Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 36
Like Tree1Likes

come gestire la temperatura laghetto?

Discussione sull'argomento come gestire la temperatura laghetto? contenuta nel forum Outdoor, nella categoria Allestimenti; Saluti a tutti, mi sono appena registrato, complimenti il sito e il forum sono molto belli Premessa i primi di ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito come gestire la temperatura laghetto?

    Saluti a tutti,
    mi sono appena registrato, complimenti il sito e il forum sono molto belli

    Premessa
    i primi di agosto ho trovato abbandonata in mezzo ad una strada statale in provincia di Milano dove vivo uno splendido esemplare di elegans
    Femmina e probabilmente di una quindicina d'anni
    Ho avuto In passato tartarughe acquatiche e sono sempre stato appassionato
    ho subito adottato la bestiola e allestito un laghetto da 1000l in giardino dove lei é la regina
    stiamo per entrare nella brutta stagione e so per quello che ho letto (mi sono documentato allo sfinimento) che i 65 cm di profonditá della vasca non sono molti e in caso di temperature particolarmente rigide potrebbe fare un letargo non in sicurezza

    arrivo al sodo
    gli ultimi inverni qui a milano non sono stati particolarmente rigidi ma non voglio corre rischi.
    Pensavo di coprire con una serra il laghetto per l'inverno
    proteggendolo da intemperie e tenere la temperatura dell'aria sotto serra qualche grado più alto e di conseguenza anche l'acqua

    seconda ipotesi che é quella che vorrei Adottare é utilizzare un riscaldatore per laghetti (li trovo in commercio utilizzati per le carpe koi ) con il quale tenere sotto controllo su 5/6 gradi la temperatura dell'acqua
    ce ne sono parecchi in commercio ma non riesco proprio a valutare quale faccia al caso mio
    potete darmi qualche consiglio?

    a breve foto di Tartaruga e laghetto

  2. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    3,594
    Discussioni
    63
    Like ricevuti
    2283
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.5.0 Trachemys scripta 1.1.0 Trachemys scripta elegans 1.1.1 Kinosternon baurii. 1.5.6 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Non hai un posto per un letargo controllato?

    Sposto nella sezione giusta

  3. #3
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    In cantina o in box vorrei evitare non sono attrezzato e non vorrei "dimenticarla"
    non credo neanche raggiunga la temperatura ideale per il letargo... Rischierei un mezzo letargo più dannoso
    Con quello che ho speso per il laghetto vorrei trovare una soluzione per lasciarla lì tutto l'anno
    Anzi lasciarle... Forse accolgo una coppia di TSS

  4. #4
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    1,930
    Discussioni
    54
    Like ricevuti
    1010
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus 1.2 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Bufo alvarius Pleurodeles Waltl

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    secondo me il letargo controllato è la cosa più sicura e conveniente.
    il problema non è solo la temperatura, ma la risalita, infatti col metabolismo rallentato gli animali sono lenti e rischiano di scivolare se le sponde della vasca sono ripide e liscie/scivolose, finendo per non riuscire a risalire per prendere aria ed affogare. pertanto, oltre alla certezza che la minima sul fondo non scenda sotto i +4°C (cosa che potresti forse garantire con una serra o il riscaldatore), dovresti mettere lungo tutte le pareti della vasca delle reti metalliche a maglia fine, e comunque a parte tutto io non dormirei sonni tranquilli, avendo continuamente il "tarlo" del ghiaccio da romprere, della risalita, se gli animali moriranno, se li rivedrò a primavera ecc.
    col letargo controllato non spendi nulla per la serra o per il riscaldatore (che tra l'altro immagino consumerebbe l'ira di dio), ti basta una vaschetta di plastica (ikea 1 euro cadauna) e le tartarughe non rischiano; non c'è il problema di dimenticarle, perchè in sostanza non devi fare assolutamente nulla... giusto dimenticarle e al massimo vedere se l'acqua necessita di rabbocco una volta ogni 15/20 giorni.
    circa eventuali temperature subottimali io non mi preoccuperei eccessivamente, questi animali sono enormemente adattabili tanto che occupano diverse aree a clima eterogeneo (da aree continentali a subtropicali e tropicali - ti basta vedere gli areali che hanno invaso nella nostra penisola con zone a clima mediterraneo nei pressi del mare dove gli inverni sono miti), se disponi di un locale non riscaldato quale cantina, sottotetto, solaio, garage, box attrezzi, ecc. secondo me non avrai nessun problema.
    se non ne disponi direttamente, puoi vedere magari presso qualche parente e amico.
    il laghetto comunque lo sfrutterai da metà marzo a metà novembre, quindi direi che è ben sfruttato

  5. #5
    Simpatizzante
    L'avatar di bonovoxpride
    Località
    Ischia
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    24
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    2

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Sfrutto il topic per chiedere alcune cose sul letargo:
    Ho una cantina, contro eventuali topi metto una rete sulla vaschetta?
    Preferiscono buio, luce, luce soffusa...la cantina è molto profonda e lunga quindi ho diverse tonalità di luce e anche temperatura
    Quando le tiro su dal laghetto ad ottobre novembre? me lo fanno capire che stanno andando in letargo non mangiando più o verifico comunque la temperatura dell'acqua?
    Per le gambusie invece mi sembra di aver capito che sopravvivono all'inverno fuori

    Poi quando sarà il momento chiederò invece come comportarmi con il filtro, la pompa e soprattutto le piante

  6. #6
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Im

  7. #7
    Contributor Mod
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    3,594
    Discussioni
    63
    Like ricevuti
    2283
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.5.0 Trachemys scripta 1.1.0 Trachemys scripta elegans 1.1.1 Kinosternon baurii. 1.5.6 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Citazione Originariamente Scritto da bonovoxpride Visualizza Messaggio
    Sfrutto il topic per chiedere alcune cose sul letargo:
    Ho una cantina, contro eventuali topi metto una rete sulla vaschetta?
    Meglio di si

    Preferiscono buio, luce, luce soffusa...la cantina è molto profonda e lunga quindi ho diverse tonalità di luce e anche temperatura
    Buio

    Quando le tiro su dal laghetto ad ottobre novembre? me lo fanno capire che stanno andando in letargo non mangiando più o verifico comunque la temperatura dell'acqua?
    Dipende un po' dalla stagione, io mi oriento quando non le vedo più apparire per chiedere cibo e qunado le vedi lo rifiutano.

    Per le gambusie invece mi sembra di aver capito che sopravvivono all'inverno fuori
    Nessunissimo problema per loro.

    Poi quando sarà il momento chiederò invece come comportarmi con il filtro, la pompa e soprattutto le piante
    Il filtro e la pompa possono rimanere attivi più a lungo e nel tuo caso... anche sempre.
    La pompa va protetta dal gelo che immagino nemmeno sappiate come è fatto.

    Se preferisci puoi però spegnerla e riattivarla a primavera. Il filtro lo svuoti e pulisci e stop.

    Le piante... quelle in vaso stanno dove sono senza alcun problema. Quelle galleggianti (se ne hai ancora) secondo me reggeranno al clima mite del sud, ma per sicurezza ne puoi prelevare una parte e portarla anche più al riparo.

  8. #8
    Simpatizzante
    L'avatar di bonovoxpride
    Località
    Ischia
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    24
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    2

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Grazie mille. Le galleggianti le ho tutte anzi troppe non sono state gradite dalle trachemys. Hanno mangiato solo la.morsus ranae e qualche foglia di ninfea.
    Quindi aspetto a loro

    Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk

  9. #9
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?






    consigli di ogni genere?
    piante ma quali?
    mettere rocce sul fondo allo scopo di creare una nicchia riparata sotto la scaletta di legno?
    mettere qualche pezzo di rete sulle pareti per aiutarla durante il letargo per salire a respirare?
    serra a coprire completamente il lago con una sola apertura..
    apprezzo i vostri preziosi consigli ma sono ostinato a fargli fare il letargo all'aperto

  10. #10
    Assiduo
    L'avatar di lesueurii
    Località
    marche
    Sesso
    Messaggi
    995
    Discussioni
    45
    Like ricevuti
    312
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Tartarughe in possesso

    Kinosternon subrubrum hippocrepis , Kinosternon flavescens

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Sono d' accordo con gibo e leonida , per non rischiare il letargo faglielo fare in casa .. in un laghetto questa specie potrebbe riuscire tranquillamente a fare il letargo ma il tuo laghetto , come già ti hanno spiegato , non ha i requisiti necessari per garantirti di rivedere la tartaruga viva la primavera successiva ..

    - - - Aggiornato - - -



    - - - Aggiornato - - -

    in un laghetto del genere molte specie di tartarughe , la tua compresa , possono svolgerci tranquillamente il letargo e passarci la vita ma il tuo , in inverno , rischia di rivelarsi una trappola in quanto ha le sponde troppo ripide

    - - - Aggiornato - - -

    foto presa da google

  11. #11
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Anche se metto reti sulle pareti più ripide?
    Quindi mi devo arrendere al letargo controllato in cantina?
    bocciato il letargo all'aperto sotto tutti i punti di vista troppo pericoloso? Che ne faccio del laghetto? Spengo l'impianto è tolgo l'acqua?

  12. #12
    Assiduo
    L'avatar di lesueurii
    Località
    marche
    Sesso
    Messaggi
    995
    Discussioni
    45
    Like ricevuti
    312
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Tartarughe in possesso

    Kinosternon subrubrum hippocrepis , Kinosternon flavescens

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Potresti mettere delle reti ma un margine di rischio resta sempre ..
    Il laghetto perchè toglierlo ? quando la tartaruga avrà terminato il letargo controllato puoi rimettercela e lasciarcela dalla primavera all autunno

  13. #13
    Simpatizzante
    L'avatar di Lampe14
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    91
    Discussioni
    4
    Like ricevuti
    5
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Tartarughe in possesso

    0.1.0 TSE / 1.2.0 TSS / 0.0.3 GPK

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    No ovviamente il laghetto rimane lì dov'é ma a questo punto vale la pena consumare corrente per mantenere in funzione la pompa?
    lasciare dentro l'acqua a "marcire" con la pompa spenta forse é meglio svuotarla

  14. #14
    Assiduo
    L'avatar di lesueurii
    Località
    marche
    Sesso
    Messaggi
    995
    Discussioni
    45
    Like ricevuti
    312
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Tartarughe in possesso

    Kinosternon subrubrum hippocrepis , Kinosternon flavescens

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    La pompa / filtro certamente ti conviene spegnerla in quanto sarebbe inutile tenerla in funzione .. ma l'acqua puoi benissimo lasciarcela , non marcisce mica .. anzi se ci cascano dentro un po di foglie , rami ecc meglio pure .. in questo modo infatti viene a crearsi un equilibrio batterico che la prossima primavera potrai sfruttare per inserire piante acquatiche .. infatti le piante per sopravvivere hanno bisogno che nel laghetto ci sia una certa carica batteriologica .. in un laghetto '' asettico '' e fin troppo pulito non crescerebbero bene ..

  15. #15
    Contributor Mod
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    3,594
    Discussioni
    63
    Like ricevuti
    2283
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.5.0 Trachemys scripta 1.1.0 Trachemys scripta elegans 1.1.1 Kinosternon baurii. 1.5.6 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: come gestire la temperatura laghetto?

    Citazione Originariamente Scritto da Lampe14 Visualizza Messaggio
    consigli di ogni genere?
    Secondo me la recinzione non è sicura al 100%. Se quell'animale vuole uscire, nulla lo ferma con quella sola staccionatina.
    Per me manca un ostacolo all'arrampicamento, un ostacolo come una rete ripiegata verso l'interno.

    piante ma quali?
    Qui c'è completa libertà!
    Piante palustri sopratutto, da mettere in un vaso e lasciare lì.
    Passano le gelate, sono fuori portata delle fauci della bestia e l'apparato radicale può essere usato per risalire a respirare.

    Io ti elenco quelle che uso io, per ora imbattute contro le TRachemys:
    - Falso papiro o Cyperus alternifolius
    - Iris pseudacorus
    - Giunco o juncus effusus
    - Thypha (io uso la varietà minima)

    Che non ho ma molto molto utile:
    - Pontederia cordata
    - Alisma plantago

    Più le galleggianti, prettamente stagionali estive, che però possono essere decimate dall'animale se non inserite in quantità importanti:
    -Giacinto d'acqua o Eichhornia crassipes, da inizio agosto vietato dal regolamento europeo sulle specie invasive, a tutt'oggi una delle piante più straordinarie che ho mai avuto per quanto riguarda la fitodepurazione
    - Pistia stratiotes o cavolo o lattuga d'acqua, altra bella galleggiante a foglia larga
    - lemna minor
    - azolla caroliniana

    mettere rocce sul fondo allo scopo di creare una nicchia riparata sotto la scaletta di legno?
    Inutili se non pericolose

    mettere qualche pezzo di rete sulle pareti per aiutarla durante il letargo per salire a respirare?
    Come già detto, il rischio rimane. Specialmente se le reti non sono perfettamente aderenti alle pareti rischi di crearle false vie che se imboccate portano in una gabbia subacquea.
    Il problema anche qui resta la pendenza.

    serra a coprire completamente il lago con una sola apertura..
    Anche questa spesa me la eviterei.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •