Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 45 di 76
Like Tree59Likes

Letargo sternotherus odoratus

Discussione sull'argomento Letargo sternotherus odoratus contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; Grazie della risposta...Ma diciamo che il livello dell'acqua è sufficiente per farla respirare...è per non togliere il filtro....che faccio tolgo ...

  1. #31
    Simpatizzante
    L'avatar di Cinx
    Località
    milano
    Sesso
    Messaggi
    12
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Tartarughe in possesso

    1 Trachemys scripta elegans di 20 anni
    Altri rettili in possesso

    2 Trachemys scripta scripta di 1 anno

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Grazie della risposta...Ma diciamo che il livello dell'acqua è sufficiente per farla respirare...è per non togliere il filtro....che faccio tolgo il filtro è la metto in garage?li sicuro ci sono temperature più basse....Cmq ci sono 15 gradi di giorno qui a Milano, questo'anno non so come organizzarlo questo letargo!

  2. #32
    Assiduo
    L'avatar di Alessi0
    Località
    Lazio
    Sesso
    Messaggi
    651
    Discussioni
    54
    Like ricevuti
    173
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Tartarughe in possesso

    7 testudo hermanni e 1 sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Le temperature sembrano salire piuttosto che scendere! Ora fa un caldo esagerato ed è sera...sono un po' preoccupato per tutte la tarte ma principalmente per l'odoratus.

  3. #33
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    3,612
    Discussioni
    77
    Like ricevuti
    1814
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus 2.2 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Bufo alvarius Pleurodeles Waltl

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da RUsTy TurTle Visualizza Messaggio
    Inoltre mi farebbe piacere postassi qualche riferimento quando asserisci che "non far letargare una Odoratus potrebbe comportare anche seri rischi per l'animale".

    Nei mie letture mai mi è capitato di leggere questo.
    Mandami un riferimento please.
    Senti, io non devo dimostrare niente a nessuno... vale come per il ghiaino, visto che hai le tue teorie ferree, più o meno in base a come intendi tu tenere gli animali e non come sarebbe più corretto, fa un po' come ti pare.
    E' quasi un anno che allevo le St.Odoratus informandomi già da prima dell'acquisto su areali, temperature ed esigenze, sto monitorando tutti i giorni le temperature di garage e cavedio per programmare letargo/bruma dal prossimo anno... e sono prossimo a prendere anche una Minor Minor per la quale mi sto informando prima sul discorso alte temperature ed estivazione... perdonami ma preferisco pensare a quello che stare a discutere con te in modo sterile per entrambi, visto che come per il ghiaino ciascuno di noi resta sulle proprie posizioni
    Buona continuazione
    Excalibur and lillaghe like this.

  4. #34
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Non essere preoccupato Alessio
    Se proprio non dovesse letargare l'odoratus non accadrebbe nulla di male alla tua tarta.
    Come ho messo già in evidenza in questo thread , ci sono Odoratus che vivono in zone della Florida e del Texas dove le temperature sono più miti.
    Ebbene alcune di esse addirittura sembrano essere attive per tutto l'anno.
    A tal proposito ho avuto una prima risposta dallo Zoo di Saint'Luis.
    Mi metteranno a brevissimo in contatto con il loro esperto di Tartarughe!
    Speriamo quindi a breve di entrare in possesso di informazioni ancora più dettagliate sul comportamento della sp.Odoratus negli areali più miti.
    Detto ciò , se la natura ha messo in condizioni questi animali di affrontare un letargo ma anche no , ecco io fossi in te starei più sereno.
    Certo adesso monitora per bene la situazione eh...

  5. #35
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    3,612
    Discussioni
    77
    Like ricevuti
    1814
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus 2.2 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Bufo alvarius Pleurodeles Waltl

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da Alessi0 Visualizza Messaggio
    Le temperature sembrano salire piuttosto che scendere! Ora fa un caldo esagerato ed è sera...sono un po' preoccupato per tutte la tarte ma principalmente per l'odoratus.
    Alessio ti capisco, avere le tarte davanti metti in apprensione, ma io fossi in te starei tranquillo, se l'animale è in salute non credo corra rischi.
    Posso dirti che la mia prima Odoratus, quando era una baby piccolissima, è entrata in laghetto da maggio a settembre, e col clima folle di quest'anno tra maggio e i primi di giugno ha sopportato minime giornaliere fino a 11°C, numerose giornmate di pioggia battente gelida, e ben tre grandinate... ovviamente se l'avessi saputo prima ci avrei pensato, ma ormai era in laghetto difficilmente catturabile (per ripescarla a settembre c'è un mio post in cui ho dovuto svuotare il laghetto a mano!), la vedevo di rado, e le buttavo cibo di rado... ripescata a settembre stava benissimo, molto cresciuta e rinselvatichita.
    Io cercherei di non preoccuparmi più di tanto, io ho visto in fiera dei carinatus CB veramente messi a dura prova dalla vita in ambiente naturale, penso che i ns. esemplari siano molto più protetti e sicuri, quindi se non ci sono segni di malessere io dormirei serno

  6. #36
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da gibo Visualizza Messaggio
    Senti, io non devo dimostrare niente a nessuno... vale come per il ghiaino, visto che hai le tue teorie ferree, più o meno in base a come intendi tu tenere gli animali e non come sarebbe più corretto
    Buona continuazione
    Ma più corretto..."per te " ...cioè secondo il tuo "parere".

    Ok ok ...buona continuazione anche a te

  7. #37
    Bannato
    L'avatar di Excalibur
    Località
    Silvi (TE)
    Sesso
    Messaggi
    1,761
    Discussioni
    39
    Like ricevuti
    975
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni hermanni
    Altri rettili in possesso

    Miriadi di lucertole che gironzolano nel giardino. Di tanto in tanto, qualche biacco simpatico.

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da RUsTy TurTle Visualizza Messaggio
    A tal proposito ho avuto una prima risposta dallo Zoo di Saint'Luis.
    Mi metteranno a brevissimo in contatto con il loro esperto di Tartarughe!
    Non me ne volere se mi intrometto e dico la mia, ma ho sentito dire da più parti che gli Americani sono pessimi allevatori di tartarughe.
    Sarà vero?

  8. #38
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da Excalibur Visualizza Messaggio
    Non me ne volere se mi intrometto e dico la mia, ma ho sentito dire da più parti che gli Americani sono pessimi allevatori di tartarughe.
    Sarà vero?
    Sarà anche vero, ma non mi è mai piaciuto generalizzare.
    In fondo , riflettici..se vuoi avere conoscenza di una cosa , dove la cerchi in primis?
    Nel posto dove essa è nata , vive , esiste.
    Ecco è così semplice , poi magari le risposte che riceveremo saranno di poca utilità.
    Ma chi lo può dire ?
    Magari potremmo venire a conoscenza di qualcosa che non sapevamo e non immaginavamo non essendo autoctoni del luogo.
    Chi lo può mai dire?

    Quelli che mi fanno paura sono le persone che non hanno "dubbi" .....
    Ultima modifica di RUsTy TurTle; 30-11-2014 alle 23:02
    gabbo91 likes this.

  9. #39
    Assiduo
    L'avatar di Alessi0
    Località
    Lazio
    Sesso
    Messaggi
    651
    Discussioni
    54
    Like ricevuti
    173
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Tartarughe in possesso

    7 testudo hermanni e 1 sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Grazie per le risposte ragazzi...quello che dite è giusto, ma il problema è che la tartaruga è in garage in una scatola con sabbia e poca acqua (sveglia), non mangia e dei giorni fa caldo e dei giorni fa freddo, intanto consuma inutilmente le energie per il letargo, non capisce se è giorno o notte.
    Quindi in breve:
    -non è in letargo
    -non fa quello che farebbe in estate
    Non so se mi sono spiegato bene ma è questo quello che mi preoccupa!

  10. #40
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Da quanto tempo è in garage?
    Va be..comunque se tu ritieni che la tarta possa essere in serio rischio, ti dico quello che farei io..
    Risistemerei la vasca per benino , punterei il termoriscaldatore a 20-22 gradi e la riporterei in casa..

    Però aspettiamo magari il parere di un Boss qui sul forum...potrebbe venirci buono.
    Ultima modifica di RUsTy TurTle; 01-12-2014 alle 00:07

  11. #41
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    3,612
    Discussioni
    77
    Like ricevuti
    1814
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus 2.2 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Bufo alvarius Pleurodeles Waltl

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da Alessi0 Visualizza Messaggio
    Grazie per le risposte ragazzi...quello che dite è giusto, ma il problema è che la tartaruga è in garage in una scatola con sabbia e poca acqua (sveglia), non mangia e dei giorni fa caldo e dei giorni fa freddo, intanto consuma inutilmente le energie per il letargo, non capisce se è giorno o notte.
    Quindi in breve:
    -non è in letargo
    -non fa quello che farebbe in estate
    Non so se mi sono spiegato bene ma è questo quello che mi preoccupa!
    Alessio, qui al nord le temperature finalmente stanno calando, ma se hai dubbi contatta Leonida in MP per aggiungere un suo ulteriore parere, Giulio è persona estremamente competente, esperta e disponibile, saprà senz'altro rispondere ai tuoi dubbi... per conto mio sto monitorando giornalmente le temperature del vano garage per programmare per l'anno prossimo un letargo/bruma corretti, certo il clima non è sempre prevedibile ma questo avviene anche in natura
    Alessi0 likes this.

  12. #42
    Fedelissimo
    L'avatar di Akumal
    Località
    Mazara del Vallo
    Sesso
    Messaggi
    1,531
    Discussioni
    21
    Like ricevuti
    1091
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Tartarughe in possesso

    Claudius angustatus 1.1.0
    Altri rettili in possesso

    Meglio di no...casa mia è già abbastanza wild!!!

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Alessio ti dico la mia...io sarei piuttosto sereno perché la tua tartaruga è sicuramente in ottima salute ed anche un periodo di semi letargo non le porterà grossi scompensi. Detto ciò le temperature si abbasseranno di certo nel breve periodo quindi comincerà il vero letargo.
    Sul discorso letargo invece eviterei i soliti discorsi se sia giusto o meno praticarlo...ricordiamoci sempre che la vita in natura non ha nulla a che vedere con quella in cattività e per quanto possiamo sforzarci in quanto appassionati non saremo mai capaci di offrire le medesime condizioni di cui hanno bisogno. Anche fosse solo per il fatto che una tartaruga americana viva in Europa.
    Il letargo per le tartarughe come per molti altri animali in genere serve principalmente ad affrontare le condizioni più critiche che possono trovare nel loro areale ( freddo gelido, caldo torrido, o possibile mancanza di cibo date le condizioni climatiche ) così da sopravvivere più a lungo possibile.
    Detto ciò è risaputo che molte specie di tartarughe hanno senz'altro una aspettativa di vita più lunga in cattività piuttosto che in natura se allevate correttamente. Quindi fare il letargo potrà sicuramente allungare ancor di più quest'aspettativa ma non farlo non le porterà ad una morte precoce.
    Ciò che ho detto ovviamente non vale per tutte le specie di tartarughe...per alcune infatti è solo una protezione mentre per altre è un bisogno fondamentale per una crescita corretta.
    Scusate se mi sono dilungato...io in ogni caso sono sempre pro letargo quando questo si possa effettuare senza far correre rischi all'animale.
    Alessi0, gibo and Excalibur like this.
    L'uomo deve mostrare bontà di cuore verso gli animali, perchè chi usa essere crudele verso di essi è altrettanto insensibile verso gli uomini.

    Immanuel Kant


    Andrea




  13. #43
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Buongiorno a tutti.
    Bene...da dove iniziare..
    Ecco, l'intervento di Akumal , chiaramente prende spunto dalla diatriba tra me e Gibo, ma seppur incentrato in parte sulla discussione in atto, secondo il mio parere non è pertinente.
    Mi spiego meglio.
    Nei miei interventi precedenti mai ho affermato ne tantomeno fatto credere di essere contro il letargo.
    In realtà la mia posizione su questo argomento risulta neutra essendo in questo senso ne a favore ne contro un periodo di "fermo".
    Invero tutto il dibattito è nato da alcune affermazioni fatte dal nostro , e non me ne voglia , compagno di "viaggio" Gibo, che seppur competente ed animato da giusti propositi, risultano secondo me errate e fuorvianti .
    Dando così indicazioni ,che se non seguite alla lettera , comportano conseguenze catastrofiche per la salute ed il corretto allevamento dell'animale in questione.

    Qui riporto due incisi:

    la totale mancanza di un periodo "freddo" per specie che nel loro ambiente risentono di cicli stagionali connessi al metabolismo, riproduzione, ecc. non è sicuramente consigliabile e può creare anche seri problemi.

    Secondo me se ci tieni alla salute della tartaruga e ad offrirle condizioni di vita "naturali" il letargo è la scelta corretta...

    Ecco tutto questo ha mosso la mia ricerca in merito , che mi ha portato a "migrare" addirittura oltroceano , nella zona di Saint'louis

    Detto ciò , sono in parte d'accordo con Akumal quando afferma che non è propriamente ortodosso fare paralleli tra la natura, il concetto di wild, e lo stato di cattività.
    Dico in parte perchè un' animale che comunque ha in natura e nel suo Dna la capacità di adattarsi a climi diversi letargando , brumando, o non letargando affatto , credo non venga allevato in modo scorretto se si decidesse di non fagli fare periodi di "stop".
    Detto questo mi prometto di fare ricerche di eventuali statistiche in merito alle aspettative di vita , e di quanto eventualmente cambino a favore di un animale come sp.Odoratus mantenuto in cattività e fatto letargare , riguardo lo stesso però tenuto senza periodo di stop.
    Si può facilmente intuire che l'animale che non ha fermo viva qualcosa in meno , perche consuma evidentemente di più, ma sarà così?
    Ed eventualmente quanto?

    Grazie a tutti e buon proseguimento.
    Ultima modifica di RUsTy TurTle; 01-12-2014 alle 10:09

  14. #44
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    3,612
    Discussioni
    77
    Like ricevuti
    1814
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus odoratus 2.2 Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    ho posseduto: Bufo alvarius Pleurodeles Waltl

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Citazione Originariamente Scritto da RUsTy TurTle Visualizza Messaggio
    Invero tutto il dibattito è nato da alcune affermazioni fatte dal nostro , e non me ne voglia , compagno di "viaggio" Gibo, che seppur competente ed animato da giusti propositi, risultano secondo me errate e fuorvianti .
    Dando così indicazioni ,che se non seguite alla lettera , comportano conseguenze catastrofiche per la salute ed il corretto allevamento dell'animale in questione.

    Qui riporto due incisi:

    la totale mancanza di un periodo "freddo" per specie che nel loro ambiente risentono di cicli stagionali connessi al metabolismo, riproduzione, ecc. non è sicuramente consigliabile e può creare anche seri problemi.

    Secondo me se ci tieni alla salute della tartaruga e ad offrirle condizioni di vita "naturali" il letargo è la scelta corretta...
    Preciso che queste affermazioni non sono farina del mio sacco, sono troppo inesperto nell'allevamento di queste tartarughe... anche se in passato ho allevato rettili di vario genere e tuttora allevo dei pleurodeles waltl che faccio brumare.
    Queste affermazioni le ho desunte dopo svariate ricerche in rete e parlando con persone con esperienza... le ho poste anche in modo più delicato di come le si trovano talvolta esposte in rete.
    Certo St.Odoratus è una specie altamente adattabile e con un'areale amplissimo, di certo però è la specie di kiniosternide con areale più espanso a Nord.
    Anche il maggiore successo delle riproduzioni a seguito di letargo sembrerebbero indicare come un ciclaggio stagionale degli animali, più o meno spinto, sia comunque utile a fornire loro quei bioritmi relativi all'andamento stagionale che evidentemente ne aumentano il benessere.
    Se ovunque si legge che l'ideale per questi animali sarebbe ai nostri climi l'allevamento in laghetto esterno per tutto l'anno, sono portato a pensare che il letargo controllato sia un buon "surrogato" col vantaggio del controllo e quindi di rischi ridotti...
    Molto più sottile il discorso su altre specie, es. S. Minor Minor che intenderei prendere, areali più limitati, diffusione in allevamento più ridotta, dati sulle temperature più difficili da reperire, pareri contrastanti sull'ibernazione e l'estivazione...
    Ultima modifica di gibo; 01-12-2014 alle 12:23
    lillaghe likes this.

  15. #45
    Appassionato
    L'avatar di RUsTy TurTle
    Località
    Campania
    Sesso
    Messaggi
    196
    Discussioni
    9
    Like ricevuti
    90
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus carinatus

    Predefinito Re: Letargo sternotherus odoratus

    Ripeto nuovamente che non sono nè a favore nè contro il Letargo.

    [QUOTE=gibo;186760]Preciso che queste affermazioni non sono farina del mio sacco, sono troppo inesperto nell'allevamento di queste tartarughe... anche se in passato ho allevato rettili di vario genere e tuttora allevo dei pleurodeles waltl che faccio brumare.
    Queste affermazioni le ho desunte dopo svariate ricerche in rete e parlando con persone con esperienza... le ho poste anche in modo più delicato di come le si trovano talvolta esposte in rete.

    Quando tu però fai affermazioni dove non esiste nemmeno l'ombra del condizionale ,senza peraltro citarne la fonte come hai fatto adesso ( ed anche se a me personalmente piace ragionare " carte alla mano" ,verba volant scripta manent), affermazioni perentorie che non permettano replica , riguardanti argomenti delicati quale la salute dell'animale allevato, permetterai che il lettore nuovo o di primo pelo sia quantomeno indirizzato verso queste , non tanto per "conoscenza " propria dell'argomento in questione , ma piuttosto impaurito dal recare un eventuale danno al proprio beniamino.( è capitato a me di riflettere a lungo , in preda alla paura di commetere errori fatali)
    Ecco quando si fanno affermazioni come le tue , a mio modestissimo parere , sarebbe d'obbligo parlare dell'argomento in oggetto sottolineando di "tendenza a.." e dove chiaramente possibile citarne le Fonti , meglio ancora se visionabili.(es. nel mio ricercare incessantemente non ho trovato alcun allevatore che sconsigli vivamente di non far letargare l'animale in questione pena gravi problemi di salute...oppure di far letargare l'animale per dargli condizioni di vita quanto più simili alla natura...cosa che non è esattamente corretta.).
    Così che anche il neofita che vuole introdursi più approfonditamente nell'argomento sia facilitato nel farlo.

    Ultima modifica di RUsTy TurTle; 01-12-2014 alle 13:17

Pagina 3 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •