Taiwan: un santuario per proteggere
le tartarughe dallo smercio in Cina


In poche settimane la guardia costiera locale ha sottratto oltre cinquemila animali protetti dalle mani dei commercianti illegali



Un santuario per proteggere le tartarughe e metterle al riparo dallo smercio illegale nei settori alimentare e farmacologico in Cina. Verrà realizzato a Taiwan, dove la guardia costiera ha scoperto la scorsa settimana 2.439 tartarughe della specie Mauremys mutica in una barca da pesca Tungkang, porto nella contea meridionale di Pingtung.

Lo skipper della barca, ricollegato a contatti cinesi, è stato arrestato insieme ai tre membri indonesiani dell’equipaggio. Gli uomini potrebbero essere condannati alla prigione (fino a cinque anni) e al pagamento di una multa di 50mila dollari (circa 37 mila euro ) in base alle leggi sulla protezione della fauna selvatica di Taiwan.

Si è trattato del secondo sequestro in poche settimane: appena un mese fa la guardia costiera locale aveva sequestrato 2.626 rare tartarughe a bordo di un’altra barca mentre venivano portate al largo dell’isola. Si è trattato del più grande quantitativo di animali caduti nel traffico illegale sinora. Le tartarughe arrivano sulla tavola delle famiglie facoltose cinesi o sono utilizzate nella medicina tradizionale.

Fonte: La Stampa - Taiwan: un santuario per proteggere le tartarughe dallo smercio in Cina