Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree3Likes
  • 1 Post By Leonida89
  • 2 Post By albebia87

Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

Discussione sull'argomento Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; Ciao ragazzi.. in previsione di adottare delle tartarughe, mi sono letto tutta la pagina riguardante le malattie, e mi è ...

  1. #1
    Appassionato
    L'avatar di albebia87
    Località
    vicenza
    Sesso
    Messaggi
    317
    Discussioni
    24
    Like ricevuti
    309
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Tartarughe in possesso

    0.0.2 Sternotherus Odoratus

    Predefinito Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

    Ciao ragazzi..

    in previsione di adottare delle tartarughe, mi sono letto tutta la pagina riguardante le malattie, e mi è sorto un dubbio che, come da titolo, è un po' da mamma iperapprensiva, e probabilmente dipende dal mio interpretare le cose in maniera un po' troppo letterale

    Comunque, il dubbio riguarda la rinite.. cito testualmente le cause riportate evidenziando il punto della discordia:

    "Condizioni non idonee di allevamento (temperatura e/o umidità inadeguate, malnutrizione, sbalzi termici improvvisi, presenza di temperatura dell’acqua maggiore di quella dell’aria inalata nelle tartarughe acquatiche) e introduzione di soggetti nuovi portatori di agenti patogeni favoriscono l’instaurarsi dell’infezione. "

    Ho pensato che specialmente in inverno MOLTO difficilmente la temperatura dell'aria sarà più elevata di quella dell'acqua (all'infuori della zona di basking con la lampada, che comunque di notte sarebbe spenta e non scalderebbe).

    Certo, è vero che l'acqua calda cede temperatura anche all'aria, di conseguenza l'aria vicino alla superficie (dove in teoria respira la tartaruga) dovrebbe essere sufficientemente calda, però mi è venuto il dubbio se sia necessario avere delle precauzioni specifiche per evitare che la differenza di temperatura sia tale da poter causare problemi alle tarte.

    Grazie per la comprensione

  2. #2
    Turtle Addicted
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    4,410
    Discussioni
    72
    Like ricevuti
    2835
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.5.0 Trachemys scripta 1.0.1 Trachemys scripta elegans 1.1.1 Kinosternon baurii. 1.5.19 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

    Si riferisce a condizioni estreme: se abbiamo 10 gradi nel posto in cui c'è l'acquario e l'acqua è tenuta a 30 (buon per chi paga la bolletta ) allora il rischio c'è davvero.
    Ma se l'ambiente è a 18/20 e l'acqua se ne sta a 24 non c'è alcun problema.

    Come hai già capito l'aria vicina alla superficie è quasi identica alla temperatura dell'acqua.

  3. #3
    PEMmami tutto
    L'avatar di Acquarion
    Località
    Puglia
    Sesso
    Messaggi
    2,527
    Discussioni
    66
    Like ricevuti
    1576
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus odoratus, Graptemys pseudogeographica kohni, Trachemys scripta scripta

    Predefinito Re: Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

    Citazione Originariamente Scritto da albebia87 Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi..

    in previsione di adottare delle tartarughe, mi sono letto tutta la pagina riguardante le malattie, e mi è sorto un dubbio che, come da titolo, è un po' da mamma iperapprensiva, e probabilmente dipende dal mio interpretare le cose in maniera un po' troppo letterale

    Comunque, il dubbio riguarda la rinite.. cito testualmente le cause riportate evidenziando il punto della discordia:

    "Condizioni non idonee di allevamento (temperatura e/o umidità inadeguate, malnutrizione, sbalzi termici improvvisi, presenza di temperatura dell’acqua maggiore di quella dell’aria inalata nelle tartarughe acquatiche) e introduzione di soggetti nuovi portatori di agenti patogeni favoriscono l’instaurarsi dell’infezione. "

    Ho pensato che specialmente in inverno MOLTO difficilmente la temperatura dell'aria sarà più elevata di quella dell'acqua (all'infuori della zona di basking con la lampada, che comunque di notte sarebbe spenta e non scalderebbe).

    Certo, è vero che l'acqua calda cede temperatura anche all'aria, di conseguenza l'aria vicino alla superficie (dove in teoria respira la tartaruga) dovrebbe essere sufficientemente calda, però mi è venuto il dubbio se sia necessario avere delle precauzioni specifiche per evitare che la differenza di temperatura sia tale da poter causare problemi alle tarte.

    Grazie per la comprensione
    Sinceramente, non ho capito granchè di quello che vuoi sapere...

    Più che altro devi prestare attenzione soprattutto a correnti di aria, o spifferi, fredda che inverno potrebbero causare raffreddore e/o polmonite. Infatti è importante scegliere bene dove mettere l'acquario. In casa, se la vasca non viene posizionata in direzione di una finestra,, difficilmente la tartaruga è a rischio raffreddore perchè riscaldatore e lampade dovrebbero creare le giuste temperature.

    Il problema in teoria nascerebbe se la vasca in inverno fosse posizionata all'esterno. Ovviamente tale scelta è da escludere in virtù del fatto che, appunto, basta che la tartaruga esca la testina fuori dall'acqua per respirare, che si becchi un malanno. Inoltre riuscire a tenere temperature ottimali in vasca, quando all'esterno ci sono 10° gradi, è parecchio difficile oltre che parecchio dispendioso (il riscaldatore dovrebbe stare sempre acceso per portare l'acqua a temperature decenti e non è detto che ci riesca). Forse mettendo la vasca al riparo, e coibentadola, qualcosa esce...ma è sempre meglio tenerla dentro casa in inverno, se non fa letargo.

    In ogni caso problemi respiratori sono facilmente stanabili: scolo nasale, problemi nel galleggiamento, lievi soffi dalla bocca, preferenza a stare sulla zona emersa...




    La bella tartaruga


    Prometto di non fare piu' battute di cui il forum si debba vergognare





  4. #4
    Fedelissimo
    L'avatar di Akumal
    Località
    Mazara del Vallo
    Sesso
    Messaggi
    1,531
    Discussioni
    21
    Like ricevuti
    1091
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Tartarughe in possesso

    Claudius angustatus 1.1.0
    Altri rettili in possesso

    Meglio di no...casa mia è già abbastanza wild!!!

    Predefinito Re: Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

    Ed aggiungerei anche che la notte quando ovviamente la temperatura fuori dall'acqua è più bassa le tarte preferiscono stare in acqua...quindi dentro casa il problema non si pone tranne nei casi specifici sopra citati.
    L'uomo deve mostrare bontà di cuore verso gli animali, perchè chi usa essere crudele verso di essi è altrettanto insensibile verso gli uomini.

    Immanuel Kant


    Andrea




  5. #5
    Appassionato
    L'avatar di albebia87
    Località
    vicenza
    Sesso
    Messaggi
    317
    Discussioni
    24
    Like ricevuti
    309
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Tartarughe in possesso

    0.0.2 Sternotherus Odoratus

    Predefinito Re: Sternotherus Odoratus - domande da mamma iperapprensiva

    Grazie a tutti delle risposte... Come immaginavo il problema é quando la differenza di temperatura é elevata, ma piuttosto che dare cose per scontate adesso preferisco fare qualche domanda 'di troppo' ed essere più tranquillo dopo..

    Buona notte!
    Akumal and Alessi0 like this.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •