Buongiorno a tutti!!!
Sono nuovo del forum, è la prima esperienza con una tartaruga (ho 2 cani e una gatta) e accetto consigli per evitare problemi di inesperienza.

Ho una Testudo horsfieldi di 5 anni c.a., maschio (ultima misurazione 580g c.a.).
Premesse: Vive in giardino in uno spazio recintato di c.a 3.60mt x 4.50mt con zone d'ombra e zone di sole.
E' il primo letargo all'aperto nelle nostre zone (in questo caso Piemonte in provincia di Torino).

Sapendo, leggendo le schede, che le horsfieldi sono molto sensibili all'umidità sono molto confuso per il comportamento del mio esemplare ... con tanto spazio a disposizione con terreno "secco" (es. sotto il camino è sempre al sole e riparato dalla pioggia o nella casetta che ho costruito), si posiziona tutte le sere mezzo fuori terra sotto un lauro non riparato, con terra umida dove ristagna l'acqua della pioggia...

L'istinto lo ha spinto a far la tana lì ma non credo sia il posto migliore, dopo le ultime piogge (anche se è riparato da tegole), la terra è simile al fango e per prepararsi al letargo se scaverà in quel punto troverà solo radici spesse.

Quale consiglio mi potete dare??
Mi devo iniziare a preparare in anticipo per un letargo controllato a casa o lascio fare al suo istinto anche se il posto scelto non rispecchia gli "standard" della specie??.

Posso capire che per molti di voi può essere un problema banale ma ho bisogno dei vostri consigli per evitare altri dispiaceri.

Grazie in anticipo.