Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 8 di 8
Like Tree6Likes
  • 2 Post By maura72
  • 1 Post By tornosubito92
  • 3 Post By maura72

Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

Discussione sull'argomento Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare? contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; La mia Trachemys scripta scripta è stata operata 6 giorni fa dal veterinario per due ascessi auricolari. Il veterinario in ...

  1. #1
    Simpatizzante
    L'avatar di trudon
    Località
    Piansano
    Sesso
    Messaggi
    18
    Discussioni
    9
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Tartarughe in possesso

    2 piccole hermanni hermanni al secondo inverno di circa 4 - 5 cm di carapace, 2 Trachemis Scrypta Scrypta di 6,5 cm di carapace e 2 Sternotherus carinatus di circa 3 cm di carapace

    Predefinito Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    La mia Trachemys scripta scripta è stata operata 6 giorni fa dal veterinario
    per due ascessi auricolari. Il veterinario in questione non è esperto di rettili
    e ha effettuato l'operazione dopo esseri accuratamente informato da un collega
    esperto. Mi ha anche dato dell'antibiotico da somministrare per bocca e da
    mettere anche sulle ferite. Per il momento la tartaruga, che ha circa 7 cm di carapace,
    mangia solamente gamberetti. Non ne vuole ancora sapere di altro cibo.
    Quello che però mi preoccupa sono le due ferite ai lati della testa che ancora
    non si sono asciugate e sono aperte. Ho messo nella vasca poche dita di acqua in
    modo che possa tenere la testa fuori all'asciutto. Ci sono dei disinfettanti e
    soprattutto dei cicatrizzanti che possono aiutare la rimarginazione delle
    ferite?

  2. #2
    C.D.O.
    L'avatar di maura72
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    5,478
    Discussioni
    58
    Like ricevuti
    2026
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Tartarughe in possesso

    Fred&Wilma

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    pCiao Trudon, non mi sembra ci sia ancora da preoccuparsi. Le ferite che esitano dal drenaggio di ascessi ci mettono diverso tempo a guarire in quanto vengono lasciate aperte per far drenare il materiale purulento che altrimenti riformerebbe in breve tempo l'ascesso. Al momento tieni la tartaruga il più possibile all'asciutto, se vedi che immerge la testa in acqua diminuisci ancora il livello lasciando il minimo per non farla disidratare. Al limite puoi utilizzare sul fondo uno scottex bagnato ed immergerla in acqua (sempre pulita!) soltanto un paio di volte al giorno. E' importante, inoltre, che abbia un ampia zona emersa dotata di lampade (spot e UVB) dove fare basking facilitando la cicatrizzazione delle ferite.
    La pomata antibiotica (che pomata è?) che ti ha dato il veterinario svolge il ruolo di disinfettante e cicatrizzante, se utilizzi quella non hai bisogno di altri farmaci da applicare sulle ferite. Accertati che assuma l'antibiotico per via orale, cosa non scontata nelle tartarughe, se dovessi avere difficoltà rivolgiti nuovamente al veterinario che lo sostituirà con un farmaco da somministrare sottocute.
    Mi raccomando, se hai altri esemplari tienili separati finche la tarta non è guarita.
    Credo, inoltre, che dovresti rivalutare il metodo di allevamento, purtroppo la causa degli ascessi auricolari è principalmente la scarsa igiene ambientale. Se ci dici come e dove la tieni possiamo aiutarti a migliorare il suo ambiente.
    rughis and Sterny like this.

  3. #3
    Contributor
    L'avatar di Sterny
    Località
    Piemonte
    Sesso
    Messaggi
    480
    Discussioni
    17
    Like ricevuti
    129
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Tartarughe in possesso

    Sternotherus

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    Citazione Originariamente Scritto da maura72 Visualizza Messaggio
    pCiao Trudon, non mi sembra ci sia ancora da preoccuparsi. Le ferite che esitano dal drenaggio di ascessi ci mettono diverso tempo a guarire in quanto vengono lasciate aperte per far drenare il materiale purulento che altrimenti riformerebbe in breve tempo l'ascesso. Al momento tieni la tartaruga il più possibile all'asciutto, se vedi che immerge la testa in acqua diminuisci ancora il livello lasciando il minimo per non farla disidratare. Al limite puoi utilizzare sul fondo uno scottex bagnato ed immergerla in acqua (sempre pulita!) soltanto un paio di volte al giorno. E' importante, inoltre, che abbia un ampia zona emersa dotata di lampade (spot e UVB) dove fare basking facilitando la cicatrizzazione delle ferite.
    La pomata antibiotica (che pomata è?) che ti ha dato il veterinario svolge il ruolo di disinfettante e cicatrizzante, se utilizzi quella non hai bisogno di altri farmaci da applicare sulle ferite. Accertati che assuma l'antibiotico per via orale, cosa non scontata nelle tartarughe, se dovessi avere difficoltà rivolgiti nuovamente al veterinario che lo sostituirà con un farmaco da somministrare sottocute.
    Mi raccomando, se hai altri esemplari tienili separati finche la tarta non è guarita.
    Credo, inoltre, che dovresti rivalutare il metodo di allevamento, purtroppo la causa degli ascessi auricolari è principalmente la scarsa igiene ambientale. Se ci dici come e dove la tieni possiamo aiutarti a migliorare il suo ambiente.
    quoto tutto
    (specialmente la zona basking è molto importante altrimenti non riescono a cicatrizzarsi... e la questione sulla pulizia dell'ambiente anche per prevenire altri problemi)
    --------------
    Gli animali sono, assai più di noi, soddisfatti per il semplice fatto di esistere; le piante lo sono interamente; gli uomini lo sono secondo il grado della loro stupidità. [...] Questa dedizione totale al presente, propria degli animali, è la precipua causa del piacere che ci danno gli animali domestici.

    Arthur Schopenhauer, Parerga e Frammenti postumi

    --------------

  4. #4
    Simpatizzante
    L'avatar di trudon
    Località
    Piansano
    Sesso
    Messaggi
    18
    Discussioni
    9
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Tartarughe in possesso

    2 piccole hermanni hermanni al secondo inverno di circa 4 - 5 cm di carapace, 2 Trachemis Scrypta Scrypta di 6,5 cm di carapace e 2 Sternotherus carinatus di circa 3 cm di carapace

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    Citazione Originariamente Scritto da maura72 Visualizza Messaggio
    pCiao Trudon, non mi sembra ci sia ancora da preoccuparsi. Le ferite che esitano dal drenaggio di ascessi ci mettono diverso tempo a guarire in quanto vengono lasciate aperte per far drenare il materiale purulento che altrimenti riformerebbe in breve tempo l'ascesso.

    Mi raccomando, se hai altri esemplari tienili separati finche la tarta non è guarita.

    Credo, inoltre, che dovresti rivalutare il metodo di allevamento, purtroppo la causa degli ascessi auricolari è principalmente la scarsa igiene ambientale. Se ci dici come e dove la tieni possiamo aiutarti a migliorare il suo ambiente.


    Il veterinario dice che va bene così. Che bisogna dare ancora antibiotico per
    via orale e inoltre metterlo sulle ferite. Mi preoccupa il fatto che, come
    dicevo sopra, mangia solamente gamberetti. Ho acquistato su internet un
    complesso vitaminico apposito (mi deve arrivare). Come faccio a farle mangiare
    altro? Non le metto più gamberetti? E se poi non mangia per qualche giorno? Non
    è che si indebolisce troppo? Soprattutto adesso che è convalescente?
    Per quanto riguarda la vasca è una di quelle con isola filtro. All'interno dell'isola ho inserito della lana per filtrare meccanicamente lo sporco e una sacchettina con cannolicchi ceramici. Ho eseguito all'avvio dell'acquaterrario un periodo di maturazione del filtro ed effettuo pupizia con aspiratore e cambio acqua regolarmente. Forse il guaio sono stati proprio i gamberetti. La tartaruga in questione infatta si era proprio ingolosita di questi e tralasciava di mangiare pellet arricchiti o altro, che venivano consumati dall'altra tartaruga più piccola. Inoltre: perchè devo tenere separate le tartarughe? Non credo che l'ascesso sia contagioso. E' per far stare in pace la convalescente?

  5. #5
    L'ultraviolettoman
    L'avatar di tornosubito92
    Località
    Interrato vicino al piave
    Sesso
    Messaggi
    746
    Discussioni
    58
    Like ricevuti
    225
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    Chelonoidis carbonaria;Trachemys s.s.; Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    Qualcuno!

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    mi sembra strano che non accetti altro che gamberetti....per quanto ne vadano pazze non disprezzano il pesce fresco ....hai mai provato a dargli pesce (latterini/alborelle/sardine)??? o fegato di pollo????
    http://i.imgur.com/LxWpu.pnghttp://i.imgur.com/eUdsh.jpghttp://i.imgur.com/dqOeO.pnghttp://i.imgur.com/fAzYC.pnghttp://i.imgur.com/ivnV4.pnghttp://i.imgur.com/YsUhV.png
    Tutti gli animali diffidano dell’uomo,
    e non hanno torto:
    ma una volta sicuri che non gli si vuol nuocere,
    la loro fiducia diventa così assoluta
    che bisogna essere proprio un barbaro per abusarne.


    J.J. Rousseau

  6. #6
    Simpatizzante
    L'avatar di trudon
    Località
    Piansano
    Sesso
    Messaggi
    18
    Discussioni
    9
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Tartarughe in possesso

    2 piccole hermanni hermanni al secondo inverno di circa 4 - 5 cm di carapace, 2 Trachemis Scrypta Scrypta di 6,5 cm di carapace e 2 Sternotherus carinatus di circa 3 cm di carapace

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    Citazione Originariamente Scritto da tornosubito92 Visualizza Messaggio
    mi sembra strano che non accetti altro che gamberetti....per quanto ne vadano pazze non disprezzano il pesce fresco ....hai mai provato a dargli pesce (latterini/alborelle/sardine)??? o fegato di pollo????

    Non li ho mai provati. Ora provo.

  7. #7
    L'ultraviolettoman
    L'avatar di tornosubito92
    Località
    Interrato vicino al piave
    Sesso
    Messaggi
    746
    Discussioni
    58
    Like ricevuti
    225
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Tartarughe in possesso

    Chelonoidis carbonaria;Trachemys s.s.; Sternotherus carinatus
    Altri rettili in possesso

    Qualcuno!

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    ti consiglio di guardare questa scheda sulla alimentazione corretta per la tua tarta.... creata da Zine...
    http://www.tartarugando.it/content/2...cquatiche.html
    rughis likes this.
    http://i.imgur.com/LxWpu.pnghttp://i.imgur.com/eUdsh.jpghttp://i.imgur.com/dqOeO.pnghttp://i.imgur.com/fAzYC.pnghttp://i.imgur.com/ivnV4.pnghttp://i.imgur.com/YsUhV.png
    Tutti gli animali diffidano dell’uomo,
    e non hanno torto:
    ma una volta sicuri che non gli si vuol nuocere,
    la loro fiducia diventa così assoluta
    che bisogna essere proprio un barbaro per abusarne.


    J.J. Rousseau

  8. #8
    C.D.O.
    L'avatar di maura72
    Località
    Firenze
    Sesso
    Messaggi
    5,478
    Discussioni
    58
    Like ricevuti
    2026
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Tartarughe in possesso

    Fred&Wilma

    Predefinito Re: Cosa fare dopo operazione ascesso auricolare?

    Sicuramente i gamberetti secchi non sono un cibo indicato, sono poveri di nutrienti e possono essere veicolo di infezioni. E' sicuramente meglio non somministrarli nella dieta. Come ha detto Tornosubito cerca di abituarla al pesce fresco o decongelato il prima possibile. In questo momento è comunque importante che mangi quindi ti consiglio di provare a darle qualcosa di molto appetibile (tipo fegato di pollo o coniglio) in alternativa ai gamberetti. Possibilmente dalle da mangiare in un luogo diverso dalla vasca in cui soggiorna, in modo da evitare residui e mantenere l'acqua il più pulita possibile.
    E' importante tenerla isolata dall'altra tarta in quanto gli ascessi sono dovuti ad un infezione del canale uditivo esterno e il pus o siero che drena dall'incisione dell'ascesso è saturo di germi che diffondendo in acqua potrebbero infettare l'altro esemplare.
    Jessica, tornosubito92 and rughis like this.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •