Ciao a tutti,

spero di non fare un doppione, perchè pensavo di aver già aperto questa discussione ieri sera ma ora non ne trovo traccia .

vorrei chiedervi qualche parere sulla cura e l'alimentazione della Terrapene. La mia tarta è maschio, ha circa 30 anni e vive da sempre in giardino.

- vorrei sapere secondo voi qual è la quantità adeguata di cibo al giorno. E' alimentata alternativamente con lombrichi, lumache (quelle grosse, a cui tolgo il guscio), tarme, a volte camole. A questo aggiungo melone, pesche, ciliegie. Verdura non ne mangia (a meno che non se ne prenda da sola dalla buca biologica che ho in orto). Fino allo scorso anno controllavo meno l'alimentazione (ma controllavo il peso prima del letargo) lasciando che si gestisse di più da sola ma, dato che ad ottobre scorso ha subito una frattura al carapace, ora, da quando si è svegliata, la tampino.

Non vorrei però eccedere nelle dosi, lei è vorace e mangerebbe sempre. Quindi chiedo a chi ha Terrapene ogni quanto alimentano le bestiole e con che quantità.

- poi, secondo voi, meglio lasciare a disposizione osso di seppia, osso di pollo o osso di manzo?

- per quanto riguarda la frattura: l'incidente è avvenuto a ridosso del letargo, il veterinario ha applicato un mastice nero (che vedete in foto), alla fine del letargo ovviamente la frattura non era guarita, e secondo il veterinario ci vorrà ancora un bel po' (pensava di lasciare il mastiche un anno circa). Conoscete altre tecniche per aiutare la guarigione delle fratture? Non metto in discussione l'operato del vet, ma vorrei sentire altri pareri.

- infine: c'è un modo per calcolare il peso forma delle Terrapene?

So che sto chiedendo tante cose in una volta ma spero che i vari discorsi si possano sviluppare un po' alla volta.
Grazie in anticipo