Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 42
Like Tree17Likes

Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

Discussione sull'argomento Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi! contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; Ho un acquario molto grande...per scaldare l'acqua a dovere avrei bisogno di 5-6 lampade,che alla lunga immagino darebbero molto fastidio ...

  1. #16
    Contributor
    L'avatar di Marcossssss
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    556
    Discussioni
    60
    Like ricevuti
    288
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    Coppia di Pelomedusa subrufa (olivacea) 5 Pelomedusa subrufa baby - Geochelone sulcata (M) - 5 Thh (3 femmine,2 maschi) - Tss,Tse,Tst...numero imprecisato

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Ho un acquario molto grande...per scaldare l'acqua a dovere avrei bisogno di 5-6 lampade,che alla lunga immagino darebbero molto fastidio alla tartaruga...
    rughis, Sterny and maura72 like this.

  2. #17
    Bannato
    L'avatar di pminotti
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    252
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    47
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    0.2.0 Phrynops tuberosus; 0.0.2 Podocnemis unifilis; 0.0.1 Chelus Fimbriatus; 1.2.2 Emys orbicularis galloitalica; 1.0.0 Emys orbicularis orbicularis; 0.1.0 Pelodiscus sinensis; 0.0.2 Malaclemys terrapin centrata; 1.2.0 Ocadia sinensis; 1.1.0 Pelusius castaneus; 1.1.0 Pelomedusa subrufa; 1.2.0 Apalone spinifera spinifera; 1.2.0 Sternotherus carinatus; 0.3.0 Sternotherus odoratus; 2.1.0 Macrochelodina rugosa; 1.2.0 Pseudemys Nelsonii; 0.1.2 Pseudemys concinna; 0.1.0 Trachemys scripta scripta; 1.

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Considera che se l'acqua è più calda dell'aria, la tartaruga non farà mai basking, col risultato di non asciugarsi mai e di andare incontro a malattie della pelle.

    Di solito per 100 L bastano due lampade da 26W alogene.

  3. #18
    Contributor
    L'avatar di Platysternon
    Località
    Bergamo
    Sesso
    Messaggi
    1,346
    Discussioni
    64
    Like ricevuti
    282
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    Stigmochelys pardalis pardalis ; Agrionemys horsfieldii ; Astrochelys radiata; Malacochersus tornieri ; Testudo kleinmanni
    Altri rettili in possesso

    Tiliqua gigas

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Paolo per cortesia, prima di dare dei consigli informati su come vengono tenute le tartarughe in questione.

    Innanzitutto per quanto riguarda il riscaldamento della vasca bisogna tenere conto di alcune considerazioni.Se la vasca in questione fosse di piccole dimensioni potrei anche capire il discorso dello scaldarla con delle lampade ma ne servirebbero comunque più d'una: una per l'area basking e una o più per la zona acquatica.

    Se la vasca non avesse filtro o comunque una pompa di movimento si riscalderebbe solo l'acqua in superficie e non quella a fondo vasca.

    Il discorso dei siti meteo che segnalano le temperature è solo indicativo: non sappiamo di preciso a quale sottospecie appartenga, non sappiamo di preciso da quale area geografica proviene e l'Africa da quel che ricordo è decisamente enorme e così anche l'area di distribuzione delle Pelomedusa.

    Non solo un conto è la temperatura rilevata da sonde a terra e un conto è la temperatura dell'acqua.Può darsi che nella zona di provenienza ci siano anche 35°C a terra di giorno e 5 di notte ma magari in acqua si mantiene più alta della minima notturna.Come l'acqua ci impiega più tempo rispetto all'aria a scaldarsi, impiegherà anche più tempo a raffreddarsi.

    Idem se parliamo di terrestri: è vero che di notte magari vengon rilevate temperature minime dell'aria di 5°C ma se le tartarughe andassero in zone che di giorno son state esposte sempre al sole, a terra le temperature sarebbero più alte perchè sia il terreno che le rocce avrebbero assorbito calore durante il giorno che cederebbero durante la notte.

    Non solo in questo caso non è nemmeno giusto dire che sia la cosa giusta far fare degli sbalzi termici a questa tartaruga.Se fosse sempre vissuta ad esempio a 28°C sarebbe sicuramente più debole di una abituata a sbalzi termici notte/giorno quindi un cambio drastico di modalità di allevamento in tal senso non sarebbe corretto anzi potrebbe essere deleterio.

    Poi se la si vuol far abituare gradualmente allora il discorso cambia.

    Io userei un filtro per mantenere in movimento l'acqua e tenerla pulita, un termoriscaldatore tarato a 4 o 5°C in più della temperatura ambiente così di notte, a lampade spente, quando la tartaruga sale in superficie a prendere qualche boccata d'aria non respira aria troppo fredda ripetto alla temperatura dell'acqua.Stesso discorso per l'area basking, io non supererei 4-5°C in più della temperatura dell'acqua.

    Ad esempio se l'ambiente è a 20°C terrei l'acqua a 24-25°C e l'area di basking a 28-29°C.

    Se la temperatura ambiente è più bassa passerei a una tartarughiera chiusa onde evitare pericolosi abbassamenti termici e correnti d'aria
    Ultima modifica di Platysternon; 09-01-2012 alle 18:53
    maura72 and rughis like this.

  4. #19
    Contributor
    L'avatar di Marcossssss
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    556
    Discussioni
    60
    Like ricevuti
    288
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    Coppia di Pelomedusa subrufa (olivacea) 5 Pelomedusa subrufa baby - Geochelone sulcata (M) - 5 Thh (3 femmine,2 maschi) - Tss,Tse,Tst...numero imprecisato

    Predefinito

    Sono d'accordo. In casa mia la T è di circa 21 gradi,l'acqua è sui 27 e la zona basking con lampada UVB 26W e lo spot opaco da 40W raggiunge i 30/31 circa...

  5. #20
    Contributor
    L'avatar di Platysternon
    Località
    Bergamo
    Sesso
    Messaggi
    1,346
    Discussioni
    64
    Like ricevuti
    282
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    Stigmochelys pardalis pardalis ; Agrionemys horsfieldii ; Astrochelys radiata; Malacochersus tornieri ; Testudo kleinmanni
    Altri rettili in possesso

    Tiliqua gigas

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    direi perfetto

  6. #21
    Bannato
    L'avatar di pminotti
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    252
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    47
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    0.2.0 Phrynops tuberosus; 0.0.2 Podocnemis unifilis; 0.0.1 Chelus Fimbriatus; 1.2.2 Emys orbicularis galloitalica; 1.0.0 Emys orbicularis orbicularis; 0.1.0 Pelodiscus sinensis; 0.0.2 Malaclemys terrapin centrata; 1.2.0 Ocadia sinensis; 1.1.0 Pelusius castaneus; 1.1.0 Pelomedusa subrufa; 1.2.0 Apalone spinifera spinifera; 1.2.0 Sternotherus carinatus; 0.3.0 Sternotherus odoratus; 2.1.0 Macrochelodina rugosa; 1.2.0 Pseudemys Nelsonii; 0.1.2 Pseudemys concinna; 0.1.0 Trachemys scripta scripta; 1.

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Mi fa piacere scoprire che i siti metereologici siano imprecisi per le temperature, ma vorrei a questo punto sapere dove riterreste, in alternativa, di ottenere questi dati.

    Posto che il mantenimento di temperature fisse provoca diversi problemi, sui quali sembra che concordiamo, mi pare un buon motivo per far cambiare abitudini il più presto possibile.

  7. #22
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,835
    Discussioni
    1199
    Like ricevuti
    6438
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Citazione Originariamente Scritto da pminotti Visualizza Messaggio
    Mi fa piacere scoprire che i siti metereologici siano imprecisi per le temperature, ma vorrei a questo punto sapere dove riterreste, in alternativa, di ottenere questi dati.
    Paolo, sinceramente non riesco a non vedere in questa domanda un certo tono polemico, che qui su Tartarugando vorremmo evitare.

    Se si prende l'areale della Pelomedusa, così come quello di altre specie, è evidente il fatto che esso è talmente vasto da rendere non possibile identificare con sufficiente precisione dei dati di temperatura dai siti internet che sono stati postati.

    Inoltre, come sottolineava a mio avviso in modo molto chiaro Platysternon, le temperature che puoi trovare sui siti possono costituire solo dei macro-riferimenti da utilizzare a carattere indicativo.

    E' giusto sottolineare che poter stimare con sufficiente precisione i dati di temperatura e umidità a cui vivono gli animali non è affatto una cosa semplice: ci sono diversi progetti scientifici che hanno dimostrato che valori che abbiano attendibilità possono essere rilevati grazie da sonde poste a terra e/o sugli animali stessi.
    Da qui il concetto di "microclima", che è diverso da quello delle temperature che si possono trovare nei siti internet.

    Il buon senso, l'approfondimento tecnico, la conoscenza degli animali e l'esperienza possono guidare nel fare le scelte più giuste.

  8. #23
    Bannato
    L'avatar di pminotti
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    252
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    47
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    0.2.0 Phrynops tuberosus; 0.0.2 Podocnemis unifilis; 0.0.1 Chelus Fimbriatus; 1.2.2 Emys orbicularis galloitalica; 1.0.0 Emys orbicularis orbicularis; 0.1.0 Pelodiscus sinensis; 0.0.2 Malaclemys terrapin centrata; 1.2.0 Ocadia sinensis; 1.1.0 Pelusius castaneus; 1.1.0 Pelomedusa subrufa; 1.2.0 Apalone spinifera spinifera; 1.2.0 Sternotherus carinatus; 0.3.0 Sternotherus odoratus; 2.1.0 Macrochelodina rugosa; 1.2.0 Pseudemys Nelsonii; 0.1.2 Pseudemys concinna; 0.1.0 Trachemys scripta scripta; 1.

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Carissimi,

    allora devo immaginare che la decisione di tenere una Pelomedusa a temperatura fissa di 27° gradi per l'acqua e 31° di giorno per l'aria derivi dall'applicazione di uno studio effettuato con sensori posti sulle tartarughe?
    Se si, vi sarei grato di citarlo per migliorare le conoscenze di tutti.

    Per contro, mi permetto di esporti il criterio che ho applicato.
    Kigoma, sul lago Tanganika, è al centro dell'areale di distribuzione della Pelomedusa Subrufa, in zona equatoriale e in prossimità di uno dei più grossi specchi d'acqua del continente.
    Dovrebbe quindi rappresentare la situazione ambientale tipo in cui trovare le Pelomedusa.
    Essendo in zona tropicale, gli spostamenti a nord e a sud dovrebbero, secondo buon senso e osservazione delle località circostanti presenti nel Database, portare a riduzioni di temperatura, mentre spostamenti ad est e ad ovest portano verso aree più aride, dove difficilmente troveremo tartarughe acquatiche.
    A questo punto , visto che le temperature medie sono decisamente più basse, sempre applicando il buon senso, viene da chiedersi perchè non applicarle.
    Invece, questa è la risposta che viene data:

    Citazione Originariamente Scritto da Marcossssss Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo. In casa mia la T è di circa 21 gradi,l'acqua è sui 27 e la zona basking con lampada UVB 26W e lo spot opaco da 40W raggiunge i 30/31 circa...
    Citazione Originariamente Scritto da Platysternon Visualizza Messaggio
    direi perfetto
    Quindi temperature “a capocchia” e indicazione di non provocare variazioni di temperatura nel corso della giornata.
    Da notare che le schede parlano, genericamente, di temperature “Intorno ai 30°”
    O ho capito male?
    Se notare queste cose vuol dire essere polemico allora probabilmente lo sono.

    Come definiamo invece la costante presenza di gratuite affermazioni offensive di questo genere?

    Citazione Originariamente Scritto da Platysternon Visualizza Messaggio
    Paolo per cortesia, prima di dare dei consigli informati su come vengono tenute le tartarughe in questione.
    Visto che le allevo da almeno 5 anni, assieme alle Pelusius, mi sembra un po’ fuori luogo.

    O affermazioni abbastanza ridicole circa l’attendibilità o meno delle informazioni metereologiche, basate su medie di 5 o 8 anni.

    Evidentemente le temperature medie di una località possono solo dare un’indicazione di massima, ma sicuramente se la temperatura media è di 25° sarà difficile avere picchi di 40° o di 10° ed, in mancanza di altra documentazione scientifica, sono sicuramente più affidabili ed attendibili di un “mi pare” o un “penso che”.

    Faccio presente che l'utilizzo delle lampade come sistema di riscaldamento non è certo una novità .

    Suggerisco di vedere, tra le tante, la guida "Tartarughe acquatiche e palustri: la guida completa di Andrea Luison e Stefano Redaelli" e ribadisco la sua efficacia. la maggior naturalezza del riscaldamento proveniente dall’alto e l’eliminazione di tutta una serie di rischi connessi all’inserimento di resistenze nelle vasche.

    Anche se, francamente, trovo abbastanza ridicolo dover documentare cose di questo genere con degli allevatori esperti.

    Mi sembrerebbe quindi cortese da parte vostra documentare e motivare certe prese di posizione.
    Ultima modifica di pminotti; 10-01-2012 alle 18:58

  9. #24
    Contributor
    L'avatar di Platysternon
    Località
    Bergamo
    Sesso
    Messaggi
    1,346
    Discussioni
    64
    Like ricevuti
    282
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    Stigmochelys pardalis pardalis ; Agrionemys horsfieldii ; Astrochelys radiata; Malacochersus tornieri ; Testudo kleinmanni
    Altri rettili in possesso

    Tiliqua gigas

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Paolo, pensi di essere l'unico ad averle allevate?Non mi pare siano una rarità!Se son intervenuto è perchè ho avuto anche io esperienza al riguardo sia con Pelomedusa che Pelusios altrimenti me ne sarei stato zitto.

    Quando dicevo che dovresti informarti sulle tartarughe in questione mi riferivo alle tartarughe di Marcossssss.

    Se rileggerai meglio quello che ho scritto in precedenza noterai (e lo hai anche scritto) che siam daccordo sulla questione dell'abituarle agli sbalzi termici.

    Mi pare però ovvio che dopo quello che è successo non mi pare proprio il momento di iniziare ad abituarla a ciò per questo motivo gli ho risposto che le temperature da lui adottate vanno bene.

    Più avanti quando il pericolo sarà sicuramente scongiurato sotto attenta osservazione ( e tu ben sai che nei cheloni molte patologie o problematiche in generale si manifestano a distanza di tempo) se Marcosssssss vorrà mettere in pratica questa nozione chiederà delucidazioni al riguardo se ne avrà bisogno ma non mi pare proprio che questo sia il principale argomento di questo topic.O sbaglio?Spero di aver risposto adeguatamente al perchè non applicarle adesso.

    Passiamo al resto.

    A quanto pare non hai ben capito il discorso dei siti riguardanti le zone climatiche.Il mio discorso è (ti faccio un esempio più chiaro così non travisi quello che scrivo): in una tal zona vengono indicate ad esempio una temperatura massima di 40°C e una minima di 10°C.Per quanto riguarda le tartarughe terrestri (che non vivono in aria all'altezza delle sonde delle stazioni meteorologiche) se la temperatura notturna dell'aria è di 10 gradi , nel punto in cui lei si va a rintanare (una buca, una tana, fra le rocce, in un cespuglio, sotto un sasso, fra le foglie , etc) non è per niente detto che ci sian 10 gradi visto che questi elementi hanno accumulato calore (sai 40°C) durante il giorno e pian piano di notte lo cedono.Idem il contrario. se di giorno ci son 40°C dubito che se ne stian tutto il giorno sotto il sole.andran in una buca, una tana, fra le rocce, in un cespuglio, sotto un sasso, fra le foglie , etc a ripararsi dall'arsura e per stare a temperature più basse.Mi pare ovvio quindi che se uno legge su uno di questi siti che ci son 40 e 10 °C non deve tenerle di giorno a 40°C sotto una lampada e di notte in frigorifero.Chiaro?

    Per quanto riguarda le acquatiche.Per quel che ti ho detto, si tratta di fisica, un corpo liquido rispetto a uno gassoso si scalda più lentamente e perde calore più lentamente quindi già in acqua (parlo di laghi e fiumi) gli sbalzi termici son ridotti rispetto all'aria.Se nella nostra amata zona in aria ci son ancora 40°C di giorno e 10°C di notte sicuramente in acqua ci saran meno 40°C e più di 10°C e gli sbalzi termici notte/giorno saran più lievi e graduali di quelli dell'aria.Deduco che anche qui ch'io non debba mettere la nostra amata Pelomedusa sul fornello durante il giorno e in frigorifero durante la notte.

    Anche le matamata dicon tutti che devon stare sopra i 30 gradi C , peccato che ho conosciuto un signore che era stato in Sud America e di notte la temperatura dell'acqua di un'ansa in cui c'eran delle matamata la temperatura era di 18°C in quel periodo dell'anno ma ciò non significa che tutte le matamata del grande-enorme Sud America possano sopportare quella temperatura notturna.La stessa cosa è applicabile alle Pelomedusa.

    Parliamo del tuo buon senso, tua citazione "Essendo in zona tropicale, gli spostamenti a nord e a sud dovrebbero, secondo buon senso e osservazione delle località circostanti presenti nel Database, portare a riduzioni di temperatura, mentre spostamenti ad est e ad ovest portano verso aree più aride, dove difficilmente troveremo tartarughe acquatiche."

    Io ero a conoscenza che le Pelomedusa applicavan l'estivazione (fra l'altro pensa un po' anche le mie lo facevano) anche come adattamento all'essiccamento dei loro fiumi, laghi, pozze, catini e tinelli.Deduco quindi che la tua deduzione riguardo al fatto che non possano vivere in zone aride sia leggerissimamente errata.
    rughis, Marcossssss and Sterny like this.

  10. #25
    Contributor
    L'avatar di turtlej
    Località
    Emilia Romagna
    Sesso
    Messaggi
    3,686
    Discussioni
    170
    Like ricevuti
    1269
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni boettgeri, Testudo Marginata, Terrapene carolina carolina, Terrapene carolina triunguis, Terrapene carolina major, Cuora flavomarginata, Rhinoclemmys pulcherrima manni, Chelonoidis carbonaria, Geochelone elegans, Astrochelys radiata, Emys orbicularis, Clemmys guttata, Trachemys scripta elegans, Trachemys scripta scripta, Pseudemys nelsoni, Mauremys reevesii, Chelodina siebenrocki
    Altri rettili in possesso

    Lampropeltis

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Sicuramente non è facile ricostruire artificialmente un habitat come quello delle Pelomedusa, ma tutte le schede che ho letto, redatte da persone che allevano (nel senso completo del termine) questa specie, riportano un range di T che va da un minimo di 23 fino a 30 gradi dell' acqua e 30 - 32 gradi dell' aria. Mantenendo questi parametri gli animali sono attivi, mangiano e si riproducono, diversamente si hanno dei problemi.

    E' ovvio che riuscire a creare queste temperature utilizzando delle lampade sia il metodo che più si avvicina a quanto accade in natura, ma l'utilizzo di un riscaldatore non mi pare si possa definire una cosa negativa, se si riesce ad ottenere lo scopo.
    Sterny, Marcossssss and rughis like this.
    Per essere l'immacolato componente di un gregge bisogna innanzitutto essere una pecora.
    (Albert Einstein)

  11. #26
    Contributor
    L'avatar di Sterny
    Località
    Piemonte
    Sesso
    Messaggi
    480
    Discussioni
    17
    Like ricevuti
    129
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Citazione Originariamente Scritto da turtlej Visualizza Messaggio
    Sicuramente non è facile ricostruire artificialmente un habitat come quello delle Pelomedusa, ma tutte le schede che ho letto, redatte da persone che allevano (nel senso completo del termine) questa specie, riportano un range di T che va da un minimo di 23 fino a 30 gradi dell' acqua e 30 - 32 gradi dell' aria. Mantenendo questi parametri gli animali sono attivi, mangiano e si riproducono, diversamente si hanno dei problemi.

    E' ovvio che riuscire a creare queste temperature utilizzando delle lampade sia il metodo che più si avvicina a quanto accade in natura, ma l'utilizzo di un riscaldatore non mi pare si possa definire una cosa negativa, se si riesce ad ottenere lo scopo.
    Quoto tutto.
    Le temperature in natura inoltre sono un ottimo indice su cui basarsi per il mantenimento degli animali in cattività.... tuttavia è sensato pensare che, solitamente, le temperature usate per il mantenimento in cattività (parlo di acquari) siano di qualche grado più alte (rispetto ai valori dell'areale d'origine) per stimolare le tartarughe ad essere più attive, a evitare una situazione diciamo di apatia, visto che già di per sè le condizioni non sono ideali alla loro vita...

    E' per questo che le temperature delle schede che si trovano non coincidono necessariamente con quelle dell'areale... è una critica insensata a mio parere!
    Non ci vuole nulla a controllare la temperatura su una tabella!!!!
    Cosa diversa è studiare quale temperatura è più adatta tenendo presente sia la tabella delle temperature dell'areale e sia le reazioni della tartaruga alle diverse temperature a cui viene sottoposta in cattività.
    --------------
    Gli animali sono, assai più di noi, soddisfatti per il semplice fatto di esistere; le piante lo sono interamente; gli uomini lo sono secondo il grado della loro stupidità. [...] Questa dedizione totale al presente, propria degli animali, è la precipua causa del piacere che ci danno gli animali domestici.

    Arthur Schopenhauer, Parerga e Frammenti postumi

    --------------

  12. #27
    Contributor
    L'avatar di Marcossssss
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    556
    Discussioni
    60
    Like ricevuti
    288
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    Coppia di Pelomedusa subrufa (olivacea) 5 Pelomedusa subrufa baby - Geochelone sulcata (M) - 5 Thh (3 femmine,2 maschi) - Tss,Tse,Tst...numero imprecisato

    Predefinito

    Giusto ragazzi! Io sono ancora un allevatore abbastanza inesperto e la mia priorità è che la tartaruga stia bene,su questo non c'è dubbio. Al momento la mia tartaruga sta bene,è attiva,mangia nuota e fa basking regolarmente e credo che sia la cosa più importante a prescindere dalle temperature (che comunque non sono sempre 27 gradi,nell'arco della giornata oscillano tra i 28 e i 26).
    Se in futuro,anche grazie ai vostri consigli e ad un pò di esperienza in più,riuscirò a far stare la mia tartaruga ancora meglio ne saremo felicissimi sia io che lei (cioè lui...)!

  13. #28
    Bannato
    L'avatar di pminotti
    Località
    Milano
    Sesso
    Messaggi
    252
    Discussioni
    15
    Like ricevuti
    47
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    0.2.0 Phrynops tuberosus; 0.0.2 Podocnemis unifilis; 0.0.1 Chelus Fimbriatus; 1.2.2 Emys orbicularis galloitalica; 1.0.0 Emys orbicularis orbicularis; 0.1.0 Pelodiscus sinensis; 0.0.2 Malaclemys terrapin centrata; 1.2.0 Ocadia sinensis; 1.1.0 Pelusius castaneus; 1.1.0 Pelomedusa subrufa; 1.2.0 Apalone spinifera spinifera; 1.2.0 Sternotherus carinatus; 0.3.0 Sternotherus odoratus; 2.1.0 Macrochelodina rugosa; 1.2.0 Pseudemys Nelsonii; 0.1.2 Pseudemys concinna; 0.1.0 Trachemys scripta scripta; 1.

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Allora adesso non ho capito io.

    Va bene.

    In ultimo, com'è fatta la vasca di Marcosss?

  14. #29
    Contributor
    L'avatar di Marcossssss
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    556
    Discussioni
    60
    Like ricevuti
    288
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    Coppia di Pelomedusa subrufa (olivacea) 5 Pelomedusa subrufa baby - Geochelone sulcata (M) - 5 Thh (3 femmine,2 maschi) - Tss,Tse,Tst...numero imprecisato

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    Acquaterrario per Pablo-Pelomedusa subrufa olivacea

    Conta che ora ho cambiato la disposizione delle lampade,la spot è sulla zona emersa. Ho anche piazzato un'altra spot puntata sulla rampa in modo da creare un gradiente. Ho anche alzato il livello dell'acqua di alcuni centimetri e ho migliorato molto la rampa con due pezzi di sughero più robusti e lunghi,in tal modo ho ridotto di molto la pendenza della rampa stessa.

  15. #30
    Contributor
    L'avatar di Platysternon
    Località
    Bergamo
    Sesso
    Messaggi
    1,346
    Discussioni
    64
    Like ricevuti
    282
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Tartarughe in possesso

    Stigmochelys pardalis pardalis ; Agrionemys horsfieldii ; Astrochelys radiata; Malacochersus tornieri ; Testudo kleinmanni
    Altri rettili in possesso

    Tiliqua gigas

    Predefinito Re: Ho trovato la mia Pelomedusa con l'acqua a 20 gradi!

    il filtro è ancora quello della foto?se si togli l'ugello all'uscita della pompa così fai più movimento d'acqua.quello viene usato per ossigenare in vasche per pesci e a te non serve.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •