Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 7 di 7

all'aperto o sgabuzzino?

Discussione sull'argomento all'aperto o sgabuzzino? contenuta nel forum Tartarughe Terrestri Mediterranee, nella categoria Tartarughe Terrestri; salve a tutti... come avevo già scritto nella sezione delle presentazioni, sono una quasi neofita del mondo delle tartarughe terrestri... ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di aelia
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Tartarughe in possesso

    1 testudo hermanni (giovane)

    Predefinito all'aperto o sgabuzzino?

    salve a tutti...

    come avevo già scritto nella sezione delle presentazioni, sono una quasi neofita del mondo delle tartarughe terrestri... nel senso che nell'infanzia le ho sempre avute intorno (perché ce le avevano i miei genitori, ma allora non c'erano tutte le preoccupazioni di cura e di protezione che ci sono adesso, si lasciavano libere in giardino e via), ma è la prima volta che mi sono riavvicinata all'ambiente in età adulta.

    La signorina (o signorino, ancora non si sa) è una hermanni hermanni arrivata ad agosto, ha circa due anni, 6 centimetri di lunghezza, un letargo naturale se l'è già fatto, ma non qui da noi.

    Al momento sta in un grande vaso in terrazza (NON un vasetto da fiori, intendo una di quelle vaschette grandi dove si possono coltivare anche piante da orto o piccoli alberi). Lo so che il vaso non è una sistemazione ideale, infatti quando sarà più grande ho intenzione di allestirle una zona di "aiuola" artificiale libera riempita di terra, in modo che possa itinerare liberamente sia sulla terra che sul mattonato...ma finora non l'ho fatto, solo perché è troppo piccola di dimensioni, e camminando sul mattonato rischierebbe di infilarsi dentro ai buchi di scolo dell'acqua!

    Finora è stata molto restia ad andare in letargo a lungo termine, ma adesso pare che si sia decisa.

    Non so se sia semplicemente conseguenza del tempo molto variabile o se sia un problema specifico suo...

    Era da un mese abbondante che alternava periodi del tutto catatonici, con tre o o quattro giorni di seguito di stato soporoso e di digiuno totale, con singoli momenti di risveglio pimpantissimo non appena usciva di nuovo un po' di sole. Adesso pare che si sia rilassata, anche se non si è ancora imboscata sotto terra, ma solo sotto un mucchio di foglie secche procuratole apposta. Da diversi giorni sta sotto le foglie, non mangia più nulla, non si muove dall'angolo che si è scelta, non esce più nemmeno quando c'è il sole... ma è decisamente ancora in superficie, e se si scostano leggermente le foglie si vede benissimo, e dà anche qualche segno di movimento "nervoso" se si accorge che il vaso viene toccato.

    Quindi, penso ragionevolmente che ci siamo.

    E di conseguenza chiedo qualche dritta per il futuro prossimo.

    Il vaso sta attualmente in un terrazzo esposto fuori, sotto una tettoia abbastanza riparata dalla pioggia, ma se dovesse piovere fortemente "a vento" si riempirebbe di acqua lo stesso. E francamente avrei un po' di paura se la terra del vaso dovesse riempirsi di acqua, che poi si gela. Il vaso ha ovviamente i fori di scolo sotto, e ha anche uno strato di argilla espansa al di sotto del terriccio vero e proprio, quindi l'acqua dovrebbe scorrere, però non sono sicura di quanto possa reggere per diversi mesi, specialmente se nel pieno inverno le temperature dovessero scendere sotto zero tutte le notti, per parecchi giorni di seguito (già stamattina ho trovato una brina molto spessa sul vetro della macchina, per intendersi).

    Quindi il dubbio è questo: direttamente a contatto con la terrazza all'aperto, avrei uno sgabuzzino che si usa per gli attrezzi casalinghi, che non è per nulla riscaldato ma è ben coperto, e incredibilmente è uno dei posti MENO umidi della casa. Nonostante sia collegato direttamente con l'ambiente esterno, e senza riscaldamento (quindi, si becca le stesse temperature che ci sono fuori), è una stanzina dove non ho mai visto una macchia di umido o di muffa. Ci ho sempre lasciato anche scorte alimentari, almeno di roba come cipolle, patate e legumi per umani, o croccantini per gatti, senza che si siano mai rovinate. Praticamente è assimilabile a una cantina, anche se siamo al terzo piano di un edificio di città!

    Quindi avevo pensato di spostare integralmente la cassetta della tartaruga direttamente dentro allo sgabuzzino, dove la temperatura è praticamente la stessa di quella fuori, però non ci piove, non ci ghiaccia, non ci tira il vento freddo, e non ci sono sbalzi di umidità preoccupanti.

    Casomai ci fosse il problema contrario, ossia se nel corso di qualche controllo precauzionale durante l'inverno, dovessi notare che la terra è diventata troppo POCO umida, ci butterei un po' di acqua in più io, ma questo ptrebbe essere fatto tranquillamente senza disturbare l'animale (cosa che invece sarebbe difficile, nel caso contrario, ossia che si debba intervenire se c'è TROPPA umidità o se c'è il suolo allagato o ghiacciato).

    Che ne dite?
    Se c'è qualcuno che ha più esperienza di me mi illumini!

    grazie e saluti
    aelia

  2. #2
    Simpatizzante
    L'avatar di aelia
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Tartarughe in possesso

    1 testudo hermanni (giovane)

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    Aggiornamento: contrordine, niente, non c'è verso... credevo che si stesse davvero interrando, erano due o tre giorni che non usciva più, e invece oggi è stata una bella giornata di sole, e l'ho trovata di nuovo emersa. Non è che sia pimpantissima, si vede che sta andando verso uno stato soporoso, non mangia, e per la maggior parte del tempo sta sotto le foglie... ma comunque si muove ancora parecchio, appena la temperatura si alza un po'!

    Tutto normale, oppure devo pensare che c'è qualcosa che non va, considerando che siamo quasi a dicembre?
    "...ed una tra mille
    testuggini a caso
    ti lascia l'Achille
    con tanto di naso"

  3. #3
    Contributor Mod
    L'avatar di Turtle77
    Località
    Avellino
    Sesso
    Messaggi
    1,300
    Discussioni
    10
    Like ricevuti
    465
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni hermanni Testudo hermanni boettgeri Testudo marginata

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    Io la mettetei tranquillamente nello sgabuzzino sul terrazzo coprendo il tutto con foglie secche, sicuramente eviterai rischi di allagamenti l'importante che la temperatura al suo interno sia stabile sotto ai 10 gradi per tutto il periodo invernale. Comunque allevare una Hermanni in un sottovaso in terrazzo sicuramente non e' il massimo anzi personalmente non la condivido. Vedrai che presto si scegliera' un posto definitivo dove svolgera' il letargo.

  4. #4
    ContributorMod PEMminator
    L'avatar di marconyse
    Località
    San Giovanni in Persiceto (Bo)
    Sesso
    Messaggi
    10,864
    Discussioni
    588
    Like ricevuti
    5029
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    1.1.Malacochersus tornieri - 0,2 Sternotherus odoratus
    Altri rettili in possesso

    Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus,Shinisaurus crocodilurus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Gallotia stehlini, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Tribolonotus gracilis, Gowidon temporalis

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    Le hermanni (e in genere le tartarughe) non possono essere allevate in terrazza, necessitano di un giardino, non potranno mai camminare su mattonelle pena la rovina del carapace e sbalzi di temperatura estremi, le mattonelle si surriscaldano e possono provocare danni gravissimi. Ti consiglio di riportare quell'animale o di regalarlo a qualcuno che ha il giardino, soluzioni differenti sarebbero solo far del male all'animale.
    Prenditi magari un acquario con una tartaruga acquatica che rimanga di piccole dimensioni e avrai piu' soddisfazioni
    Per inserire foto clikkate qui http://www.tartarugando.it/bacheca-e...imgur-com.html
    Signore dei Gerrhosaurus, Principe degli Shinisaurus, Giunto infine al soglio degli Xenosaurus, Adepto degli Ouroborus
    Sono qui https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums
    Ti guardo e ti controllo! Attento al PEM!


  5. #5
    Simpatizzante
    L'avatar di aelia
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Tartarughe in possesso

    1 testudo hermanni (giovane)

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    Scusate, ma forse non mi sono spiegata, non ho mai detto che la tartaruga venga allevata sul mattonato, ho detto che sta in un vaso, di quelli grandi, NON un sottovaso con pochi centimetri di terra, né una vaschetta striminzita, si tratta di vasi che si possono riempire di terra per diverse decine di centimetri, di quelli in cui ci si può far crescere anche una pianta arborea con parecchie radici (infatti ne ho un altro simile dove ci sta un abetino di Natale che si è già fatto sei inverni e sta per essere addobbato per la settima volta). Non l'ho mai lasciata libera sul mattonato, innanzi tutto perché ho paura che si infili nelle canalette di scolo dell'acqua, e poi perchè, finché è piccola, ho paura che venga aggredita da qualche uccello. E ho anche detto chiaramente che ho intenzione di sistemarla in una zona di terra più estesa, in futuro.

    Comunque, la mia richiesta di chiarimenti,al momento, era tutt'altra: ovvero, è normale che siamo a dicembre e che non riesca ancora a entrare in letargo continuativo? Praticamente, è più di un mese che sta in uno stato di "letargo parziale", si nasconde per qualche giorno di seguito, ogni tanto sparisce proprio alla vista e sembra che si sia interrata completamente, ma poi basta una singola giornata con la temperatura un po' più alta e cambia idea e torna fuori! Poi, non è che tornando fuori faccia cose particolarmente avventurose... si muove poco, non cerca da mangiare, prende un po' d'aria per qualche ora e poi dopo una mezza giornata torna di sotto, però mi pare abbastanza strano che continui a farlo a questo stadio dell'anno, tutto lì.

    Speifico anche che nella mia zona c'è stato, ed è ancora in corso, un periodo di grossa escursione termica tra giorno e notte, ossia di notte si arriva anche sotto zero (NON tutta la notte di seguito, ma per qualche ora sì, ripeto che mi è già capitato di trovare il ghiaccio sul vetro della macchina la mattina), ma in certe ore del giorno si va ancora in giro in bicicletta senza giacconi particolarmente pesanti. Può essere questo che confonde le idee alla tartaruga? Diverse altre persone che conosco che hanno tartarughe di terra mi hanno detto che anche le loro, quest'anno, sono andate in letargo più tardi del solito, magai una settimana o due fa, ma ormai ci sono andate tutte, la mia sembra essere l'ultima a non decidersi!

    Per quello mi era venuto il dubbio... forse è individualmente molto più sensibile della media alle differenze di illuminazione, non di temperatura? Ma se trasporto tutto nello sgabuzzino, dove la temperatura è la stessa, ma c'è meno luce, e c'è molta meno alternanza di luminosità tra giorno e notte, potrebbe essere meglio?
    "...ed una tra mille
    testuggini a caso
    ti lascia l'Achille
    con tanto di naso"

  6. #6
    ContributorMod PEMminator
    L'avatar di marconyse
    Località
    San Giovanni in Persiceto (Bo)
    Sesso
    Messaggi
    10,864
    Discussioni
    588
    Like ricevuti
    5029
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Tartarughe in possesso

    1.1.Malacochersus tornieri - 0,2 Sternotherus odoratus
    Altri rettili in possesso

    Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus,Shinisaurus crocodilurus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Gallotia stehlini, Omanosaura jayakari, Tribolonotus novaeguineae, Tribolonotus gracilis, Gowidon temporalis

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    quando sarà più grande ho intenzione di allestirle una zona di "aiuola" artificiale libera riempita di terra, in modo che possa itinerare liberamente sia sulla terra che sul mattonato...ma finora non l'ho fatto, solo perché è troppo piccola di dimensioni

    Questo non l'ho certo detto io
    Comunque nel vaso,che non sara' certo i 2x2 di cui necessita, non puo' percepire le giuste temperature in quanto con un minimo di sol si scalda molto di piu' del terreno di un prato/sottobosco, non stimolandola ad interrarsi correttamente
    Per inserire foto clikkate qui http://www.tartarugando.it/bacheca-e...imgur-com.html
    Signore dei Gerrhosaurus, Principe degli Shinisaurus, Giunto infine al soglio degli Xenosaurus, Adepto degli Ouroborus
    Sono qui https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums
    Ti guardo e ti controllo! Attento al PEM!


  7. #7
    Simpatizzante
    L'avatar di aelia
    Località
    toscana
    Sesso
    Messaggi
    26
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    3
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Tartarughe in possesso

    1 testudo hermanni (giovane)

    Predefinito Re: all'aperto o sgabuzzino?

    Comunque, si è decisa a interrarsi, sono due giorni che non esce, e che non si riesce nemmeno più a sentire il guscio sfiorando la terra con le dita, quindi presumo che abbia sentito il bisogno di andare un po' più sotto.

    Se non cambia idea nemmeno oggi che è uscito di nuovo un bel sole, direi che ci siamo : - )
    "...ed una tra mille
    testuggini a caso
    ti lascia l'Achille
    con tanto di naso"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •