Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 6 di 6

Alimentazione dopo il letargo

Discussione sull'argomento Alimentazione dopo il letargo contenuta nel forum Tartarughe Terrestri Mediterranee, nella categoria Tartarughe Terrestri; Ciao a tutti, la mia tartaruga Testudo Horsfieldi del Ruzbekistan nata nel 2013 è uscita dal suo primo letargo passato ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di AlStAl
    Località
    Casorezzo (MI)
    Sesso
    Messaggi
    10
    Discussioni
    4
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Tartarughe in possesso

    1 Testudo Horsfieldi (Ruzbekistan)

    Predefinito Alimentazione dopo il letargo

    Ciao a tutti, la mia tartaruga Testudo Horsfieldi del Ruzbekistan nata nel 2013 è uscita dal suo primo letargo passato nel suo recinto all'aperto. Si è svegliata sabato 12 marzo. Le temperature durante il giorno oscillano tra i 10 e i 14 gradi, mentre di notte si abbassano. Ho notato che lei gira per il suo bel recinto e che spesso e volentieri si addormenta dove le capita, senza tornare nella sua casetta coperta per ripararsi, a volte preferisce ripararsi sotto lo strato di foglie secche che le avevamo messo per riparala ancora di più dal freddo, dato che sapevamo dove si era interrata.
    E' ancora tutta sporca di terra, ed è molto magra e asciutta, ma non la vedo mangiare. E' come se fosse ancora frastornata.
    Il suo recinto è ricco di molti tipi di erba, di fragoline di bosco, di insalata riccia e di insalata invernale, ho provato a metterle dei pezzetti di zucchina e di carota, ma non mangia nulla.
    Sono preoccupata, avete dei consigli da darmi? C'è qualche frutto o qualche verdura che è meglio darle in questo periodo? Non so se metterle già anche la ciotolina con dell'acqua...Non so se è normale che dopo tutti questi giorni dal risveglio non mangi nulla...oppure mangia talmente poco che non riesco ad accorgemene?

    Grazie per l'aiuto...

  2. #2
    Simpatizzante
    L'avatar di Simosalli
    Località
    Modena
    Sesso
    Messaggi
    50
    Discussioni
    1
    Like ricevuti
    37
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo Hermanni

    Predefinito Re: Alimentazione dopo il letargo

    Che mangi poco o non mangi affatto in questi giorni di transizione ci può stare.. dopo qualche giorno di caldo al Nord è tornato questo tempo grigio e fresco. L'importante è che tu prendendola in mano non percepisci come una scatola vuota, prova a pesarla e a rapportarla con la lunghezza. In quel caso sarebbe un problema e richiederebbe la visita da un veterinario.
    Un sottovaso con dell'acqua puoi metterlo.

    Piccola precisazione: il Ruzbekistan non esiste, forse volevi dire Uzbekistan

  3. #3
    Simpatizzante
    L'avatar di AlStAl
    Località
    Casorezzo (MI)
    Sesso
    Messaggi
    10
    Discussioni
    4
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Tartarughe in possesso

    1 Testudo Horsfieldi (Ruzbekistan)

    Predefinito Re: Alimentazione dopo il letargo

    Grazie mille Simosalli della pronta risposta, volevo sapere quanto deve essere il rapporto corretto.

    Grazie dell'aiuto.

  4. #4
    Simpatizzante
    L'avatar di Simosalli
    Località
    Modena
    Sesso
    Messaggi
    50
    Discussioni
    1
    Like ricevuti
    37
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo Hermanni

    Predefinito Re: Alimentazione dopo il letargo

    Citazione Originariamente Scritto da AlStAl Visualizza Messaggio
    Grazie mille Simosalli della pronta risposta, volevo sapere quanto deve essere il rapporto corretto.

    Grazie dell'aiuto.
    Esiste una scala, la scala di Jackson, che però da quel che so non è applicabile alle Horsfieldii
    Comunque un'idea prendendola in mano risulta abbastanza semplice averla, se molto magra come dici avrai la sensazione di tenere in mano una scatola vuota.

    Poi, da quanto tempo è con te? Prima del letargo come ti sembrava?

  5. #5
    Simpatizzante
    L'avatar di AlStAl
    Località
    Casorezzo (MI)
    Sesso
    Messaggi
    10
    Discussioni
    4
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Tartarughe in possesso

    1 Testudo Horsfieldi (Ruzbekistan)

    Predefinito Re: Alimentazione dopo il letargo

    L'abbiamo appena presa in mano, e il peso più o meno sembra lo stesso che aveva prima del letargo, è con me da 2 anni, il primo letargo l'ha passato in casa in una grossa scatola, ogni tanto si svegliava e mangiucchiava qualcosa, mentre quest'anno abbiamo deciso di provare a farle fare il letargo naturale, ovviamente curandola, perchè essendo piccola avevamo paura che non riuscisse a scavare molto.

    Oggi l'abbiamo anche tolta un pò dal recinto, ha passeggiato un pò per il giardino sempre con gli occhi semi chiusi, come se avesse un velo grigiastro sopra agli occhi, l'abbiamo pulita dalla terra con una spugnetta umida, le abbiamo messo dell'acqua, e ripulito il recinto dalle erbacce, le ho messo anche un pezzetto di banana.

    Prima di andare in letargo era ogni giorno sempre meno attiva, però mangiava, fino a quando verso inizio novembre si è finalmente decisa a farsi il suo buco per dormire beata.

  6. #6
    Simpatizzante
    L'avatar di Simosalli
    Località
    Modena
    Sesso
    Messaggi
    50
    Discussioni
    1
    Like ricevuti
    37
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo Hermanni

    Predefinito Re: Alimentazione dopo il letargo

    Di solito è utile pesarla prima del letargo e dopo, in modo da verificare che l'animale non perda troppo peso nei mesi di ibernazione. Un calo significativo è segno che qualcosa non va.

    Le Horsfieldii sono tartarughe molto sensibili alle condizioni climatiche, che mal si adattano ai nostri climi perennemente umidi (provengono da zone desertiche). Ma le tartarughe sono comunque animali resistenti, che tendono a non mostrare sintomi, tranne nel periodo post letargo quando le difese immunitarie sono basse e dove più facilmente ci si accorge dei problemi.
    Quello che farei io è tenerla monitorata col peso e se mangia o meno (togli la banana). Anche la patina sugli occhi è da valutare, quindi una visita da un veterinario è più che consigliata.

    Comunque aspettiamo anche qualche altro parere più esperto, magari saprà darti consigli più utili

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •