1 Marzo 2011 - 17:12
CORSI E SEMINARI - Cetacei e tartarughe: tra terra e mare


Programmazione di seminari informativi per la salvaguardia delle fauna marina protetta - progetto europeo GIONHA (Governance and Integrated Observation of marine Natural Habitat). L'ambiente marino è un bene prezioso e un grande contribuente della prosperità economica, sociale e di qualità della vita


La salvaguardia della biodiversità rappresenta uno dei passi obbligati per capire la stato di salute di un ambiente e degli organismi che lo occupano, e attivare un campanello d'allarme nei casi in cui le azioni umane siano state eccessivamente invasive sta diventando sempre più un caposaldo delle politiche ambientali di ciascuno Stato. Per una realtà insulare, come la Sardegna, è vitale la tensione verso l'equilibrio fra tutela e uso a fini economici del 'mare', evitando il pericolo di logoramento di questa fondamentale risorsa. All"AMP Capo Carbonara - Comune di Villasimius, in collaborazione con l'Assessorato della Difesa dell'Ambiente della Regione Autonoma della Sardegna (Partner del Progetto Transfrontaliero "GIONHA') è stata affidata l'attuazione dell'intera Fase 5 del progetto Gionha, che prevede lo sviluppo di Azioni di informazione, sensibilizzazione e confronto dedicato agli operatori della pesca (singoli e associati), agli operatori economici del mare, (diving, noleggio e trasporto passeggeri), ai corpi preposti alla sorveglianza in mare ed agli operatori delle Aree Marine Protette e Parchi Nazionali della Sardegna.

L'AMP Capo Carbonara è parte della Rete Regionale per la Conservazione della Fauna Marina in difficoltà della Sardegna, insieme alle seguenti aree protette: l'Area Marina Protetta Tavolara - Punta Coda Cavallo; l'Area Marina Protetta Capo Caccia - Isola Piana; l'Area Marina Protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre; il Parco Nazionale "Arcipelago di La Maddalena". La Rete Regionale, perseguendo gli originari obiettivi di conservazione e tutela di habitat e specie, trova in Gionha una grande opportunità e uno strumento per collegarsi a strategie comunitarie per l'attuazione di politiche di conservazione, condividendo esperienze e studi con gli altri partner del progetto. Il tutto in una dimensione transnazionale, mediterranea ed interregionale per:
• concorrere a migliorare le conoscenze sui cetacei e sui rettili marini;
• ottimizzare la gestione delle emergenze (recupero e cura di animali ammalati);
• condividere rapporti di collaborazione inter-istituzionale;
• attuare momenti di informazione e di diffusione delle conoscenze,
• promuovere la ricerca;
• educare all'ambiente grazie alle attività che svolgono i nodi della Rete Regionale.

Il Progetto GIONHA è un'occasione creata per richiedere collaborazione agli operatori del mare attraverso azioni di informazione, sensibilizzazione, valorizzazione. Tale azioni sono rivolte anche ai pescatori, come grande risorsa di conoscenza dei fenomeni da studiare per la gestione di questa strategica risorsa naturale; i pescatori sono da sempre grandi conoscitori del mare e senza il loro contributo non è pensabile preservare, conservare e gestire. Il programma dei seminari destinati agli Operatori della pesca e ai Corpi addetti alla Sorveglianza è così articolato: Cagliari, 22 e 23 marzo, relatori/e: personale dell'AMP Capo Carbonara; Porto Torres, 14 aprile, relatori/e: personale PN Asinara; Olbia, 15 aprile, relatori/e: personale dell'AMP Tavolara C.C. Cavallo; Oristano, 28 e 29 aprile, relatori/e: personale dell'AMP SINIS Penisola di Mal di Ventre. Nell'ambito di questi seminari verranno trattati, in particolar modo, temi su Cetacei e tartarughe marine quali: Tassonomia e Distribuzione nel Mediterraneo di tartarughe marine e di cetacei; problematiche ad essi correlate; Cicli vitali, Fisiologia, Ecologia e Riproduzione; Principali minacce alla sopravvivenza delle tartarughe marine e dei cetacei nel Mediterraneo; Importanza e tipologia delle azioni di salvaguardia e tutela; Operatività della Rete Regionale; Importanza del progetto transfrontaliero. Altri seminari, rivolti alle forze dell'ordine e agli Operatori della Rete Regionale per la Salvaguardia della Fauna Selvatica Marina, sono previsti per settembre e ottobre.

di Tommaso Tautonico - alternativasostenibile.it


ps: non so se può interessare il portale ne dove vada postato, ci pensate voi? grazie