanzaccaria - ravenna emilia romagna
    Sesso
    Messaggi
    727
    Discussioni
    46
    Like ricevuti
    146
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    testudo hermanni 1 , geochelone carbonaria 1 2 sternotherus odoratus , 1 graptemis pseudogeographica

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Personalmente ti sconsiglio a priori il vetro: costoso, pesante, difficile e fragile da spostare, a rischio di esplosione col gelo,
    infatti non lo userei mai per esterno
    le siliconature nel tempo si seccano possono cedere e necessitare manutenzione o smontaggio e reincollaggio.
    se ben fatto dura decenni, una vasca che feci più di trent'anni fa funziona ancora ( 250 litri) e in casa ne ho due (500 litri) che hanno ormai più di ventanni.

    la ragiono così, potendo, alla gabbia preferisco la voliera , alla boccia l'acquario, alla vaschetta il mastellone, al mastellone il laghetto.

    d'altra parte tanti vivono in due locali più servizi, invecchiano, lavorano e hanno dei figli.
    però una casa fuori città .......................

  15. #30
    Simpatizzante
    L'avatar di Serelu
    Località
    Pisa
    Sesso
    Messaggi
    13
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Tartarughe in possesso

    Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Acquaterrario - Errori a catena

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    secondo me la vasca che hai postato diametro 140 h 90 per 1000 litri è una buona soluzione, economica e duratura, potendo investire qualcosa in più, esiste anche il modello da 1500 litri, considerando che queste tartarughe vivono svariati decenni, secondo me potrebbe valere la pena investire qualche euro in più per la vasca:
    https://www.inferramenta.it/catalogo...sto-uva607527L

    Grazie mille..
    Se riesco a trovare una posizione idonea per il mastello da 1000 L allora opterò per quello da 1500 dal momento che l'area non varia di molto.. Fatico a trovare la soluzione perchè qui le zone sono completamente esposte o minimamente esposte al sole.

    Su Ali baba ho trovato questa soluzione che mi semplificherebbe molto lo scenario :
    https://italian.alibaba.com/product-...c59b14f2P2faqH
    Avete esperienza per acquisti su questo sito? Ho inviato loro un'email per capire tempi e costi del trasporto..
    Oppure osservazioni su questa soluzione (sto guardando sempre la vasca da 1500L)

    Sul mastello o vasca devo mettere ciottoli o ricreare un qualche fondale?

    Ultima domanda.. forse la più importante:
    le tre tartarughe - il cui guscio varia tra i 5 e gli 8 cm (hanno mezzo di un anno e mezzo) potrebbero stare nella Samla fino a fine inverno? Questo mi permetterebbe di trasferirle fuori dopo il freddo evitandomi paturnie/patemi dovute a completa ignoranza nella gestione del letargo) e di allestire il mastello / vasca "studiandoci" un pò sopra..

    Grazie mille per gli aiuti..davvero fondamentali..

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •