Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 14 di 14
Like Tree3Likes
  • 1 Post By gibo
  • 1 Post By Leonida89
  • 1 Post By gibo

Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

Discussione sull'argomento Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii) contenuta nel forum Outdoor, nella categoria Allestimenti; Non so se è la sezione giusta nel caso prego gli admin di spostare. Leggendo negli ultimi mesi molti post ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Non so se è la sezione giusta nel caso prego gli admin di spostare.
    Leggendo negli ultimi mesi molti post mi sono reso conto che la mia tarta aveva bisogno di una casa più spaziosa per il futuro e ho deciso, grazie a tutti i consigli letti in giro, di provare (copiando i vostri esempi) con il fai da te. Premetto che sono davvero scarso e ho dovuto comprare quasi tutti gli attrezzi da lavoro.

    Innanzitutto ho preso un pallet che avevo in garage e l'ho tagliato per ricavarne sia una base sia i vari listoni che mi sarebbero serviti; successivamente ho passato due mani di impregnante e due di flatting.
    https://imgur.com/a/E29ESkJ

    Ho incollato e fissato i vari pezzi per formare la struttura principale
    https://imgur.com/a/ygbrwuK

    Ho rivestito l'interno del "solarium" con della moquette sottile industriale incollata con colla a caldo e fissata con una pinzatrice
    https://imgur.com/a/Kcrmuz3

    Per evitare fughe ho fissato una rete semi-rigida come tettoia
    https://imgur.com/a/bAkxax5

    Infine ho tagliato, piegato del plexiglass (o forse era polistirolo) e ho fissato sia due chiusure sia la discesa. Lateralmente e posteriormente sono state aggiunte delle alette necessarie affinche il tutto possa essere appoggiato sulla vasca che è una Samla da 130l
    https://imgur.com/a/RDVAcmT

    Sul bancale tagliato usato come base ho messo 4 ruote con freni in modo da poter spostare tutto l'accricco in casa durante l'inverno; ho usato due corde con fibbia per evitare un pò lo spanciamente della vasca.
    All'interno uno strato di un paio di cm di sabbia silicia di fiume Po, rocce, legno, e piantine varie come: Ceratophyllum, Elodea Densa, Limnobium, Pistia Stratioites e Lemna Minor. Avevo un lucky bamboo dell'ikea e ho buttato dentro pure quello.
    https://imgur.com/a/wG5NhYA

    Sarò fuori per una settimana quindi per adesso la tarta non l'ho ancora inserita; così nel frattempo le piantine possono crescere un pò di più e si potrà stabilizzare l'ambiente. Inserirò quello che ho nell'acquario interno come sabbia, altre rocce, legno di mandragora e qualche altro appiglio. Credo che metterò qualche copertura intorno alla vasca sia per proteggere la plastica sia per evitare surriscaldamenti alla tartaruga.

    Che dite, com'è? Suggeriment? Errori?
    Grazie

  2. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,317
    Discussioni
    92
    Like ricevuti
    3160
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    secondo me non è male, ma ti sei sbattuto parecchio per fare quello cyhe avresti potuto ottenere con un semplice pezzo di corteccia grezza di sughero lasciate galleggiare, e un po' di rete fissata sopra la vasca in corrispondenza della corteccia.
    avresti invece potuto riciclare le assi per creare un guscio attorno alla vasca, in modo da proteggerla dal sole diretto, e anche isolarla dagli sbalzi termici dato che il legno è un materiale coibentante.
    aggiungerei a centro vasca una pianta palustre in vaso o cestino, tipo iris pseudacorus o falso papiro.

  3. #3
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    probabilmente hai ragione, pensavo al solarium anche come una sorta di protezione/ombra per la tartaruga dato che li sotto metterò un'altro appiglio o zona emersa. Come detto rivestirò la vasca con qualcosa probabilmente delle arelle.
    Domande:
    1) Secondo te che livello di acqua devo lasciare per una Mauremys Reevesii dato che ho letto da qualche parte che non è una gran nuotatrice e preferisce acque basse?
    2) Fino a che età potrà stare li dentro?
    3) Un esmpio di vaso immerso in acqua?
    Grazie

  4. #4
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,317
    Discussioni
    92
    Like ricevuti
    3160
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    1) mi pare il livello vada bene, se c'è un tronco affiorante e metterai un vaso di palustre, direi che non c'è rischio annegamento.

    2) secondo me un paio di anni, che è anche la durata di quel tipo di vasche all'aperto, poi la plastica si indurisce e si crepa.

    3) qui vedi diversi esempi:
    progetto vasca in vetro outdoor
    Jury likes this.

  5. #5
    TartaManiaco
    L'avatar di CARLINOO
    Località
    COMO
    Sesso
    Messaggi
    9,724
    Discussioni
    47
    Like ricevuti
    3463
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    In alternativa a queste vasche di plastica tipo Ikea si può pensare di usare una cassapallet che è fatta con una plastica molto più resistente agli ultravioletti e si ha il vantaggio di poterle prendere anche più capaci se si ha lo spazio : sono anche meccanicamente più robuste e non spanciano perchè sono nervate.

  6. #6
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Sapete dirmi perchè dopo qualche giorno che ho inserito l’Elodea questa me la ritrovo in fondo alla vasca e non più galleggiante come all’inizio? Quanto tempo è necessario affinchè le piantine che ho inserito comincino a moltiplicarsi?
    Grazie

  7. #7
    Turtle Addicted
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    4,880
    Discussioni
    76
    Like ricevuti
    3187
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.4.0 Trachemys scripta 1.1.1 Trachemys scripta elegans 1.2.0 Kinosternon baurii. 1.4.0 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    L'elodea non è una pianta galleggiante, è un pianta fluttuante che emette delle pseudoradici (non hanno alcuna funzione nutritiva) per ancorarsi a fondo o arredi o altre piante.
    Di solito in 10-15 giorni si vede se una pianta sta reagendo bene all'adattamento nel nuovo ambiente.

  8. #8
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Citazione Originariamente Scritto da Leonida89 Visualizza Messaggio
    L'elodea non è una pianta galleggiante, è un pianta fluttuante che emette delle pseudoradici (non hanno alcuna funzione nutritiva) per ancorarsi a fondo o arredi o altre piante.
    Di solito in 10-15 giorni si vede se una pianta sta reagendo bene all'adattamento nel nuovo ambiente.
    Grazie ero stato ingannato dal fatto che appena inserite galleggiavano. La vasca è posizionata sul balcone lato est, prende sole dalla mattina fino a mezzogiorno/una circa. Spero sia una quantità di luce adatta per tartaruga e piante

  9. #9
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,317
    Discussioni
    92
    Like ricevuti
    3160
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Citazione Originariamente Scritto da Jury Visualizza Messaggio
    Grazie ero stato ingannato dal fatto che appena inserite galleggiavano. La vasca è posizionata sul balcone lato est, prende sole dalla mattina fino a mezzogiorno/una circa. Spero sia una quantità di luce adatta per tartaruga e piante
    per adesso va benissimo, da metà giugno in poi ti conviene tenere d'occhio le temperature con un termometro per acquari, se vedi che l'acqua scalda troppo o fa troppo sbalzo giorno/notte, ti conviene ombreggiare la vasca un po di più, in modo che a fine mattinata vada in ombra e non prenda il sole di mezzogiorno.

  10. #10
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Stamattina ho inserito la tartaruga nella nuova sistemazione, era un pò titubante ma probabilmente deve ambientarsi.
    Considerando che è una Samla 130l riempita per metà, la tartaruga è piccola circa 6/7 cm, ci sono Ceratophyllum, Elodea, Limnobium laevigatum, Pistia Stratioites, Lemna Minor (aggiungerò tra qualche giorno falso papiro o iris), legno di mangrovia mi chiedevo se è strettamente necessario il filtro o posso per un pò farne a meno.
    Grazie

  11. #11
    TartaManiaco
    L'avatar di CARLINOO
    Località
    COMO
    Sesso
    Messaggi
    9,724
    Discussioni
    47
    Like ricevuti
    3463
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    La Muremys e' molto sensibile alla qualita' dell 'acqua anche con molte piante il filtro lo metterei almeno per i primi tempi.

  12. #12
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,317
    Discussioni
    92
    Like ricevuti
    3160
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    anche io userei un filtro, tipo eden 511, altrimenti - se sul fondale avrai ghiaia (grossa!) e sistemerai l'iris in un cestino traforato con lapillo vulcanico - basterà una pompetta per acquari o un filtrino interno che muova l'acqua, i batteri nitrificanti si insedieranno nella ghiaia di fondo e nel lapillo dentro il cestino.

  13. #13
    Simpatizzante
    L'avatar di Jury
    Località
    Abruzzo
    Sesso
    Messaggi
    64
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Tartarughe in possesso

    0.0.1 Mauremys reevesii

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    anche io userei un filtro, tipo eden 511, altrimenti - se sul fondale avrai ghiaia (grossa!) e sistemerai l'iris in un cestino traforato con lapillo vulcanico - basterà una pompetta per acquari o un filtrino interno che muova l'acqua, i batteri nitrificanti si insedieranno nella ghiaia di fondo e nel lapillo dentro il cestino.
    Il lapillo vulcanico, immagino mischiato con il terriccio, deve essere di un determinato spessore o va bene uno qualsiasi?

  14. #14
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    7,317
    Discussioni
    92
    Like ricevuti
    3160
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.1.1 Sternotherus minor, 1.3 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Fai da te: costruzione di una nuova sistemazione (vasca M. Reevesii)

    Citazione Originariamente Scritto da Jury Visualizza Messaggio
    Il lapillo vulcanico, immagino mischiato con il terriccio, deve essere di un determinato spessore o va bene uno qualsiasi?
    io metto solo lapillo (qualsiasi spessore, lo prendo in sacchi nei centri brico), al massimo lo mischio con argilla espansa o ghiaia grossa, non uso terra e anzi, se la pianta viene venduta con panetto di terra, la lavo via tutta lasciando le radici nude.
    in questo modo la terra non mi sporca l'acqua e la pianta deve acquisire le sostanze nutritive direttamente dall'acqua, ottimizzando l'effetto di fitodepurazione
    Jury likes this.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •