Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree7Likes
  • 5 Post By Sterny
  • 2 Post By Simone

Le anguille e la loro storia

Discussione sull'argomento Le anguille e la loro storia contenuta nel forum Racconti e notizie bestialmente interessanti, nella categoria Svago e Tempo Libero; (Una discussione che l'utente Bibbi75 ha aperto nella sezione ''A ruota libera'', in cui cita un pescatore di anguille, mi ...

  1. #1
    Contributor
    L'avatar di Sterny
    Località
    Piemonte
    Sesso
    Messaggi
    480
    Discussioni
    17
    Like ricevuti
    129
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus

    Predefinito Le anguille e la loro storia

    (Una discussione che l'utente Bibbi75 ha aperto nella sezione ''A ruota libera'', in cui cita un pescatore di anguille, mi ha dato l'idea di aprire questa discussione).

    Non so quanti di voi sanno che le anguille (che sono pesci, meglio specificarlo) sono tra gli animali che hanno le modalità di riproduzione più strane. Esse per questa ragione NON POSSONO ESSERE RIPRODOTTE in cattività (almeno per ora).

    Ogni anno infatti, le anguille che hanno raggiunto la maturità sessuale smettono di nutrirsi e iniziano un lunghissimo viaggio (durante il quale spesso sono predate), attraversando anche zone prive di acqua e passando da un corso d'acqua all'altro fino al mare. Giunte al mare continuano a nuotare incessantemente attraversando gli oceani per giungere nel Mar dei Sargassi, unico luogo al mondo dove esse possono riprodursi. Dopo di chè moriranno.
    I piccoli nati intraprendono il viaggio inverso (durante cui purtroppo anch'essi sono predati) giungendo fino nelle acque dolci abitate dai genitori impiegando anche anni per compiere il lungo tragitto.

    Questa è la storia come la conoscevo io dalle lezioni di Zoologia.

    Qui trovate una storiella (lasciate perdere la parte finale che è una ricetta magari)

    LA RIVISTA DEL MARE .::. Il punto di incontro per gli amanti del mare .::.
    Simone, rughis, Castiglio and 2 others like this.
    --------------
    Gli animali sono, assai più di noi, soddisfatti per il semplice fatto di esistere; le piante lo sono interamente; gli uomini lo sono secondo il grado della loro stupidità. [...] Questa dedizione totale al presente, propria degli animali, è la precipua causa del piacere che ci danno gli animali domestici.

    Arthur Schopenhauer, Parerga e Frammenti postumi

    --------------

  2. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di kurtino
    Località
    Bologna (provincia)
    Sesso
    Messaggi
    5,454
    Discussioni
    350
    Like ricevuti
    1676
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    THB G. Carbonaria G. Elegans G. Pardalis G. Sulcata Manouria Emys TSS S. Carinatus

    Predefinito Re: Le anguille e la loro storia

    Quoto!
    Il professore che lavora nel laboratorio a fianco al mio ha studiato questo fenomeno per anni!
    Sono veramente particolari!

  3. #3
    Contributor
    L'avatar di Marcossssss
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    556
    Discussioni
    60
    Like ricevuti
    288
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    Coppia di Pelomedusa subrufa (olivacea) 5 Pelomedusa subrufa baby - Geochelone sulcata (M) - 5 Thh (3 femmine,2 maschi) - Tss,Tse,Tst...numero imprecisato

    Predefinito Re: Le anguille e la loro storia

    Bel 3D!!! Non conoscevo assolutamente questa storia...chissà come si è sviluppato evolutivamente questo fenomeno...Ne sapete qualcosa in più?

  4. #4
    Contributor
    L'avatar di Sterny
    Località
    Piemonte
    Sesso
    Messaggi
    480
    Discussioni
    17
    Like ricevuti
    129
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus

    Predefinito Re: Le anguille e la loro storia

    Citazione Originariamente Scritto da Marcossssss Visualizza Messaggio
    Bel 3D!!! Non conoscevo assolutamente questa storia...chissà come si è sviluppato evolutivamente questo fenomeno...Ne sapete qualcosa in più?
    No, purtroppo io no
    --------------
    Gli animali sono, assai più di noi, soddisfatti per il semplice fatto di esistere; le piante lo sono interamente; gli uomini lo sono secondo il grado della loro stupidità. [...] Questa dedizione totale al presente, propria degli animali, è la precipua causa del piacere che ci danno gli animali domestici.

    Arthur Schopenhauer, Parerga e Frammenti postumi

    --------------

  5. #5
    Contributor Mod
    L'avatar di Simone
    Località
    Al sud
    Sesso
    Messaggi
    4,285
    Discussioni
    351
    Like ricevuti
    2395
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Geochelone Sulcata, Geochelone Elegans, Geochelone pardalis, Terrapene Carolina, Testudo Hermanni, Testudo Marginata e Testudo Horsfieldi

    Predefinito Re: Le anguille e la loro storia

    Ho trovato qualche piccola cosa in più.

    I maschi possono raggiungere una lunghezza di 50 cm, mentre le femmine possono raggiungere i 150 cm e pesare fino a 6 kg.
    Nessun altro pesce ha un ciclo vitale così imponente e solo numerosi anni di intense ricerche hanno potuto chiarire tutti i misteri che circondavano questa specie, primo fra tutti quello relativo al luogo di riproduzione.
    Ad un determinato momento della loro vita tutte le anguille delle acque dolci europee abbandonano i fiumi e si dirigono verso il mare ed una volta raggiunto continuano il loro viaggio fino ad arrivare in una stessa zona dell'oceano Atlantico, Il Mar dei Sargassi, per deporvi le uova in primavera. Dalla fecondazione di quest'ultime nascono delle larve, trasparenti e a forma di foglia di salice (leptocefali), lunghe pochi millimetri, che iniziano a dirigersi verso oriente.
    Sono necessari tre anni ai leptocefali per percorrere gli 8000 Km che separano il Mar dei Sargassi dalle coste europee: durante questo tragitto le larve entrano anche nel Mediterraneo attraverso lo stretto di Gibilterra.
    In prossimità delle coste, nella primavera del loro quarto anno di vita, i leptocefali si trasformano in piccole anguille ancora molto trasparenti, le ceche, che risalgono i fiumi, penetrando il più possibile all'interno, seguendo un istinto incoercibile che costringe migliaia e migliaia di giovani anguille a superare le difficoltà di questa migrazione controcorrente: una parte di esse arriva persino in laghi non comunicanti con i fiumi, percorrendo vene d'acqua sotterranee e attraversando prati umidi. Durante questo tragitto esse si pigmentano e cominciano ad aumentare di peso, nutrendosi, all'inizio, di animaletti del fondo.
    In acqua dolce l'anguilla diventa un pesce con abitudini notturne, che durante il giorno vive nascosto in tane oppure immerso nel fondo. A seconda del tipo di nutrizione vengono distinte due forme ecologiche: "anguilla a testa appuntita" che si nutre di insetti, larve, crostacei e vermi e "anguilla a testa larga" predatrice, che si nutre di pesci.
    La maturità sessuale compare nel maschio dopo un periodo di 9 anni e nelle femmine dopo 12 anni di permanenza nelle acque dolci. A questo punto si verifica una nuova metamorfosi: gli occhi si ingrossano, i colori verdastro del dorso e giallastro del ventre cambiano in scuro e argenteo rispettivamente. Le anguille in questo stadio della loro evoluzione cessano di nutrirsi ed il loro tubo digerente si atrofizza; quindi da luglio a settembre, durante le notti, abbandonano le acque interne per raggiungere, dopo un anno e mezzo, il Mar dei Sargassi dove, dopo aver deposto le uova, muoiono.
    Sterny and Marcossssss like this.

  6. #6
    Fedelissimo
    L'avatar di Luca-VE
    Località
    Venezia
    Sesso
    Messaggi
    1,096
    Discussioni
    16
    Like ricevuti
    610
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    1.2.0 Stigmochelys pardalis 0.0.3 Kinixys homeana 1.2.9 Geochelone elegans 2.3.3 Malacochersus tornieri 1.1.0 Claudius angustatus 0.0.2 Terrapene carolina 1.4.0 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    Gongylophis colubrinus Lampropeltis triangulum hondurensis Eublepharis macularius ecc...

    Predefinito Re: Le anguille e la loro storia

    Citazione Originariamente Scritto da Sterny Visualizza Messaggio
    NON POSSONO ESSERE RIPRODOTTE in cattività (almeno per ora).
    Possono

    PROGETTO ANGUILLA - YouTube

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •