Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 3456
Risultati da 76 a 85 di 85
Like Tree85Likes

Sono arrivate le hors.!!

Discussione sull'argomento Sono arrivate le hors.!! contenuta nel forum Tartarughe Terrestri Esotiche, nella categoria Tartarughe Terrestri; ...ciao vitti!....grazie del link. Devo ancora decidere come organizzarmi perchè devo prendere i parametri del frigo.....ne ho uno normale in ...

  1. #76
    Fedelissimo
    L'avatar di illy
    Località
    udine
    Sesso
    Messaggi
    1,516
    Discussioni
    53
    Like ricevuti
    615
    Data Registrazione
    May 2016
    Tartarughe in possesso

    THB T. HORSFIELDI

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    ...ciao vitti!....grazie del link. Devo ancora decidere come organizzarmi perchè devo prendere i parametri del frigo.....ne ho uno normale in cantina e quello ventilato in casa......ma se le metto nel frigo di casa ho paura che i miei umani se le mangino!
    Dove terrai il cassone di legno?

  2. #77
    Appassionato
    L'avatar di adriano72
    Località
    Verona
    Sesso
    Messaggi
    334
    Discussioni
    10
    Like ricevuti
    230
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Tartarughe in possesso

    1.2.0 Testudo kleinmanni, 2.2.23 Testudo Graeca Ibera, 1.2.5 Testudo horsfieldi, 1.1.0 Emys orbicularis, 0.0.3 trachemys scripta elegans
    Altri rettili in possesso

    1.0.0 Chamaleo caliptratus, 1.0.0 geco leopardino

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Citazione Originariamente Scritto da vittitarte Visualizza Messaggio
    Ciao Adriano, grazie dell'intervento...ci stai fornendo delle informazioni con parametri diversi di allevamento, che non rispondono pienamente alle caratteristiche per allevare questa specie.....quindi tu non hai riscontrato particolari problemi di salute, né malattie e né decessi? Bè penso sia fantastico e anche che sei stato fortunato considerando che le allevi in un ambiente umido, mi pare insieme alle greche, giusto?
    Per quanto riguarda il letargo in frigo, scelto anche da me negli due anni su suggerimento del veterinario, ho riscontrato dei piccoli problemi, per esempio riuscire a mantenere la temperatura stabile anche aggiungendo bottigliette chiuse piene d'acqua. Il mio frigo non era mai stabilmente a 5 gradi oscillava sempre anche di qualche grado sia alzandosi che abbassandosi, quindi lo dovevo controllare spesso e regolarlo...... tutto dipendeva dalle temperature esterne. Per questo ed altri motivi quest'anno gli farò fare letargo controllato e il prossimo anno in piena terra.
    Ciao, si le mie condizioni di allevamento non sono proprio quelle da manuale e non vogliono certo essere un manuale per altri, però credo che spesso per allevare e riprodurre con successo una specie non sia necessario riprodurre sempre le condizioni che riscontrano in natura. Molte specie si adattano a situazioni sfavorevoli in natura ma questo non vuol dire che non possano prosperare anche in condizioni differenti se non peggiori magari solo in apparenza. Io mi sono solo limitato ad osservare il comportamento delle mie. Ho assolutamente avuto anche io problemi respiratori con le mie Hors. ma solo i primi tempi, ma se trattate tempestivamente si sono sempre riprese alla grande.
    Credo che molto dipenda da dove si acquistano, dopo quanto tempo dall'importazione e da come stabulate prima e dopo l'acquisto, lo stato di salute al momento dell'acquisto. Insomma le variabili sono talmente tante che fare una una previsione è quasi impossibile.
    illy likes this.

  3. #78
    Appassionato
    L'avatar di vittitarte
    Località
    Roma....e dintorni
    Sesso
    Messaggi
    187
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    110
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Tartarughe in possesso

    Testudo horsfieldii 5

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Citazione Originariamente Scritto da illy Visualizza Messaggio
    ...ciao vitti!....grazie del link. Devo ancora decidere come organizzarmi perchè devo prendere i parametri del frigo.....ne ho uno normale in cantina e quello ventilato in casa......ma se le metto nel frigo di casa ho paura che i miei umani se le mangino!
    Dove terrai il cassone di legno?
    Prego Illy ma sei sicura del letargo in frigo? Mi pare di aver capito che da te non è molto umido e dovrebbe essere freddo abbastanza, comunque ricorda che bisogna avere molte accortezze nell'utilizzo di questa tecnica. Nel frigo ci devono stare solo gli animali e niente alimenti perché possono circolare batteri e le tarte hanno le difese immunitarie molto basse, quindi è rischioso. Visto che nella discussione c'è anche Adriano lui eventualmente ci può fornire più informazioni in base alla sua esperienza.
    Io ho seguito consigli del vet e per ulteriore scrupolo mi sono documentata su Internet e mi sono letta articoli in inglese dove spiegavano come gestire il letargo in frigo.

    Il cassone starà all'esterno in un posto riparato dalla pioggia con telone rialzato come ha fatto Silvia ma non in terra perché da me ci sono impalcature.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da adriano72 Visualizza Messaggio
    Ciao, si le mie condizioni di allevamento non sono proprio quelle da manuale e non vogliono certo essere un manuale per altri, però credo che spesso per allevare e riprodurre con successo una specie non sia necessario riprodurre sempre le condizioni che riscontrano in natura. Molte specie si adattano a situazioni sfavorevoli in natura ma questo non vuol dire che non possano prosperare anche in condizioni differenti se non peggiori magari solo in apparenza. Io mi sono solo limitato ad osservare il comportamento delle mie. Ho assolutamente avuto anche io problemi respiratori con le mie Hors. ma solo i primi tempi, ma se trattate tempestivamente si sono sempre riprese alla grande.
    Credo che molto dipenda da dove si acquistano, dopo quanto tempo dall'importazione e da come stabulate prima e dopo l'acquisto, lo stato di salute al momento dell'acquisto. Insomma le variabili sono talmente tante che fare una una previsione è quasi impossibile.


    Grazie Adriano..... chiedevamo informazioni a te e ad altri che le allevano, sicuramente da più tempo di noi, per poter trovare i parametri corretti di allevamento. Le tue condizioni sicuramente non possono essere da manuale perché non rispecchiano le caratteristiche giuste, però è sorprendente come questa specie si riesca ad adattare e "sopravvivere" anche in condizioni sfavorevoli.
    illy likes this.

  4. #79
    Appassionato
    L'avatar di adriano72
    Località
    Verona
    Sesso
    Messaggi
    334
    Discussioni
    10
    Like ricevuti
    230
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Tartarughe in possesso

    1.2.0 Testudo kleinmanni, 2.2.23 Testudo Graeca Ibera, 1.2.5 Testudo horsfieldi, 1.1.0 Emys orbicularis, 0.0.3 trachemys scripta elegans
    Altri rettili in possesso

    1.0.0 Chamaleo caliptratus, 1.0.0 geco leopardino

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Grazie Adriano..... chiedevamo informazioni a te e ad altri che le allevano, sicuramente da più tempo di noi, per poter trovare i parametri corretti di allevamento. Le tue condizioni sicuramente non possono essere da manuale perché non rispecchiano le caratteristiche giuste, però è sorprendente come questa specie si riesca ad adattare e "sopravvivere" anche in condizioni sfavorevoli.[/QUOTE]

    Forse mi sono spiegato male. Il fatto che le mie condizioni non siano da manuale non vuol dire assolutamente che siano sfavorevoli (non sarebbero altrimenti cresciute e riprodotte) Le condizioni da manuale di cui parli sono estrapolate dalle condizioni che si riscontrano nei territori in cui vivono. Lo stesso è avvenuto per le Kleinmanni che oggi si allevano e riproducono in condizioni che non sono assolutamente paragonabili a quelle del deserto libico. Anzi si è visto che un buon tasso di umidità aiuta ad evitare problemi respiratori. Sottolineo che in natura gli animali cercano di trovare le condizioni più idonee al loro sostentamento, L'estivazione delle hors. in natura è legata proprio a questo sfuggire condizioni troppo secche che le porterebbero a disidratazione interrandosi in sostanza nei luoghi più umidi che riescono a trovare. Nei nostri climi (almeno qui da me) non hanno la necessità di farlo, ma questo non vuol dire che le condizioni siano sfavorevoli.

    Illy: per quanto riguarda il frigo io ho un vecchio frigo a colonna in garage non riscaldato. non monitoro l'umidità e la temperatura rimane sostanzialmente stabile semplicemente non aprendolo in continuazione. io lo apro alcuni secondi solo una volta a settimana o anche di più se a volte mi dimentico. il metabolismo di una tartaruga in letargo è talmente basso che non ritengo necessario aprirlo piu spesso (e nel mio ci sono almeno 6 kg di tartarughe). Questo aiuta a mantenere stabile la temperatura
    illy likes this.

  5. #80
    Fedelissimo
    L'avatar di illy
    Località
    udine
    Sesso
    Messaggi
    1,516
    Discussioni
    53
    Like ricevuti
    615
    Data Registrazione
    May 2016
    Tartarughe in possesso

    THB T. HORSFIELDI

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    .....grazie vitti, effettivamente non avevo pensato alla carica batterica.....comunque non ho ancora deciso niente, intanto valuto più soluzioni.

  6. #81
    Fedelissimo
    L'avatar di CARLINOO
    Località
    COMO
    Sesso
    Messaggi
    2,192
    Discussioni
    10
    Like ricevuti
    850
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    [/QUOTE]

    Forse mi sono spiegato male. Il fatto che le mie condizioni non siano da manuale non vuol dire assolutamente che siano sfavorevoli (non sarebbero altrimenti cresciute e riprodotte) Le condizioni da manuale di cui parli sono estrapolate dalle condizioni che si riscontrano nei territori in cui vivono. Lo stesso è avvenuto per le Kleinmanni che oggi si allevano e riproducono in condizioni che non sono assolutamente paragonabili a quelle del deserto libico. Anzi si è visto che un buon tasso di umidità aiuta ad evitare problemi respiratori. Sottolineo che in natura gli animali cercano di trovare le condizioni più idonee al loro sostentamento, L'estivazione delle hors. in natura è legata proprio a questo sfuggire condizioni troppo secche che le porterebbero a disidratazione interrandosi in sostanza nei luoghi più umidi che riescono a trovare. Nei nostri climi (almeno qui da me) non hanno la necessità di farlo, ma questo non vuol dire che le condizioni siano sfavorevoli[/QUOTE]

    Sono perfettamente d'accordo con te perchè anche io con specie diverse dalle tue allevo con condizioni non da manuale ma sono sempre stato attentissimo alle esigenze delle tartarughe ed il risultato è che sono in perfetta salute (mai portate dal veterinario) si riproducono alla grande ed hanno un aspetto privo di difetti.
    adriano72 likes this.

  7. #82
    Appassionato
    L'avatar di vittitarte
    Località
    Roma....e dintorni
    Sesso
    Messaggi
    187
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    110
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Tartarughe in possesso

    Testudo horsfieldii 5

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Citazione Originariamente Scritto da adriano72 Visualizza Messaggio
    Grazie Adriano..... chiedevamo informazioni a te e ad altri che le allevano, sicuramente da più tempo di noi, per poter trovare i parametri corretti di allevamento. Le tue condizioni sicuramente non possono essere da manuale perché non rispecchiano le caratteristiche giuste, però è sorprendente come questa specie si riesca ad adattare e "sopravvivere" anche in condizioni sfavorevoli.
    Forse mi sono spiegato male. Il fatto che le mie condizioni non siano da manuale non vuol dire assolutamente che siano sfavorevoli (non sarebbero altrimenti cresciute e riprodotte) Le condizioni da manuale di cui parli sono estrapolate dalle condizioni che si riscontrano nei territori in cui vivono. Lo stesso è avvenuto per le Kleinmanni che oggi si allevano e riproducono in condizioni che non sono assolutamente paragonabili a quelle del deserto libico. Anzi si è visto che un buon tasso di umidità aiuta ad evitare problemi respiratori. Sottolineo che in natura gli animali cercano di trovare le condizioni più idonee al loro sostentamento, L'estivazione delle hors. in natura è legata proprio a questo sfuggire condizioni troppo secche che le porterebbero a disidratazione interrandosi in sostanza nei luoghi più umidi che riescono a trovare. Nei nostri climi (almeno qui da me) non hanno la necessità di farlo, ma questo non vuol dire che le condizioni siano sfavorevoli.

    Illy: per quanto riguarda il frigo io ho un vecchio frigo a colonna in garage non riscaldato. non monitoro l'umidità e la temperatura rimane sostanzialmente stabile semplicemente non aprendolo in continuazione. io lo apro alcuni secondi solo una volta a settimana o anche di più se a volte mi dimentico. il metabolismo di una tartaruga in letargo è talmente basso che non ritengo necessario aprirlo piu spesso (e nel mio ci sono almeno 6 kg di tartarughe). Questo aiuta a mantenere stabile la temperatura[/QUOTE]



    Scusami ma non sono d'accordo con te..... se sei costretto a scegliere per loro il letargo in frigorifero per evitare malattie respiratorie che potrebbero portare ad una patologia più seria, allora significa che l'animale non è allevato in un clima idoneo, e quindi il fatto stesso che loro si riproducano e che non possano fare un letargo naturale significa che sopravvivono. Il fatto stesso che i piccoli non nascano in terra (non so se è il tuo caso) significa che non ci sono le condizioni naturali affinché avvenga ciò, quindi, non si possono considerare condizioni favorevoli.
    L'estivazione è un sistema di difesa e sopravvivenza che non tutte le horsfieldii utilizzano dipende infatti dalla zona di provenienza e quindi anche dall'habitat, ma il creare gallerie e cunicoli nel terreno, istintivo per loro, indica un ottimo adattamento al clima e alla tipologia di suolo, che mi pare dovrebbe essere basico.
    Spero di non essere andata in O.T.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da illy Visualizza Messaggio
    .....grazie vitti, effettivamente non avevo pensato alla carica batterica.....comunque non ho ancora deciso niente, intanto valuto più soluzioni.
    Prego Illy, se eventualmente dovessi optare per il frigo tipo il mio, ricordati che le temperature oscillano anche se non aprì più volte per fare circolare l'aria, ma si adattano all'ambiente dove è posizionato

  8. #83
    Appassionato
    L'avatar di adriano72
    Località
    Verona
    Sesso
    Messaggi
    334
    Discussioni
    10
    Like ricevuti
    230
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Tartarughe in possesso

    1.2.0 Testudo kleinmanni, 2.2.23 Testudo Graeca Ibera, 1.2.5 Testudo horsfieldi, 1.1.0 Emys orbicularis, 0.0.3 trachemys scripta elegans
    Altri rettili in possesso

    1.0.0 Chamaleo caliptratus, 1.0.0 geco leopardino

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Scusami ma non sono d'accordo con te..... se sei costretto a scegliere per loro il letargo in frigorifero per evitare malattie respiratorie che potrebbero portare ad una patologia più seria, allora significa che l'animale non è allevato in un clima idoneo, e quindi il fatto stesso che loro si riproducano e che non possano fare un letargo naturale significa che sopravvivono. Il fatto stesso che i piccoli non nascano in terra (non so se è il tuo caso) significa che non ci sono le condizioni naturali affinché avvenga ciò, quindi, non si possono considerare condizioni favorevoli.
    L'estivazione è un sistema di difesa e sopravvivenza che non tutte le horsfieldii utilizzano dipende infatti dalla zona di provenienza e quindi anche dall'habitat, ma il creare gallerie e cunicoli nel terreno, istintivo per loro, indica un ottimo adattamento al clima e alla tipologia di suolo, che mi pare dovrebbe essere basico.
    Spero di non essere andata in O.T.

    - - - Aggiornato - - -
    Evidentemente devo essere ancora più chiaro.

    Punto 1: non sono costretto ad usare il frigo per evitare patologie respiratorie, uso il frigo perchè il garage non ha le temperature idonee per un regolare letargo (questa era la causa delle patologie respiratorie).

    Punto 2: Il letargo che sia esso in frigo, in cassone esterno o garage è sempre e comunque un letargo controllato e se farlo fare controllato o naturale sono scelte assolutamente personali che non vanno minimamente ad inficiare la qualità di vita di una tartaruga. Se le mie in queste condizioni sopravvivono anche tu le fai svernare in un cassone facendole allora solo sopravvivere?

    Punto 3: Quindi tutti gli allevatori di tartarughe che incubano le uova fanno sopravvivere le loro tartarughe in condizioni non idonee? Anche qui l'acclimatamento di una specie al clima locale non dipende proprio dal tipo d'incubazione delle uova quanto piuttosto dal fatto primario ed imprescindibile che le uova vengano prima prodotte. La maggiore difficoltà nel corretto allevamento di qualunque specie animale non è mantenerla in vita ma riuscire a farla riprodurre. Riproduzione=adattamento, altrimenti una tartaruga che a stento sopravvive in un ambiente non idoneo non sprecherebbe energie nella riproduzione.

    Punto 4: ? mai fatto riferimento a scavare cunicoli o meno!

    Come ripeto il mio non vuole essere un manuale di allevamento ma un'esperienza personale. Almeno ti prego di non giudicare inappropriate le mie condizioni di allevamento come sfavorevoli e di mera sopravvivenza solo sulla base di una scheda di allevamento letta. Quando anche tu riprodurrai le horsfieldi e nel frattempo le mie saranno decedute a causa di mal allevamento allora forse potrai dire "te l'avevo detto"
    illy and CARLINOO like this.

  9. #84
    Appassionato
    L'avatar di vittitarte
    Località
    Roma....e dintorni
    Sesso
    Messaggi
    187
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    110
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Tartarughe in possesso

    Testudo horsfieldii 5

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    Citazione Originariamente Scritto da adriano72 Visualizza Messaggio
    Scusami ma non sono d'accordo con te..... se sei costretto a scegliere per loro il letargo in frigorifero per evitare malattie respiratorie che potrebbero portare ad una patologia più seria, allora significa che l'animale non è allevato in un clima idoneo, e quindi il fatto stesso che loro si riproducano e che non possano fare un letargo naturale significa che sopravvivono. Il fatto stesso che i piccoli non nascano in terra (non so se è il tuo caso) significa che non ci sono le condizioni naturali affinché avvenga ciò, quindi, non si possono considerare condizioni favorevoli.
    L'estivazione è un sistema di difesa e sopravvivenza che non tutte le horsfieldii utilizzano dipende infatti dalla zona di provenienza e quindi anche dall'habitat, ma il creare gallerie e cunicoli nel terreno, istintivo per loro, indica un ottimo adattamento al clima e alla tipologia di suolo, che mi pare dovrebbe essere basico.
    Spero di non essere andata in O.T.

    - - - Aggiornato - - -
    Evidentemente devo essere ancora più chiaro.

    Punto 1: non sono costretto ad usare il frigo per evitare patologie respiratorie, uso il frigo perchè il garage non ha le temperature idonee per un regolare letargo (questa era la causa delle patologie respiratorie).

    Punto 2: Il letargo che sia esso in frigo, in cassone esterno o garage è sempre e comunque un letargo controllato e se farlo fare controllato o naturale sono scelte assolutamente personali che non vanno minimamente ad inficiare la qualità di vita di una tartaruga. Se le mie in queste condizioni sopravvivono anche tu le fai svernare in un cassone facendole allora solo sopravvivere?

    Punto 3: Quindi tutti gli allevatori di tartarughe che incubano le uova fanno sopravvivere le loro tartarughe in condizioni non idonee? Anche qui l'acclimatamento di una specie al clima locale non dipende proprio dal tipo d'incubazione delle uova quanto piuttosto dal fatto primario ed imprescindibile che le uova vengano prima prodotte. La maggiore difficoltà nel corretto allevamento di qualunque specie animale non è mantenerla in vita ma riuscire a farla riprodurre. Riproduzione=adattamento, altrimenti una tartaruga che a stento sopravvive in un ambiente non idoneo non sprecherebbe energie nella riproduzione.

    Punto 4: ? mai fatto riferimento a scavare cunicoli o meno!

    Come ripeto il mio non vuole essere un manuale di allevamento ma un'esperienza personale. Almeno ti prego di non giudicare inappropriate le mie condizioni di allevamento come sfavorevoli e di mera sopravvivenza solo sulla base di una scheda di allevamento letta. Quando anche tu riprodurrai le horsfieldi e nel frattempo le mie saranno decedute a causa di mal allevamento allora forse potrai dire "te l'avevo detto"



    Ciao Adriano ti rispondo sperando di non essere fuori tema con la discussione iniziata da illy, innanzitutto non mi sono iscritta al forum per giudicare e bacchettare nessuno casomai, se necessario, esprimere la mia opinione. Ho cercato di trovare sul forum chi allevava le hors nel modo più idoneo possibile per poter imparare e prendere spunto sull'allevamento stesso.
    Scusa, toglimi una curiosità ma a che servono le schede di allevamento? Ripropongono i parametri e le condizioni corrette per far star bene questi animali, giusto? Poi ognuno di noi li alleva nel modo che crede, io per esempio non ho come obiettivo principale farle riprodurre, a me interessa più la loro salute,che si ambientino il più possibile e che possano fare una vita più naturale possibile......sono più concentrata sui singoli animali e non sul numero delle riproduzioni e credo che le riproduzioni avvengano quando l' animale stia bene e viva in un luogo simile all'habitat ideale. Questa è sempre la mia opinione.

    La mia scelta di quest'anno del cassone per il letargo è condizionata da due motivi:
    - 1 non ritengo più che il frigo sia idoneo
    - 2 da me ci sono lavori ristrutturazione palazzo

    Lo so che non hai fatto riferimento a cunicoli, ecc... era solamente una mia considerazione perché significa che l'animale si è ambientato bene.

    Ti prego non parliamo di tarte decedute mi dispiacerebbe troppo!
    Ciao e chiudo qui il mio intervento

  10. #85
    Fedelissimo
    L'avatar di illy
    Località
    udine
    Sesso
    Messaggi
    1,516
    Discussioni
    53
    Like ricevuti
    615
    Data Registrazione
    May 2016
    Tartarughe in possesso

    THB T. HORSFIELDI

    Predefinito Re: Sono arrivate le hors.!!

    ....io penso che sia meraviglioso che ogniuno di noi si sforzi di fare del suo meglio per un allevamento ben fatto, per ricreare un habitat il più simile a quello naturale o per far adattare gli animali ad un clima non favorevole!....e se a causa del clima sfavorevole si usa qualche "escamotage" non ci trovo niente di male!! Parlando specificatamente delle horsfieldi, direi che la pianura padana non sia per niente uguale alla steppa russa, così come non lo è il clima romano, dove il letargo è per forza breve e non gelido.......siamo tutti un pò in "difetto", ma che la riprodizione di una specie così particolare sia considerata "sopravvivenza" non sono daccordo.
    adriano72 likes this.

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 3456

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •