Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 16 a 30 di 30
Like Tree10Likes

Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

Discussione sull'argomento Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo contenuta nel forum Tartarughe Terrestri Mediterranee, nella categoria Tartarughe Terrestri; Originariamente Scritto da fbolzicco ho ripulito la discussione dai post OT.. la pratica di controllare e spostare gli animali il ...

  1. #16
    Advisor Turtle Manager
    L'avatar di mokimax
    Località
    lombardia e veneto
    Sesso
    Messaggi
    1,538
    Discussioni
    70
    Like ricevuti
    1661
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Tartarughe in possesso

    geochelone carbonaria
    Altri rettili in possesso

    Alcune

    Predefinito Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da fbolzicco Visualizza Messaggio
    ho ripulito la discussione dai post OT..

    la pratica di controllare e spostare gli animali il letargo è più praticata di quanto sembra, i migliori allevatori lo fanno per decine di motivi differenti..

    -scongiurare attacchi da roditori & co
    -situazioni climatiche ideali
    -umidità ideale
    -controlli facilitati e quindi più efficienti

    questi sono solo i principali. io personalmente le faccio letargare in modo naturale perchè non ho mai avuto problemi e prima del letargo faccio sempre controllare lo stato di salute dei miei esemplari..
    Io credo che i migliori allevatori siano propensi a far letargare i propri esemplari in locali circoscritti, box cantine etc..
    proprio per esercitare un controllo totale ...

    Io personalmente sempre in contenitori chiusi in box...
    è capitato che mi sia sfuggito qualche esmplare in giardino..anche piccolo.

    riemerso fortunatamente nella primavera successiva..

    Citazione Originariamente Scritto da fbolzicco Visualizza Messaggio
    prenderle non equivale a svegliarle
    le tartarughe in letargo rimangono in uno stato di latenza finchè non sopraggiungono le condizioni ambientali idonee al risveglio.

    non è che stanno facendo le ninne, servono le temperature e la luce adatta per svegliarle
    E' ben verro che non fanno le ninne...
    proprio per questo io chiuderei l'uscita in una casetta all'aperto...
    perchè come fai osservare tu se capitano 2 o3 giorni di caldo improvviso.. qualche esemplare potrebbe uscire ..
    e allontanarsi...se non c'e' ne accorgiamo e la temperatura si abbassa di nuovo all'improvviso..
    la nostra tarta intorpidita potrebbe non avere il tempo di interrarsi a dovere ..andando incontro a grossi guai..

  2. #17
    Contributor Mod
    L'avatar di fbolzicco
    Località
    Portogruaro VE/ Los Angeles CA
    Sesso
    Messaggi
    5,154
    Discussioni
    325
    Like ricevuti
    1369
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni boettgeri

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da mokimax Visualizza Messaggio
    Io credo che i migliori allevatori siano propensi a far letargare i propri esemplari in locali circoscritti, box cantine etc..
    proprio per esercitare un controllo totale ...

    Io personalmente sempre in contenitori chiusi in box...
    è capitato che mi sia sfuggito qualche esmplare in giardino..anche piccolo.

    riemerso fortunatamente nella primavera successiva..
    è vero i migliori allevatori fanno così, quando non le mettono in frigo..
    rtengo comunque che chi ha pochi animali riesca a controllarli benissimo anche in una condizione di letargo semi-controllato, è chiaro che per chi comincia ad averne svariate decine diventa difficile.

    Citazione Originariamente Scritto da mokimax Visualizza Messaggio
    E' ben verro che non fanno le ninne...
    proprio per questo io chiuderei l'uscita in una casetta all'aperto...
    perchè come fai osservare tu se capitano 2 o3 giorni di caldo improvviso.. qualche esemplare potrebbe uscire ..
    e allontanarsi...se non c'e' ne accorgiamo e la temperatura si abbassa di nuovo all'improvviso..
    la nostra tarta intorpidita potrebbe non avere il tempo di interrarsi a dovere ..andando incontro a grossi guai..
    e qui ci si riallaccia alla tua prima osservazione, probabilmente gli animali escono dalle casette perchè non sussistono le condizioni idonee alla continuazione del letargo, si svegliano ed escono, appena cala il sole cala la temp e loro si bloccano dove sono rischiando il congelamento.
    chiudendo la casetta probabilmente non scappano ma già se si svegliano e provano ad uscire vuol dire che c'è qualcosa che non va.

    personalmente a me non è mai successo che animali sani interrompessero il letargo, non ho mai trovato un animale uscito anticipatamente dal letargo per poi non interrarsi più, anche perchè le mie si interrano dove vogliono, quindi scelgono loro il luogo e la profondità dove trascorrere il letargo. io mi limito esclusivamente a far fare un controllo a metà ottobre. gli animali che non superano il controllo semplicemente saltano il letargo.

  3. #18
    Assiduo
    L'avatar di Tiziana
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    504
    Discussioni
    29
    Like ricevuti
    45
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    2 testudo hermanni hermanni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fbolzicco Visualizza Messaggio
    prenderle non equivale a svegliarle
    le tartarughe in letargo rimangono in uno stato di latenza finchè non sopraggiungono le condizioni ambientali idonee al risveglio.

    non è che stanno facendo le ninne, servono le temperature e la luce adatta per svegliarle
    Il mio problema è che sono interrate!!!cioè proprio sotto terra!!!dovrei scavare per prenderle e questo secondo me equivarrebbe a disturbarle!!!...se no avrei fatto anche io come Rughis per stare tranquilla....sigh sigh..

  4. #19
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da Tiziana Visualizza Messaggio
    Il mio problema è che sono interrate!!!cioè proprio sotto terra!!!dovrei scavare per prenderle e questo secondo me equivarrebbe a disturbarle!!!...se no avrei fatto anche io come Rughis per stare tranquilla....sigh sigh..
    Se sono ben interrate non è opportuno disturbarle, nè preoccuparsi più del necessario per le loro condizioni

  5. #20
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Ieri sera ho controllato nuovamente la tartaruga e non c'era traccia di muco
    Continuerò a tenerla sotto controllo.

  6. #21
    Assiduo
    L'avatar di Tiziana
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    504
    Discussioni
    29
    Like ricevuti
    45
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    2 testudo hermanni hermanni

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Bravo Rughis!!!!!e meno male per la tarta!!!!!

  7. #22
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Oggi altro controllo e anche stavolta la tartaruga era priva di muco.

    Perdite di peso rilevanti non ce ne sono (il peso è rimasto stabile), quindi al momento il pericolo sembra scongiurato.

  8. #23
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    In questi giorni a Roma è arrivato un freddo un po' più intenso.
    Oggi ho posizionato il termometro con sondino nella scatola di legno (in posizione riparata, anche se all'aperto) dove ci sono le tre baby 2011 in letargo, avendo cura di interrare un po' il sondino.

    Ora segna 6,5 °C, la temperatura dell'aria è di 1 °C

  9. #24
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Questa mattina presto le tartarughe nella cassa erano a 4,0 °C (che può essere considerata la temperatura minima di soglia)
    Diciamo che questo pomeriggio dovrò rafforzare la coibentazione della cassa e spostarla in un luogo più riparato

  10. #25
    Contributor
    L'avatar di jankoko
    Località
    como
    Sesso
    Messaggi
    190
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    60
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Tartarughe in possesso

    t.g.i. t.h.h. t.h.b. t.m. t.w. t.k. t.c.c. t.c.t. t.c.m. t.c.b. cuora f. claudius a. a.radiata clemys g.

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    il muco può essere prodotto anche da corpi estranei tipo terra o foglie,funziona un po da fluidificante per eliminarli.nulla di strano

  11. #26
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da jankoko Visualizza Messaggio
    il muco può essere prodotto anche da corpi estranei tipo terra o foglie,funziona un po da fluidificante per eliminarli.nulla di strano
    Grazie per l'indicazione Luca.

    In effetti da un paio di successivi controlli alla tartaruga non c'era più questo muco (tipo bollicine) che usciva dalle narici

    Credo infatti di aver fatto bene a non preoccuparmi troppo e di aver deciso di non interrompere il letargo alla tartaruga.

  12. #27
    Assiduo
    L'avatar di Tiziana
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    504
    Discussioni
    29
    Like ricevuti
    45
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    2 testudo hermanni hermanni

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da rughis Visualizza Messaggio
    Questa mattina presto le tartarughe nella cassa erano a 4,0 °C (che può essere considerata la temperatura minima di soglia)
    Diciamo che questo pomeriggio dovrò rafforzare la coibentazione della cassa e spostarla in un luogo più riparato
    Rughis,il pericolo di questa temperatura minima di soglia a 4 gradi è pericolosa anche per le tarte piú grandi????
    Il mio Bart è coperto da dei sottovasi e mattonelle che gli fanno da casetta e poi gli ho messo molte foglie sopra.
    Minú invece ha come casetta un pezzo di tavola di legno rinforzata con dello scotch isolante e ai lati solo due tavole di legno che peró lasciano passare l'aria perchè sono basse; anche lei è coperta da molte foglie...questo puó bastare???

  13. #28
    Simpatizzante
    L'avatar di Rughetta
    Località
    Umbria
    Sesso
    Messaggi
    24
    Discussioni
    3
    Like ricevuti
    19
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Tartarughe in possesso

    1 testudo hermanni

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Oggi controllo del peso di Rughetta e risistemazione del rifugio invernale: si è svegliata e mi sembra tutto a posto, le zampe si muovono bene, gli occhi sono puliti e non ci sono tracce di muco. All'inizio del letargo pesava 76 grammi, ora ne pesa 73, un calo che mi sembra corretto. L'ho immersa in un pochino d'acqua per idratarla e vedere se voleva bere, dopo circa 15 minuti l'ho asciugata bene e rimessa al suo posto dopo aver aggiunto torba fresca nel rifugio di polistirolo. Qui a Perugia fa un freddo questi giorni................ ho messo anche del giornale sotto il coperchio della scatola, non si sa mai...... Non vedo l'ora che arrivi la primavera e mi passi quest'ansia da letargo!!!

  14. #29
    Contributor Mod
    L'avatar di rughis
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    17,830
    Discussioni
    1197
    Like ricevuti
    6435
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni 2.7.XX

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da Tiziana Visualizza Messaggio
    Rughis,il pericolo di questa temperatura minima di soglia a 4 gradi è pericolosa anche per le tarte piú grandi????
    Il mio Bart è coperto da dei sottovasi e mattonelle che gli fanno da casetta e poi gli ho messo molte foglie sopra.
    Minú invece ha come casetta un pezzo di tavola di legno rinforzata con dello scotch isolante e ai lati solo due tavole di legno che peró lasciano passare l'aria perchè sono basse; anche lei è coperta da molte foglie...questo puó bastare???
    Molti esperti ritengono che le temperature ideali per il letargo siano quelle comprese fra 4°C e 8°C.

    Io mi do il limite di 4°C perché voglio essere maggiormente cautelativo, però considera che si ritiene che la temperatura "limite" oltre la quale la tartaruga potrebbe subire danni è quella di 2°C-3°C.

    Questi limiti sono validi sia per tartarughe piccole che grandi (sempre considerando che gli adulti sono chiaramente più robusti rispetto ai piccoli, a parità di condizioni di salute, chiaramente).

    Considera un altro aspetto: le tartarughe che si interrano in giardino riescono a sopravvivere anche in condizioni di temperatura dell'aria pari a decine di gradi sotto lo zero. Questo perché il terreno è un ottimo isolante, e già a 20 cm di profondità le temperature del terreno non superano i 4°C. Se poi sono sotto un rifugio o sotto un cumulo di foglie secche, l'isolamento aumenta e quindi si sta maggiormente tranquilli.

    Considera anche che noi siamo a Roma, e quindi è giusto non preoccuparsi troppo. Però nei giorni in cui fa molto freddo (come questi), è giusto tenere sotto controllo la situazione (io mi sento tranquillo a fare così).

  15. #30
    Assiduo
    L'avatar di Tiziana
    Località
    Roma
    Sesso
    Messaggi
    504
    Discussioni
    29
    Like ricevuti
    45
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    2 testudo hermanni hermanni

    Predefinito Re: Sistemazione e controllo generale tartarughe in letargo

    Citazione Originariamente Scritto da rughis Visualizza Messaggio
    Molti esperti ritengono che le temperature ideali per il letargo siano quelle comprese fra 4°C e 8°C.

    Io mi do il limite di 4°C perché voglio essere maggiormente cautelativo, però considera che si ritiene che la temperatura "limite" oltre la quale la tartaruga potrebbe subire danni è quella di 2°C-3°C.

    Questi limiti sono validi sia per tartarughe piccole che grandi (sempre considerando che gli adulti sono chiaramente più robusti rispetto ai piccoli, a parità di condizioni di salute, chiaramente).

    Considera un altro aspetto: le tartarughe che si interrano in giardino riescono a sopravvivere anche in condizioni di temperatura dell'aria pari a decine di gradi sotto lo zero. Questo perché il terreno è un ottimo isolante, e già a 20 cm di profondità le temperature del terreno non superano i 4°C. Se poi sono sotto un rifugio o sotto un cumulo di foglie secche, l'isolamento aumenta e quindi si sta maggiormente tranquilli.

    Considera anche che noi siamo a Roma, e quindi è giusto non preoccuparsi troppo. Però nei giorni in cui fa molto freddo (come questi), è giusto tenere sotto controllo la situazione (io mi sento tranquillo a fare così).
    Grazie per queste delucidazioni Rughis!!!adesso vado a controllare la situazione con un termometro visto che pure oggi fa freddissimo!!!purtroppo non si sono interrate cosí tanto (20 cm) o almeno credo, ma riesco a vedere solo la parte superiore del guscio, quindi non saranno 20 cm, ma 10 sicuri sí!!!!Sai cos' è, per Minú non ho paura perchè l'anno scorso è andato tutto bene e faceva piú freddo, ma Bart è il primo letargo che fà con me e anche se l'ambiente è pressocchè uguale a dove era prima, ho sempre le mie apprensioni!!!

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •