Benvenuto su Tartarugando, il forum tematico specializzato nell'allevamento di tartarughe e di altri rettili.
REGISTRATI per entrare a far parte della nostra community! Ti aspettiamo!
Risultati da 1 a 8 di 8
Like Tree2Likes
  • 2 Post By gibo

Mauremys sinensis

Discussione sull'argomento Mauremys sinensis contenuta nel forum Tartarughe Acquatiche e Palustri, nella categoria Tartarughe Acquatiche & Palustri; Buon giorno a tutti, vivono con noi da poco due cucciole di Mauremys Sinensis di 6/7 mesi. Nelle foto il ...

  1. #1
    Nuovo iscritto
    L'avatar di isotestardo
    Località
    torino
    Sesso
    Messaggi
    3
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    due ocadia sinensis

    Predefinito Mauremys sinensis

    Buon giorno a tutti, vivono con noi da poco due cucciole di Mauremys Sinensis di 6/7 mesi. Nelle foto il setup attuale , posto sul balcone ed esposto due ore al giorno al sole diretto.

    Il negoziante ci ha detto che , lampada a parte ( da acquistare non appena saranno da portare all'interno ), con questa vasca ( 60x30x30 ) e quanto già acquistato saremmo andati bene per un anno almeno. Leggendo le altre discussioni mi sembra di capire invece che potrebbero aver bisogno di una nuova vasca ben prima ed anche il filtro non sia adeguato.
    Pensando ad una soluzione che duri nel tempo, devo ragionare in termini di 100/120 litri cadauna, o per almeno un paio d'anni si può pensare davvero a qualcosa di più piccolo?
    Ho visto gli allestimenti da balcone fatti con mastelli. Le Ocadia sono una specie che potrebbe vivere sul balcone in esterno e pensare ad un letargo nella fase invernale ( siamo a Torino ), eventualmente già da quest'anno?

    Al momento in 4/5 giorni l'acqua si riempie di alghe unicellulari verdi costringendomi al cambio totale. Potrebbero dar problemi alle tartarughe o il problema è solo estetico?

    Infine , per l'alimentazione ci è stato dato solo pellettato, seppur di qualitá. Ho letto la scheda generale che avete pubblicato, mi sapreste però dare qualche indicazione più precisa per la nostra specie in questa fase della lori vita?

    Questa settimana andremo dal veterinario, ma intanto vi posto la foto di una delle due , che ha un bozzolo a fianco della bocca e quella che sembra essere una lesione. Mi sapete dire qualcosa?

    Grazie a tutti in.anticipo.

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk


  2. Sponsor
    Data Registrazione
    Jan 2022

    Passione per il mondo delle Tartarughe da oltre 20 anni
    Allevamento e prodotti per la cura di altissima qualità
             

  3. #2
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    9,161
    Discussioni
    97
    Like ricevuti
    3458
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus minor, 0.0.1 Sternotherus m. peltifer, 1.2 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Citazione Originariamente Scritto da isotestardo Visualizza Messaggio
    Buon giorno a tutti, vivono con noi da poco due cucciole di Mauremys Sinensis di 6/7 mesi. Nelle foto il setup attuale , posto sul balcone ed esposto due ore al giorno al sole diretto.
    anzitutto, benvenuto!
    sarebbe il caso di alzare il livello dell'acqua e mettere un sughero o un pezzo di asse di legno come zona emersa, per guadagnare subito qualche litro e aumentare l'inerzia termica della vasca.
    il filtro interno purtroppo temo faccia poco, potresti introdurre qualche pianta acquatica galleggiante (lattuga d'acqua o giacinto d'acqua) per aiutare il filtraggio.

    Il negoziante ci ha detto che , lampada a parte ( da acquistare non appena saranno da portare all'interno ), con questa vasca ( 60x30x30 ) e quanto già acquistato saremmo andati bene per un anno almeno. Leggendo le altre discussioni mi sembra di capire invece che potrebbero aver bisogno di una nuova vasca ben prima ed anche il filtro non sia adeguato.
    Pensando ad una soluzione che duri nel tempo, devo ragionare in termini di 100/120 litri cadauna, o per almeno un paio d'anni si può pensare davvero a qualcosa di più piccolo?
    per questa specie prenderei per valido quanto indicato per graptemys/trachemys:

    Tartarugando - Scheda allevamento Graptemys pseudogeographica

    Tartarugando - Lampade per tartarughe e altri rettili

    Tartarugando - Schemi di filtrazione acquari per tartarughe

    Tartarugando - Alimentazione tartarughe acquatiche

    Tartarugando - Guida illustrata per la costruzione di zone emerse per tartarughe acquatiche

    Allestimento Low-cost per Trachemys scripta

    a tendere, per una coppia, serviranno minimo 300 / 350 litri netti (200 / 250 se l'esemplare fosse uno solo), con un filtro esterno per almeno 500 / 600 litri ed un impianto di illuminazione solar raptor 35W flood.

    Ho visto gli allestimenti da balcone fatti con mastelli. Le Ocadia sono una specie che potrebbe vivere sul balcone in esterno e pensare ad un letargo nella fase invernale ( siamo a Torino ), eventualmente già da quest'anno?
    certamente, la soluzione all'esterno sarebbe la migliore, però a tendere servirebbe:
    - un mastellone da 500 litri (diametro 118 h. 68), oppure una cassapallet da 600 litri (circa 120x80x80): va verificato preventivamente che il balcone possa reggere senza problemi la pressione generata dalla vasca; si possono trovare a partire da 80 euro (mastellone), mentre le cassepallet hanno un costo più elevato (dai 130 euro in su);
    - un filtro esterno per laghetto (si possono trovare dei buoni kit completi a caduta a partire da 70 / 100 euro).
    - una zona emersa realizzata con un grosso pezzo di corteccia di sughero, proporzionato al peso di due adulti che può essere notevole.

    N.B. è una specie molto sensibile alle infezioni batteriche e fungine, pertanto il filtraggio dell'acqua deve essere impeccabile.

    Il letargo all'aperto può essere fatto solamente abbassando l'acqua e garantendo che la temperatura non scenda sotto i +4°C (eventualmente isolando la vasca con pannelli o altro materiale) diversamente puoi fare un cosiddetto "letargo controllato" mettendo le tartarughe in piccole vaschette di plastica e trasferendole dentro un locale chiuso freddo, dove sei certo di non scendere sotto +4°C, es. cantina, garage, sottotetto, ecc.

    Al momento in 4/5 giorni l'acqua si riempie di alghe unicellulari verdi costringendomi al cambio totale. Potrebbero dar problemi alle tartarughe o il problema è solo estetico?
    le alghe in sè non danno problemi, è il cambio totale che ne da, specie se usi acqua di rubinetto non decantata almeno 24h che, contenendo cloro, impedisce la maturazione del filtro.

    Infine , per l'alimentazione ci è stato dato solo pellettato, seppur di qualitá. Ho letto la scheda generale che avete pubblicato, mi sapreste però dare qualche indicazione più precisa per la nostra specie in questa fase della lori vita?
    ti ho linkato sopra la scheda, essendo animali che paiono avere qualche problema di salute, se noti inappetenza puoi provare con terme della farina e striscioline di carne cruda di pollame o fegatini di pollame, se invece mangiano regolarmente puoi basare la dieta su pesciolini piccoli decongelati (latterini se ne trovi), mentre con la crescita dovrai progressivamente aumentare la % della componente vegetale.

    Questa settimana andremo dal veterinario, ma intanto vi posto la foto di una delle due , che ha un bozzolo a fianco della bocca e quella che sembra essere una lesione. Mi sapete dire qualcosa?
    il bozzo non ha per nulla un buon aspetto, spero non sia nulla di grave ma è il caso che un veterinario esperto in rettili intervenga rapidamente, purtroppo questi animali spesso arrivano al momento della vendita giù in condizioni pessime, o talvolta già spacciati... questa specie poi molto sensibile alle infezioni e questo la rende vulnerabile alla cattiva gestione da parte degli importatori/venditori
    CARLINOO and zago like this.


  4. #3
    TartaManiaco
    L'avatar di CARLINOO
    Località
    CECINA
    Sesso
    Messaggi
    9,724
    Discussioni
    47
    Like ricevuti
    3463
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Tartarughe in possesso

    Testudo hermanni

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    il bozzo non ha per nulla un buon aspetto, spero non sia nulla di grave ma è il caso che un veterinario esperto in rettili intervenga rapidamente, purtroppo questi animali spesso arrivano al momento della vendita giù in condizioni pessime, o talvolta già spacciati... questa specie poi molto sensibile alle infezioni e questo la rende vulnerabile alla cattiva gestione da parte degli importatori/venditori.
    Hai ragione gibo, rispetto alle trachemys questa specie è molto più sensibile alle cattive condizioni di allevamento e quindi il problema nasce già alla fonte con stabulazioni presso i negozi lontanissime da uno standard accettabile.


  5. #4
    Nuovo iscritto
    L'avatar di isotestardo
    Località
    torino
    Sesso
    Messaggi
    3
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    due ocadia sinensis

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Ti ringrazio gibo, gentilissimo. Mercoledì siamo dal veterinario per controllo a entrambe e chiaccherata, intanto mi leggo tutto e credo che approfitteró poi della tua gentilezza per fugare gli ultimi dubbi.

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk


  6. #5
    Turtle Addicted
    L'avatar di Leonida89
    Località
    Lido Di Camaiore (LU) & Sestu (CA)
    Sesso
    Messaggi
    4,880
    Discussioni
    76
    Like ricevuti
    3190
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Tartarughe in possesso

    1.4.0 Trachemys scripta 1.1.1 Trachemys scripta elegans 1.2.0 Kinosternon baurii. 1.4.0 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Paolo ti ha scritto tutto, ma davvero tutto quel che c'è da sapere.
    Per rispondere alla domanda in particolare:
    Pensando ad una soluzione che duri nel tempo, devo ragionare in termini di 100/120 litri cadauna, o per almeno un paio d'anni si può pensare davvero a qualcosa di più piccolo
    Vorrei aggiungere che no, non sono strettamente necessari 250 litri subito, ma anche un mastello da 150-180 litri andrà bene per circa due anni.
    Basta essere pienamente coscienti che l'allestimento sarà a scadenza e non per sempre, poi uno può anche cambiare vasca ogni 6 mesi.

    Credo tu ti sia reso conto da solo che questi animali hanno un discreto rate di crescita e che in due anni supereranno i 12-13 cm ciascuno.
    Ovviamente un letargo controllato rallenta l'accrescimento, ma se non sono due anni, saranno 2 e mezzo, dopodichè vedrai l'allestimento stretto ad occhio.

    Per quanto riguarda la lesione, non è bellissima, ma vorrei sapere se si sta modificando (accrescendosi) nel tempo oppure no.
    Il problema dell'acqua esiste visto che cambi tutta l'acqua (questa è la priorità assoluta, basta cambi e filtro esterno adatto + piante) e un vet se esperto in rettili, individuerà facilmente se si tratta della lesione micotica che colpisce molto Mauremys oppure altro.
    Altra cosa, acidifica l'acqua con un pezzetto di corteccia di sughero o un legno per acquari. Diventerà ambrata ma più sicura per gli animali.


  7. #6
    Nuovo iscritto
    L'avatar di isotestardo
    Località
    torino
    Sesso
    Messaggi
    3
    Discussioni
    1
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Tartarughe in possesso

    due ocadia sinensis

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Aggiornamento dopo visita dal veterinario. La piccola ha in effetti un infezione con ascesso in bocca e nella zona auricolare. Purtroppo una piccola zona della mandibola era già in necrosi. La veterinaria l'ha ripulita di tutto quello che si riusciva, ed ora antibiotico ed antinfiammatorio , prossima visita tra dieci giorni. Secondo il veterinario , potrebbe essere dovuta ad un errore di alimentazione, avendo mangiato solo pellettato. O forse, come avete detto voi , purtroppo arrivano nelle nostre case che sono già sensibilmente compromesse. Staremo a vedere.

    Per il resto, la veterinaria mi ha sconsigliato l'utilizzo di sabbia per il fondale, perchè tendono a mangiarla e c'è la possibilità di blocco intestinale. Essendo ancora molto piccole sarebbe impossibile intervenire chirurgicamente.

    Per il letargo mi ha detto assolutamente no per i primi due anni di vita, da riparlarne nel terzo anno.
    Per la sistemazione a questo punto credo opteremo per un 150/180 litri per i primi due anni, e poi penseremo ad una sistemazione più ampia in balcone con letargo controllato nei mesi invernali. Resterà ancora da vedere se il balcone è in grado di sostenere un peso di 350 chili più mastello.

    Grazie mille a gibo e Leonida89 per i vostri consigli


  8. #7
    Simpatizzante
    L'avatar di Valery92
    Località
    Verona
    Sesso
    Messaggi
    22
    Discussioni
    5
    Like ricevuti
    2
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Tartarughe in possesso

    1

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Ciao! Io non sono espertissima ma proprio ieri ho comprato una nuova tartarughiera per la mia mauremys revesii baby e avevo visto anche il modello uguale al tuo solo che l’ho scartato proprio per il fatto che l’altezza della vaschetta e la zona emersa così bassa non permettono di aumenatare il livello dell’acqua. Per quanto riguarda il filtro io uso lo stesso identico che hai tu e mi trovo benissimo, peró io ho una sola tartarughina e non due.. che chiaramente sporcano di più


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


  9. #8
    Contributor Mod
    L'avatar di gibo
    Località
    Brescia/Franciacorta
    Sesso
    Messaggi
    9,161
    Discussioni
    97
    Like ricevuti
    3458
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Tartarughe in possesso

    1.2 Sternotherus minor, 0.0.1 Sternotherus m. peltifer, 1.2 Kinosternon s. hippocrepis, 2.2 Sternotherus carinatus, 1.2 Sternotherus odoratus

    Predefinito Re: Mauremys sinensis

    Citazione Originariamente Scritto da isotestardo Visualizza Messaggio
    Aggiornamento dopo visita dal veterinario. La piccola ha in effetti un infezione con ascesso in bocca e nella zona auricolare. Purtroppo una piccola zona della mandibola era già in necrosi. La veterinaria l'ha ripulita di tutto quello che si riusciva, ed ora antibiotico ed antinfiammatorio , prossima visita tra dieci giorni. Secondo il veterinario , potrebbe essere dovuta ad un errore di alimentazione, avendo mangiato solo pellettato. O forse, come avete detto voi , purtroppo arrivano nelle nostre case che sono già sensibilmente compromesse. Staremo a vedere.

    Per il resto, la veterinaria mi ha sconsigliato l'utilizzo di sabbia per il fondale, perchè tendono a mangiarla e c'è la possibilità di blocco intestinale. Essendo ancora molto piccole sarebbe impossibile intervenire chirurgicamente.

    Per il letargo mi ha detto assolutamente no per i primi due anni di vita, da riparlarne nel terzo anno.
    Per la sistemazione a questo punto credo opteremo per un 150/180 litri per i primi due anni, e poi penseremo ad una sistemazione più ampia in balcone con letargo controllato nei mesi invernali. Resterà ancora da vedere se il balcone è in grado di sostenere un peso di 350 chili più mastello.

    Grazie mille a gibo e Leonida89 per i vostri consigli
    tienici aggiornati.
    in bocca al lupo


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •